Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

mercoledì 13 settembre 2017

Armstrong: Reality of the Dollar

Uno svizzero fa un po’ di domande ad Armstrong: il fatto che alcuni importanti paesi stanno abbandonando il Possente Dollaro non c’entra niente con la sua attuale debolezza?




Armstrong Economics - Reality of the Dollar

Armstrong discute un po’ il fatto che uno stato deve avere piu’ di tutto FIDUCIA (CONFIDENCE), senza quella e’ dura andare da qualche parte, e' la base di tutto. Poi:

Your second question as to why when a group of large countries decide to exclude the dollar from their transactions, it would have nothing to do with that currency’s weakness? This is simple. The strength of the dollar is based on capital flows, not trade. There has been the safe haven issue that dominated World War I and World War II because the USA really cannot be invaded. The USA was nearly bankrupt in 1896 when JP Morgan had to lend it $100 million in gold. By the end of WWII, the USA then had 76% or the world gold reserves because (1) it manufactured everything for Europe and provided food, and (2) capital fled to the States lacking security in Europe. 

La forza del dollaro viene dai flussi di capitali, non dai saldi commerciali

Il fatto e’ che gli USA non possono realisticamente essere invasi. Alla fine della seconda guerra mondiale gli USA avevano il 76% di tutto l’oro perche’ 1) facevano costruire un sacco di roba in Europa e in cambio vendevano cibo 2) non essendoci sicurezza in Europa i capitali fluivano negli States.

China and Russia can complain about the dollar all they want and attempt to denominate commodities in their own currencies. But trade is a tiny fraction of international capital flows. 
This is why the Euro has utterly failed to become a major reserve currency that even China liquidated and drastically reduced their Euro holdings because there was no central government debt. 
Anyone investing in Euros still had to pick and choose among the Eurozone debt and they selected Germany. Just look at the differentials in interest rates within the Eurozone. This reflect the same differences between the States in the USA compared to the Federal debt. 

Russia e Cina possono lamentarsi quanto vogliono del Dollaro e decidere di commerciare le commodities nelle loro valute ma il commercio e’ solo una piccola frazione di tutti i flussi di capitale mondiali [da scolpirsi in testa. Er].

E’ per questo che l’Euro ha fallito come valuta di riserva e persino la Cina ha liquidato e ridotto la sua esposizione all’Euro: perche’ non c’e’ un debito comune

Chiunque voglia investire in Euro si trova sempre davanti al dilemma nel debito di che parcheggiare i soldi e sceglie poi sempre la Germania. Guarda i differenziali di tassi di interesse in Europa [altrimenti noti da noi come “spread". Er]. E’ come se uno che volesse investire in Dollari dovesse scegliere se parcheggiarli in debito del Kansas piuttosto che dell’Illinois.

China understands what is necessary to create a reserve currency. They are opening a bond market to investors. This takes time. China must establish a solid rule of law in order to provide CONFIDENCE for foreign capital to park money in their currency. This is exactly what Europe has failed to do because Germany does not trust the other governments.

La Cina capisce questo problema e sta aprendo il suo mercato del debito agli investitori, ma ci vuole tempo per stabilire una certa FIDUCIA e convincere i capitali mondiali che lo Yuan e’ un parcheggio affidabile. 

Questo e’ quello che in Europa non e’ successo proprio perche’ i tedeschi non si fidano degli altri governi europei.


Poi si parla delle 800 basi militari USA in giro per il mondo e di Svizzera. Armstrong dice che gli svizzeri hanno perso il loro “vantaggio comparativo” (Ricardo) accettando tutte le regole bancarie volute dal resto d’Europa sul segreto bancario, nato ai tempi di Hitler, che aveva reso illegale l’esportazione di capitali.




Nevertheless, historically, ONLY those currencies of the dominant military power have EVER been the reserve currency. So you may not want to hear about the 800 bases etc, but you cannot escape the fact that part of the reserve status of any currency is the military power. 
When Athens became a major power after defeating the Persians, it was the Athens Owl (tetradrachms) that was being imitated in Europe, Asia, and in India.

Comunque, storicamente SOLO le valute di paesi che erano anche POTENZE MILITARI DOMINANTI sono potute diventare anche valute di riserva. 

Quando Atene sconfisse i persiani fu la civetta delle loro Tetradracme ad essere imitata in Europa, Asia e India. 




