Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

domenica 23 aprile 2017

Francia: Il giorno e’ arrivato, si vota!

E’ arrivato il grande giorno! Dai francesi, fateci sognare, abbattete il merdone infame e traditore che e’ questa “Unione" Europea. E viva l’Europa! Un'Europa di Stati democratici, liberi di scegliersi il proprio destino, le proprie regole e la propria politica, la propria moneta e relativa banca centrale sotto il proprio controllo.

Si e’ parlato della rimonta del candidato dell’ “estrema sinistra antieuropeista” ...




Direi che questa da sola potrebbe bastare ed avanzare per inquadrare la situazza. Alla fine, quasi garantito al limone, la solita trappola per irretire le teste “di sinistra”. Come diceva quello? Per spacciare per bene le caramelle avvelenate alla sinistra non mandi il babau, mandi un agnellino, un San Francesco, un progressista, un “compagno" ... pensa se le robe che ha fatto un Renzie le avesse fatte un Berlusconi! Licenziamenti facili e precarizzazione, obbedienza quasi cieca ai padroni transatlantici ed alle multinazionali (vedi appoggio al TTIP), salvataggi di banche a suon di decine di miliardi mentre i terremotati in centro Italia lasciati a crepare di freddo insieme al bestiame, massacro delle rinnovabili e di quella industria che stava un irrobustendosi nel paese, regali ai petrolieri, austerita’ e appoggio incondizionato alle politiche neoliberiste e mondialiste ... dai, in confronto il Banana e’ un vero compagno! ;D

So much per Melenchon, fra l’altro politico di professione, parlamentare da vent’anni e figlio di un massone .. so’ garanzie ;D


Poi c’e’ il candidato direttamente dei Rothshild, Macron... dai, anche qui, bisogna aggiungere altro? Una garanzia. 


Niente, c’e’ solo da sperare in quella che zio Zib chiama la “Santa Marie” :o ;D


Un po’ di letture, nel caso ve le foste perse. L’ultimo post di Dezzani dopo l’attacco terroristico “ISIS” sui Campi Elisi (cliccare sui titoli per leggere gli articoli completi sui rispettivi siti, come sempre):



Federico Dezzani - Un crescendo di tensione fino al ballottaggio, ed oltre… 
Giovedì sera, a distanza di nemmeno di 72 ore all’apertura delle urne, la Francia è stata vittima di un attentato terroristico dalla forte carica simbolica: un agente di polizia è stato ucciso sugli Champs-Elyées da un presunto affiliato all’ISIS. L’Esagono sceglierà così il prossimo presidente della Repubblica non solo in pieno stato d’emergenza, ma oppresso anche da una cappa di terrore appena rinfocolata: è il coronamento di un’inutile strategia della tensione con cui il sistema euro-atlantico ha cercato di compattare l’elettorato attorno ai propri partiti. La tempistica dell’attentato conferma che Marine Le Pen gode di un ampio margine di vantaggio: la tensione, in Francia e sul piano internazionale, aumenterà costantemente fino al ballottaggio del 7 maggio, ed oltre.

Ultime incertezze dissolte: Marine Le Pen ha la vittoria in pugno… (...)



En passant un articolo in cui mi sono imbattuto in cui Human Rights Watch (che curiosamente ha preso in passato bei soldoni anche dal solito Soros) in cui denunciano che una grossa fetta degli attentati terroristici in USA hanno strette relazioni coi servizi segreti (per non dire che probabilmente molti “pazzi/terroristi” sono creati ad hoc dai servizi, argomento che i merDia di massa si guardano bene dal trattare anche fosse solo in una trasmissione alle 3 di notte):





Sempre sul tema degli attentati ad orologieria una interessante grafica in questo post:


Blondet & Friends - FIRMATO RITA KATZ


Naturalmente non sono mancate le sirene del mainstream - ho in mente un (solito) luridissimo tweet di Zuccone, abilissimo in questo genere di manomissioni della narrazione e manipolazione delle teste piddine e piddinoidi .. se uno non vuol credere, come me, che sia proprio il suo cervello che scoreggia in questo modo - che si sono messe a strillare che "ISIS vota LePen". E pensare che la famosa “strategia della tensione” degli anni ’70 in Italia avrebbe dovuto scrivere bene nella testa degli italiani che il terrorismo serve sempre a portare le greggi verso il "sicuro” recinto, come ricorda giustamente Foa qui:


Marcello Foa (Il Giornale, blog) - Effetto attentato, cosa rischia davvero Marine Le Pen 
Siamo sicuri che l’attentato di Parigi avrà un impatto decisivo sul primo turno delle elezioni presidenziali francesi ? E che ad avvantaggiarsene sarà Marine Le Pen, come strillato da molti angosciati giornalisti ? Sarei cauto. 
Le elezioni si vincono conquistando l’elettorato centrista e in genere l’esperienza suggerisce – anche in Francia dopo gli attentati di Charlie Hebdo e del Bataclan – che in queste circostanze aumenta la coesione con le istituzioni. Di fronte a una minaccia grave l’elettorato moderato tende a premiare non risposte radicali bensì chi rassicura e rafforza l’unità del Paese. (...) 


Tornando a Dezzani un articolo che rafforza la sua narrazione


Blondet & Friends - GENERALI FRANCESI. COSA PENSANO DEL PENTAGONO E DELLE SUE IMPRESE.



