Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

mercoledì 11 luglio 2018

Micalizzi: E’ appena cominciata la piu’ grande guerra commerciale planetaria




Sempre intelligenti e stimolanti questi video di Micalizzi. Si parla delle questioni vere globali, non il solito cianciare pieno di propaganda, terrorismo e minchiate a cui siamo abituati dai meRdia italiani (ma non solo da noi e’ cosi’ squallidina e fuorviante la narrazione ufficiale)... insomma, le cose di cui parlo qui da anni, dedollarizzazione, commerci mondiali, valute.. :D

Cina che vorrebbe un UE ed un Euro forte in versione “alternativa al dollaro” e USA che invece lo vorrebbero ora a pezzi, insieme all’UE secondo Alberto, che vuole uno Yuan internazionalizzato ma non forte (troncherebbe le zampette ai suoi export, gia’ penalizzati ora proprio da Trump).


Non ho capito pero’ il finale di Alberto: "L’opportunita’ storica per noi italiani di uscire dal predominio del dollaro, con tutte le conseguenze che ne derivano, sia commerciali che militari”. 

Alberto spera (?) nell’unificazione dell’eurasia, delle “potenze di terra contro le potenze di mare” (impero UK-USA) come la potrebbe metter giu’ un Dezzani? In quest’ottica il governo attuale, schierato con Trump e contro Germania e Francia non sarebbe proprio quello dei suoi sogni... 


---

Trump che se la prende oggi - alla vigilia di un incontro “storico” con Putin - con la Germania che compra gas dalla Russia (e cosa dovrebbe fare, comprare gas dagli USA, con tutto il casino di rigassificatori e storie che bisognerebbe fare? E a che pro se nel giro di pochi anni o miraaacolo dello shale avra’ dato e sara’ storia?) e con tutti i paesi NATO che spendono troppo poco in armi (da comprare dal loro sistema industriale militare, immagino. Tz). Ti giuro, mi fa morire quando gli americani parlano di “protezione”, che “ci proteggono” (come sono buoooni) ... e io che invece tenderei a vederla piu’ come il fatto che ci hanno conquistato 70 anni fa :D. 

No, non so, voi che dite, se non ci fossero le basi e le nucleari USA in Germania, Italia, ecc, la Russia ci invaderebbe? Mah. 


Ma rinunciare a volere dominare tutto il mondo ed accettare un mondo multipolare, no? 

Io sinceramente, da abitante del nord, mi sentirei sollevato se sapessi che non ci sono piu’ atomiche USA a Vicenza. Magari ci invaderanno ma almeno non ci atomizzeranno. 



Nessun commento:

Posta un commento