We find Indian imitations of Roman gold aureus spanning more than 100 years. They are not counterfeits in the sense of trying to create gold plated coins, but they were of equal or greater metal content yet struck in the image of Rome because people TRUSTED the Roman currency in India just as people will TRUST US dollars in Russia or China. The dominant military power is also the reserve currency historically.

Troviamo imitazioni degli Aurei romani per piu’ di un secolo. Non sono dei falsi, nel senso che sono veramente d’oro, non placcate, addirittura talvolta il peso di metallo nobile e’ persino un pochino piu’ alto che negli originali. E’ che le genti avevano preso ad avere FIDUCIA nelle monete romane e le copiavano fino in India. Proprio come oggi il Dollaro e’ accettato anche in Russia o in Cina

Storicamente la potenza militare dominante e’ anche quella che ha la moneta di riserva.

As for the decline in the dollar, we need the false move to set the stage to break the back of the world monetary system. ONLY then will we see a new reserve currency emerge. That will NOT happen with a lower dollar. 
A dollar rally will create sovereign debt crisis outside the USA and reduce trade exports for the USA, and the hunt for taxes will continue to reduce world GDP as today 2% is regarded as fantastic growth when 6% was the optimum in the 1980s.

Quando al declino del Dollaro ci serve prima una falsa mossa, per preparare il palco al crollo del sistema monetario globale attuale. Solo allora vedremo sorgere una nuova valuta di riserva globale. E questo non avverra’ con un dollaro debole ma con un dollaro forte.

Un rally del Dollaro creera’ crisi dei debiti sovrano fuori dagli USA e ridurra’ gli export verso gli USA. E le tassazioni di questi paesi in crisi ridurranno ulteriormente il PIL mondiale.


---


In quest’altro post sempre di jeri Armstrong insiste sul Dollaro:
Armstrong Economics - Am I Certain About the Strong Dollar?
China will replace the dollar but only AFTER 2032.
Until then, they must still work on establishing the Rule of Law so that capital will park in yuan with confidence. Denominating oil in yuan or euro means nothing. Where will you park your cash? That remains dollars for major institutions. There is no alternative. Even the Japanese yen is not a free currency because the government retained control over anyone anywhere issuing and debt in yen without government approval.

La Cina rimpiazzera’ il dollaro ma SOLO DOPO IL 2032, pronostica il Vate :D

.. ma tutto il post meriterebbe di essere letto, come anche quest’altro, sempre di jeri (si vede che era in vena o aveva tempo):

Armstrong Economics - Legal Tender Money v Fiat

in cui parla di come anche le monetazioni in oro e argento alla fine erano “fiat” perche’ i re e imperatori che coniavano davano sempre un valore nominale alle loro monete superiore al valore del metallo prezioso che contenevano.

Arriva a parlare di riserva frazionaria e come le banche creano la maggior parte del denaro A DEBITO (sistema monetario basato sul debito), di San Tommaso d’Aquino e del codice di Ammurabi, di debasement del denarius romano nel III secolo, ecc... 

11 commenti:

  1. La potenza dominante fa di tutto per mantenere tale posizione. Nel momento in cui la perde è un disastro. Vedi ultimo passaggio UK -> USA.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che poi in realta’ quello non fu neanche un vero e proprio passaggio da un impero ad un altro secondo me ma piu’ un passaggio di testimone. Ancor’oggi le capitali della finanza mondiali sono (finche’ resistono) Londra e Jew York. Il prossimo passaggio rischia di essere molto piu’ drammatico per una serie di motivi:

      1) si passa dall’occidente all’oriente (Cina)
      2) siamo in un’epoca di crisi delle risorse incipiente, petrolio (che e’ alla base di tutto lo sviluppo mondiale del XX secolo) ma anche risorse minerarie varie e persino alimentari direi (se non vogliamo mangiare scarafaggi, topi in salmi’ e alghe)
      3) siamo nel mezzo di un periodo a tassi zero mai visto prima in tutta la storia millenaria dell’umanita’
      4) siamo in zona picco anche della popolazione mondiale (prossimi decenni e sino a fine secolo XXI secondo l’ONU)

      ...