Ci siamo dimenticati che De Gaulle ha tenuto la Francia fuori dalla NATO, e cosi’ tutti i suoi successori sino all’arrivo al potere di Sarkozy, ebreo e da diversi autori ritenuto uomo degli americani? Atomica, esercito forte e che mal digerisce la sottomissione alla direzione atlantica ... queste elezioni potrebbero davvero segnare la fine di questa Unione Europea. 

Al di la della marea di retorica con cui ci hanno indottrinati per decenni, se ci pensi a modo suo degna del miglior Istituto Luce (UE madre della pace e della prosperita' del progresso e della liberta’ e bla bla bla) nei fatti l’Unione Europea e’ il braccio politico del secolare potere anglosassone nel mondo e nella fattispecie nelle frange occidentali dell’Euroasia (aderire all’UE negli ultimi 20 anni ha quasi per definizione implicato aderire alla NATO) e a Bruxelles non a caso sta la sede centrale della NATO in Europa

Una nuova Europa in cui la Francia e' alleata con la Russia e la Germania (e l’Italia?) restano i nuovo "asse" europeo para-anglosassone? Non so quanto sarebbe auspicabile... una neo “Unione Latina” (come, monetariamente, ai tempi del Marengo ;) ) forse sarebbe piu’ auspicabile. Chissa. Certo stare qua a fare da target, come piccioni, per gli sporchi sogni di dominio universale di un’elite che da secoli unisce East Coast americana e City di Londra non mi pare la migliore delle nostre possibili ambizioni.


Intanto le banche centrali si stanno accordando, come sempre poi, per intervenire sui mercati in caso di panico e riportare tutto in bolla in caso di crolli dei mercati azionari o dei bond di qualche paese (giustamente, per esempio, l’Italia, noh?):


Zero Hedge - Central Banks Give "All Clear" To BTFD If French Election Upsets Market
The European Central Bank could provide emergency cash to French banks if needed after the first round of France's presidential election on Sunday, but it doesn't expect such a move will be necessary, ECB policymaker Ewald Nowotny said on Saturday.

"If there should be problems for specific French banks liquidity-wise, then the ECB has the ... ELA, Emergency Liquidity Assistance, but we don't expect of course any special movements," Nowotny, who is Austria's central bank governor, told reporters at the IMF and World Bank spring meetings. 
...

The Swiss National Bank stands ready to defend the franc with interest-rate cuts and market interventions if investors pile into the haven currency in response to the French elections.

"We hope that a reasonable candidate can win -- somebody who is in favor of free markets -- but we cannot exclude that there will be more pressure on the Swiss franc,” Thomas Jordan said in an interview with Bloomberg Television in Washington, where he attended the International Monetary Fund spring meetings. “But as you know we also have our instruments to react to such a situation.

“We have more leverage on” interest rates, “and we of course have our willingness to intervene if necessary on the foreign-exchange market,” Jordan said. The SNB will “observe the situation very closely.”

“The central bank should be ready for any shocks that should materialize” after the French election, Bank of Italy Governor Ignazio Visco says in Washington.

Tools that should be used include liquidity provision and cheap refinancing when needed.

“Intervening very quickly is really very easy now given the instruments we have.”

“But as we have seen in similar cases, no need has really been observed. And the reason is that all market participants know that these instruments are there to be used”




PS: Carina anche questa, non molto pubblicizzata nei merDia di massa (sarc) 


Blondet & Friends - 7 obbedienze massoniche unite: “NON VOTATE MARINE!”
Hanno firmato un “appello repubblicano” perché i francesi non votino Marine Le Pen. Nessuna sorpresa, in fondo … Le cose diventano ogni giorno più chiare. Non ci sarà più bisogno di noi complottisti. 
L’appello repubblicano è firmato da: Grand Orient de France (GODF), la Fédération française du Droit humain (FFDH), la Grande Loge féminine de France (GLFF), la Grande Loge féminine de Memphis Misraïm (GLFMM), la Grande Loge mixte universelle (GLMU), la Grande Loge mixte de France (GLMF) et la Grande Loge des cultures et de la spiritualité (GLCS).

Anche questa da sola, forse, basterebbe per convincermi a votare LePen se fossi cittadino francese (sai, non e’ che essendo stato a Parigi tante volte per questo mi hanno danno la cittadinanza ;D)




5 commenti:

  1. maggioranza di commenti pro LePen qui sul Fatto (per ora):

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/04/23/elezioni-francia-non-solo-sicurezza-e-terrorismo-dalleuro-al-jobs-act-la-sfida-dei-candidati-e-anche-su-altri-temi/3537652/10/#foto

    RispondiElimina
  2. Rimango cauto a credere che nazioni Nato possano allearsi con la Russia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la Francia non e’ l’Italia o la Spagna, loro fuori dalla NATO ci sono stati pressoche’ sempre tranne gli ultimi neanche 10 anni. Poi non sarebbe neanche per forza necessario allearsi con la Russia, basterebbe smetterla di volerle fare pelo e contropelo

      Elimina
  3. Aldo - La Le Pen non è Trump e i francesi non sono americani... Chi pensa che Marine possa essere eletta è fuori dalla realtà...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a Parigi solo un 4-5%.. a Lyon solo un 7-8% ... poi mezza nazione e’ sua pero’... comunque sia questo non risolve NESSUN problema dell’UE, i nodi alla fine 0 IN UN MODO O NELL’ALTRO - al pettine ci arrivano. Come dice Armstrong se vinceva LePen sarebbe stato meglio perche’ se vince Macron sara’ peggio DOPO

      Elimina