Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

mercoledì 26 aprile 2017

Barnard: Il Piu’ Grande Crimine



Io continuo a restare letteralmente basito da come ancora, dopo decenni di prove e controprove, ancora masse intere di persone sono ancorate agli skemini mentali che gli hanno raccontato nonni e maestrine a scuola. 


Gente che ti dice “Aaah! tutto ma non quella fascista della LePen!”


Ma tesorucci miei, ma dove avete vissuto le ultime decadi? In una camera d'ibernazione? La LePen e’ la fascista? Ma di cosa parlate? Ma ne siete proprio sicuri?


Cos’e’ sto cazzo di fascismo? Per la pressoche’ totalita’ delle persone “di sinistra”, probabilmente per infantilismo, probabilmente perche’ si, e’ stato anche questo, fascista equivale a dire uno dal fare aggressivo, che detesta zingari, gay e lesbiche, ebrei e “tutti i diversi”, oggi, piu' di tutto, gli stranieri. Punto. 

Ok, sicuramente c’e’ anche questo aspetto, ma mi pare che vi stiate dimenticando qualcosa di molto piu’ importante, la vera sostanza del fascismo... ok, lo so che molti non saranno d’accordo ma senti, il fascismo era una forma di socialismo senza abolizione della proprieta’ privata. In pratica una forma di panem et circenses per le masse per tenerle buone - e magari anche felici e contente - sotto il controllo delle oligarchie nazionali. I fascisti manganellavano chi? I sindacalisti quando la loro lotta era sacrosanta e vera, i contadini che si ribellavano alla quasi schiavitu’ della gleba che gli era imposta dal latifondista... ok, l'ho fatta semplice, gli estimatori di Mussolini se la prenderanno e ci sta anche che se la prendano ma io riassumerei che la vera essenza del fascismo e’ uno stato che controlla le masse per garantirne il controllo a delle elite. 


Capisco che potremmo discuterne per giorni.. anche sotto il socialismo reale, il comunismo, con la proprieta’ privata abolita, alla fine c’erano sempre delle elite che controllavano tutto, in maniera probabilmente anche piu' subdola (e paranoica). Ed e’ direi un fatto anche che solo se uno ha cose sue si dara’ in generale da fare per farle funzionare e crescere e migliorare la propria condizione e magari anche quella di tutti gli altri, solo con lo spirito imprenditoriale.. ecc.


Alla fine probabilmente il problema, al di la delle etichette novecentesche, e’ sempre quello, eternamente quello: Noi (tanti) contro Loro (pochi). 


Se e' vero che e’ giusto che chi si dia da fare migliori la propria condizione e non deve essere un obbligo, men che meno “morale”, che spartisca il frutto del suo lavoro con gli altri; se e’ vero che, per dire, il sig. Microsoft abbia accumulato ricchezza, mi pare altrettanto vero che pero’ ci sono o ci devono essere dei limiti: vi pare giusto che una manciata di persone controlli tutto?! Decida tutto? Al posto nostro, a posto di milioni e milioni di altri? A me no. 


Tutto 'sto discutibilissimo preambolo per dire solo questo: i veri “fasisssti” di oggi non mi pare proprio che siano i vari LePen o Borghi. I veri fascisti di oggi (di nuovo, mi perdonino i fan di Mussolini) sono quelli che lavorano ed hanno lavorato tutta la vita per costruire e rafforzare un sistema che e’ fatto a dimensione delle elite, e’ architettato per sottomettere popoli interi, per manipolarli, mischiarli, impoverirli, dirigerli come un gregge di bestie al macello.


I veri fascisti di oggi sono .. ma certo, e’ ovvio, si, in Italia proprio i piddini. 


"Oooh! Ma ti prego! che stronzaaaata!” ... no tesoruccio, ti prego io! Sveglia cazzo, sono decenni, almeno, che ve ne danno prova su prova!