      Se a tutto questo aggiungi anche il rischio che esploda la caldera a Jellowstone o ai Campi Flegrei (anni di inverno perenne in tutto l’emisfero nord) o anche solo i cambiamenti climatici (che quale che vuoi sia la causa mi pare ormai evidente che ci sono) ...

      Fasten your belts guys!

      Elimina
  2. In quest’altro post sempre di jeri Armstrong insiste sul discorso Dollaro:

    China will replace the dollar but only AFTER 2032.

    Until then, they must still work on establishing the Rule of Law so that capital will park in yuan with confidence. Denominating oil in yuan or euro means nothing. Where will you park your cash? That remains dollars for major institutions. There is no alternative. Even the Japanese yen is not a free currency because the government retained control over anyone anywhere issuing and debt in yen without government approval.

    La Cina rimpiazzera’ il dollaro ma SOLO DOPO IL 2032, pronostica il Vate :D

    https://www.armstrongeconomics.com/markets-by-sector/foreign-exchange/usd/am-i-certain-about-the-strong-dollar/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come fa a prevedere robe da qua a trent'anni non si capisce.

      Elimina
    2. beh, sono 15 :D ... l onde my friend, le onde :D (cicli, database piu’ esteso al mondo - ipse dixit - algoritmi ... )

      Mah. Pero’ direi che ci potrebbe stare come tempistica. Nel giro di pochi anni abbiamo visto QE a go-go, tassi zero e negativi come non mai in 5000 anni, PIL cinese che supera quello americano, riserve auree cinesi svelate, SGE che rimpiazza il mercato londinese dell’oro dei Rothschild.... tempi interessanti - e pericolosi - ci attendono. Buoni anni ’20 ;D

      Elimina
    3. Sta volta sono 15 perchè si è dato un contegno, forse si è svegliato meno euforico del solito. La mia opinione è che le onde funzionano se tutto scorre regolare, ma c'è troppa entropia al mondo, troppe variabili che possono anticipare o posticipare un dato evento. Per esempio anche solo una relazione diplomatica tra Cina e un paese limitrofo andata male, può sballare la tabella di marcia di diversi anni.

      Elimina
    4. si, anch’io sono sempre stato un po’ scettico sui cicli .. per non dire molto :D .. oddio, che ci siano dei cicli, dei flussi e riflussi ha sicuramente senso, ma quando ti sparano, che so, dei livelli al centesimo di dollaro o delle righe tracciate su un grafico ... mmmmm... comunque col tempo il mio scetticismo su questi “strumenti” e’ calato. Un po’ come profezie autoavveranti (esempio psicologia e algos sui livelli di Fibonacci o analisi tecnica in generale.

      Comunque anche Armstrong lo ripete sempre che lui non e’ che “vede il futuro”, gli scenari sono sempre aperti, per lui e per il suo megacomputer. Ma se certi livelli vengono passati allora, che so, lo scenario A scompare e viene vericato lo scenario B. Insomma, non e’ tutto scemo :D

      Elimina
    5. ... immagina il mio scenario “fantascientifico” di bomba “genetica”, un virus che ammazzi solo chi ha certi geni, tipo gli occhi a mandorla: Taaak! Fine dello scenario “cina ritorna superpotenza economica e militare mondiale” (storicamente e’ un’ecezione che il PIL della Cina sia stato minore di quello di tutto l’occidente insieme)

      Elimina
    6. Considero quell'ipotetico virus controproducente. Penso che volgiano sovrappopolare e schiavizzare, mentre ridimensionare la popolazione andrebbe nel verso opposto. Magari un virus che ti rende stupido, ecco quello sì.

      Elimina
    7. un virus che ti rende stupido? Dici che che ce n’e’ bisogno? :D

      Schiavizzare i cinesi? In bocca al lupo. Coi robot e tutto poi? C’e’ tutto sto bisogno di schiavi? Non credo, credo piuttosto che la crisi delle risorse in arrivo nei prossimi decenni le popolazioni mondiali si contrarranno piuttosto che aumentare.

      Elimina
    8. "un virus che ti rende stupido? Dici che che ce n’e’ bisogno?"

      Risparmierebbero soldi destinati alla propaganda.

      "la crisi delle risorse in arrivo nei prossimi decenni le popolazioni mondiali si contrarranno piuttosto che aumentare."

      Ah sì, quando arriverà la crisi di risorse, saranno molte le cose che diventeranno inutili.

      Elimina