Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

mercoledì 12 luglio 2017

Barnard: Tech-gleba senza alternative

Imperdibile l'ultimo lungo post di Barnard (in due parti piu’ un’appendice) in cui mette un po’ assieme gli argomenti dei suoi post recenti e prefigura il destino prossimo venturo dell’umanita.. sembra il riassunto di romanzo distropico ma e’ assolutamente plausibile se non probabile o addirittura certo che andra’ cosi. 

A mio avviso comunque Paolo e’ anche ottimista - pensa te! :o - nel senso che prende per buone le previsioni delle Nazioni Unite su 10 miliardi di abitanti sulla terra a fine XXI secolo... anche lui mi pare sottovalutare se non ignorare l’impatto che i post picchi di questa e quella risorsa, petrolio in primis, avranno sull’umanita’ tutta. Probabilmente ha ragione nelle sue previsioni sulla tech-gleba globale del futuro ma a questo io sovrapporrei gli effetti nefasti della fine dell’energia a basso costo. E’ incredibile come pressoche' tutti, da un lato e dall’altro, a “destra” come a “sinistra”, hanno completamente fuori dai radar questo piiiiiccolo dettaglio dell’energia, della sua disponibilita’ e del suo costo. Incredibile. Gli anarco-destroidi alla zero hedge negano il riscaldamento globale e i pericoli del post picco del petrolio, il mainstream teleguidato dalle banche e dalla finanza ovviamente non puo’ che fingersi sempre ottimista in un mondo in cui il debito e’ stato pompato come mai prima nella storia dell'umanita’, e a sinistra i vari Bagnai, Barnard ecc idem, pare che sia tutto e solo un problema di moneta e sovranita’ ... mah, io dico che comunque vada tempi duri aspettano l’umanita’ in questo XXI secolo, dopo la sbornia del XIX e soprattutto del XX secolo. 

Comunque da leggere, ecco i link:

Paolo Barnard - TECH-GLEBA SENZA ALTERNATIVE. (parte I) 
Paolo Barnard - TECH-GLEBA SENZA ALTERNATIVE. (parte II) 
Paolo Barnard - TECH-GLEBA. SPACCIATI? COGLIONI FATEVI I CONTI IN TASCA.

PS: mi domando se e quanto Barnard conosca il mitico Alejandro Jodorowsky (anche lui ebreo, by the way) ...





8 commenti:

  1. Condivido il tuo pessimismo, e pensa: già loro vengono considerati fuori di melone, immaginati come siamo visti noi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, lo so purtroppo, la paghi sulla tua pelle. Io ci ho perso “amici” (ottusi piddini, gli sciopa la testa a sentire cose non dette da Repubblica o Rai3 > balle, gli si occlude il cervello. Spaventoso. Davvero. Raccapricciante). Poi se anche solo, per dire, osi accennare al fatto e’ curioso che a dirigere la Fed ci siano da 30 anni solo ebrei quando solo appena l’1,7% della popolazione americana ... uuuh! sei un NAZISTA! Ovvove, ripudio, indici alzati, ripudio e damnatio memoriae (!). Pazzesco.

      Elimina
    2. ... la cosa piu' allucinante per me e’ come ci stiamo buttando mani e piedi in un mondo, un sistema, che la peggiore Stasi del passato manco se lo sognava: siamo tutti schedati, studiati, spiati, ogni scoreggia, ogni cosa che compri, dove vai ... guarda che e’ FOLLE come ci stiamo gettando come lemmings in un sistema di CONTROLLO TOTALE. Senza poi manco domandarsi CHICCAZZO LO CONTROLLA questo sistema.

      Poi, per coprire la news che, per dire, oggi, SONO STATI I PIDDINI A VOLERE TUTTI I CLANDESTINI IN ITALIA ti tirano fuori la leggina contro l’apologia del fascismo ed un pirla di comacchio che ha il bagno “fassisssta” al mare. Tz! E i piddinoidi puff, dimenticano in un istante fiscal compact, austerity che ha massacrato le banche italiane, Renzie che massacra le rinnovabili in Italia, svendite e privatizzazioni di decenni e massacro dei diritti dei lavoratori e della sanita’ pubblica. Figurarsi essere consapevoli di in che mondo ci stiamo infilando. Che ridicoli COGLIONI. Pazzesco.