I veri fascisti di oggi sono i burocrati di Bruxelles, quelli delle commissioni opacissime che decidono del destino di mezzo miliardo di europei a porte chiuse e senza la luce dei riflettori a illuminarli. I veri fascisti di oggi non sono i LePen o Grillo o Salvini, sono i banchieri di Francoforte e di New York, sono le lobbies a Washington e a Bruxelles, e giu’ giu’ sino ai loro generali e tenenti in loco, i vari D’Alema, Napolitano, Prodi, Renzie, Macron ... la loro agenda e’ chiarissima a chiunque voglia finalmente togliersi i paraocchi, a chiunque cominci ad indagare al di la della propaganda in cui siamo immersi dalla nascita.


Sono quelli i veri nemici dei popoli europei, i “moderati”, i “progressiti” (tutte definizioni che si danno da soli, e propagandate a vita dai loro media). E l’euro e’ uno dei piu’ infami, veramente diabolico, strumenti della loro azione. 


E se i Prodi, Napolitano, D’Alema sono i proconsoli, i veri capi sono per lo piu’ sempre nell’ombra, per lo piu’ ignoti alle masse. Tipo questo soggettino qui, visto che siamo fra i due turni delle elzioni francesi:








Jacques Attali. E chiccazzo e’? Io penso che se lo chiedessi per strada a 100 persone ne beccherei forse 3 o 4 che ne hanno sentito parlare .. e che riescono almeno a dirmi che e’ un banchiere ebreo-algerino influentissimo da decenni in Francia forse non ne troverei manco uno. Eppure sono questi i “masters of the universe” come mi pare disse a suo tempo Lloyd Blankfein (ancora, prendi 100 persone: quante sanno anche solo vagamente chi e’? E poi via coi vari Soros - questo magari qualcuno lo conosce ;D - .. e poi ci sono i nomi ancora piu’ nell’ombra, casate Reali europee, capitani d’industria o di banca misconosciuti, Opus Dei ..)


Vedi, e’ questa una grossa fetta del problema, la massa di persone “a sinistra” (fra virgolette perche’ appunto tutto mi pare essere che una sinistra, che dovrebbe avere a cuore il benessere delle classi piu' povere del paese.. del proprio paese... e invece, da decenni ...), e non solo a sinistra che non sa un cazzo di cos’e’ veramente successo nel suo paese nel suo continente e nel mondo intero da quando e’ a sto mondo. E’ pazzesco. Pazzesco come la propaganda e’ riuscita a spegnere il cervello a cosi’ tanta gente .. e per tutte le loro vite poi. 


Per forza che poi son tutti li a gioire della vittoria di un lolito’ (Copyright Tampieri :D) che non e’ altro che un bamboccetto creato e nelle mani di questi pupettari, di Attali’, degli altri banchieri storici, i Rothschild. Tutti a dare per scontata la sua vittoria fra 2 settimane scarse. Perche’ non sanno, non possono capire, i merDia gli hanno tolto tutti gli strumenti per capire come mai la LePen viene accolta dagli operai della Whirlpool di Amiens (meravigliosa cattedrale gotica, en passant), in procinto di essere chiusa per essere spostata in Polonia, coma una di loro e Macron invece viene fischiato.







Tanto per dire, mi sono visto il TG1 stasera (lo faccio, con abnegazione, solo per poter avere conoscienza delle specifiche manipolazioni luride dei fatti che fanno praticamente h24 7su7 da sempre): Sono arrivati a dire che la LePen (che sguazza nell’odio ;D) ha agitato gli animi e quando il povero Lolito’ e’ andato a parlare con gli operai lo hanno aggredito. La storia vera e’ che Macron era andato solo per parlare a porte chiuse coi soliti venduto dei sindacati. Arrivata la LePen fra la gente si e' visto costretto a fare la sua passerella anche lui (anche se il padrone che ha soffiato la vita in quel golem disprezza apertamente le masse). A sentire il TG1 invece pareva che la LePen gli avesse preparato un agguato (ci mancava solo che dicessero che lo aspettava con degli squadristi in nero armadi manganello ed olio di ricino ... sara’ che se la tengono buona per dopodomani, per il giorno prima del secondo turno ;D)


---

Un pajo di letture consigliate (linkatele ai vosti conoscenti piddini e piddinoidi! Lo so che le snobberanno, faranno finta di niente, non le guarderanno, faranno gne!gne!gne sbattendosi le mani sulle orecchie per non sentire ... ma provateci! Per favore!



Federico Dezzani - Il paradosso di Condorcet apre le porte dell’Eliseo a Marine Le Pen

Barbara Tampieri (Orizzonte degli Eventi) - Lolito', fuoco dei miei lombi

Blondet & Friends - FRANCIA. E’ LOTTA DI CLASSE, MA DISTORTA ALLA RADICE

Voci dall’Estero - LE FIGARO: MACRON/LE PEN E IL CLAMOROSO RITORNO DELLA LOTTA DI CLASSE…MA IL PCF CHIAMA AL VOTO PER ROTSCHILD

Cioe’, i comunisti e i sindacati che indicano di votare il candidato dei Rothschild piuttosto che la LePen non so se fa piu' ridere o piangere. O sono talmente frullati nel cercello e fuori dal mondo da essere da considerare incapaci di intendere e di volere o ... o sono venduti. E da mo. 


...

Ma no, cancella tutto, ai vosti amici-parenti-conoscenti piddini-piddinoidi-normalisti-vaniglia segnalate questo mitico video di Paolo Barnard (imperdibile se non l’avete mai visto. Discutibile quanto vuoi, per esempio sul fatto che se la BC fosse statale sarebbe il paese dei balocchi, ma imperdibile. E impagabile quando racconta come proprio il PD e le sue declinazioni sono i veri fascisti di questi decenni e bisognerebbe invocare una nuova Norimberga contro i vari Prodi, Napolitano, D’Alema & Co, per crimini contro l’umanita’. E direi che, davvero, ci starebbe tutta, quello che hanno combinato questi soggettini (Amato, Andreatta, Draghi, Monti.. Gruber, Maggioni.. la lista e’ lunga. E solo per dire gli emissari in Italia), questi emissari in terra italiana di quello che Barnard chiama il Vero Potere, e’ certamente pari ad una guerra mondiale per morti e distruzione che ha lasciato e lascera’ nel nostro paese. 




---
---





4 commenti:

  1. Se uno ancora nel 2017 vota PD, è irrecuperabile, oppure ha confitti d'interesse.

    Nel mio habitat, conosco pochi "interessatamente conflittuali", ma molti idioti tronchi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vedevo alcune foto di chi - ancora adesso, nel 2017! - sta andando a votare all primarie PD (che barzelletta): un branco di PENSIONATI per lo piu' un mix fra nostalgici / fuori dal mondo / rintronati / rincoglioniti / per ora risparmiati dal macello generale (finche’ continuano a pagare le pensioni..)

      Elimina
  2. utile da record per le Ferrovie
    a 772 milioni di euri nel 2016 (+66%)

    ricordatevene quando avrete il piacere di prenderne uno

    in perfetto orario, con tratte e corse in continua crescita,
    con ampia disponibilita di posti a sedere su carrozze moderne,
    pulito, ovviamente senza pulci,
    con bagno profumato e cartigienica disponibile, personale gentile e ben pagato,
    sicurezza a bordo e sulla linea, data l'ampia copertura di personale e regolari manutenzioni, avendo fatto il biglietto senza coda, in stazioni dotate di ogni confort,
    ad esempio bagni gratuiti e puliti

    finalmente un caso in cui l'utile di esercizio non e' fatto sulla pelle dei clienti e dei lavoratori!

    chapeau!

    RispondiElimina
  3. Nessun “austriaco” che mi voglia tacciare di essere un comunista per aver passato il video di Barnard? Nessuno piddino/piddinoide col coltello alla mano a darmi del fascista?

    meglio cosi’.

    RispondiElimina