      Ha ragione Paolo: Ci meritiamo TUTTO. TUTTO.

      Elimina
    3. Ci credi che ho parlato con un professore? E mi viene a dire che le "risorse umane" alloggiate ricevono solo una parte di ciò che sarebbe destinato a loro, quindi sono costretti a trovarsi un lavoro e in tal modo a contribuire alle tasse.

      Tutto un magico mondo fatato dove tutti vissero felici e contenti, col muflone arrapato che confeziona la cioccolata.

      Quando la risorsa gli entrerà letteralmente da dietro nel suo bel urifizio laureato in accoglienza e carità, allora si accorgerà del reale arcobaleno di emozioni.

      Elimina
    4. il muflone arrapato che confeziona cioccolato? Ma questa da dove esce? Shawne the sheep? :D

      Il fatto e’ che SE CI FOSSE LAVORO avrebbe magari anche senso avere immigrazione (magari da paesi in cui la gente ha una preparazione, non da paesi in cui sino a jeri vivevano di macumba e non avevano neanche un sistema di scrittura) ma in un paese come l’Italia di oggi in cui scappano in 270mila in un solo anno a cercare fortuna altrove, in cui le globalizzazione e tasse hanno massacrato l’industria che era sino a l’altrojeri una delle piu’ fiorenti al mondo, in cui 10-12 milioni di persone non hanno soldi per pagarsi cure e medicine, in cui la disoccupazione giovanile e’ al 40-50% ... beh in una situazione del genere (che fra l’altro hai contribuito tu piddino a creare per decenni!) fare arrivare milionate di disperati e paraculi, beh, e’ criminale!

      Elimina
    5. ... pensa all’America 100 anni fa, tema caro alle “logiche” del bravo sinistrato (sia chiaro, io stesso vengo da li e fino a un 10 anni fa, prima di iniziare ad informarmi sul serio e non solo su Repubblica e Rai3 potevi beccarmi a snocciolare grossomodo anche io il loro set di frasi fatte e “impalcatura” logico intellettuale da strapazzo): 1) agli italiani migranti davano solo calci in faccia e prospettive di schiavitu’, altro che poverini e sussidi e casa e cibo gratis e bim e bam 2) li c’era un continente intero da costruire, da conquistare e far crescere. C’era l’energia a bassissimo costo e aveva senso essere positivisti e “ottimisti”. Ma da noi oggi? ....

      no, guarda ci sarebbe da scrivere un papiro sulle puttanate, le idiosincrasie, le minchiate, le balle e la demenza della propaganda-fogliadifico delle “sinistre” occidentali negli ultimi decenni, sui loro sporchi e meschini affari, sui loro epici tradimenti e sulla loro infima statura intellettuale unita all'arroganza di “colui che sa di sapere”, come ha perfettamente definito la piddinitas Bagnai

      Elimina
    6. Noi siamo istruiti ma col cervello sotto aceto, quelli che arrivano sono ignoranti ma svegli da un certo punto di vista. Ci faranno un qlo a capanna. E io non muoverò un dito, sono responsabile di 2 o 3 persone e penserò solo a loro.

      Elimina
    7. Esatto purtroppo. Se dal punto di vista del QI (quoziente intellettivo, che non c’entra con l’istruzione ma con la capacita’ di risolvere problemi logici) gli europeo sono una spanna sopra gli africani (100-110 in media contro 70-80 e contro un 110-120 fra Cina, Giap e limitrofi), qui i furbi sono gli africani che vengono a fare le vittime spesate di tutto (lamentandosi! alla faccia dei “rifugiati” e “profughi dei merDia) e noi i boccaloni rimbambiti che becchiamo. Allucinante. Fra l’altro ero poco fa alla stazione e un nero quasi mi e’ saltato addosso con un “ciao” che sapeva di “cazzo vuoi”. Io ovviamente non avevo fatto niente ... probabilmente ero colpevole di non avergli sorriso abbastanza (!). L’altro giorno nella via principale una nera ciccionissima (fuggono dalla fame) faceva pisciare nel portico il suo bebe’ di 2-3 anni (!) ... stiamo andando verso lo svacco totale ... accogliere clandestini i centinaja di migliaja gia’ e’ una pessima idea ma diventa CRIMINALE farlo in un paese da cui scappano in 270mila l’anno e con disoccupazione al minorile al 40%. CRIMINALE.

      Elimina