Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

lunedì 20 marzo 2017

Xinhua: In Grecia 50mila persone ogni anno rinunciano all'eredita'

Prossimamente in Italia? Armstrong segnala questo articolo di un media cinese:

Xinhua English - Real estate property inheritance disclaimers in Greece on rise
2017-03-15
 
Athens, March 15 (Xinhua) - The number of Greeks who disclaimed inheritance of real estate property as they are unable to bear the burden of debts and relevant property taxes is on the rise during years of the debt crisis, according to data released on Wednesday. 
According to Bank of Greece estimates, currently about half of the one million Greeks who have taken loans are struggling to pay their monthly installments. 
Justice Minister Stavros Kontonis informed the parliament that in 2016, a total of 54,422 people refused their inheritance. According to the document submitte, in 2013 the number was 29,199, it rose to 41,388 in 2014 and 45,628 in 2015
The fate of such properties is still unclear, as government auction programs are still very limited, said "Kathimerini" (Daily) newspaper. 
Prolonged recession, high unemployment rates, tax hikes, and uncertainty over the taxation system and economic prospects, as well as the capital controls imposed in the summer of 2015 have dramatically reduced demand for real estate from Greeks since the start of the Greek debt crisis, according to a recent Bank of Greece report. 
The average real estate price for residential and commercial properties in Greece has plunged by 41.3 percent since 2008, according to the report. 
Currently at least 200,000 real estate properties in Greece remain unsold, representatives of the market told "Imerisia" (Quotidian) newspaper. (...) 

Il numero di persone che in Grecia rinuncia all'eredita' (casa dei genitori) perche' non sarebbe in grado di pagare tutte le tasse e debiti che gravano gli immobili continua a salire

29mila nel 2013 
41mila nel 2014 
45mila nel 2015 
54mila nel 2016

E, per dire, in Grecia sono solo 11 milioni di abitati, un sesto degli italiani. E' come se da noi - ogni anno - a rinunciare all'eredita' fossero sulle 300mila persone (!).

Voglio sperare che sia una furbizia per temporeggiare e risparmiare sulle tasse, che ci sia qualche barbatrucco per rientrarne in possesso fra qualche anno visto che lo stesso articolo dice che le aste per questi immobili sono rare ... sono 200mila le proprieta' immobiliari che al momento restano invendute in Grecia (!)


---
Vincitori e Vinti - PERCHE' SI FA SEMPRE PIU' CONCRETO (E IMMINENTE) IL RISCHIO CHE VENGANO AUMENTATE LE IMPOSTE DI SUCCESSIONE E DONAZIONE?


Ma che bello, eh!?

Cioe', ti giuro, fra sistema bancario italiano (e mondiale!) a rischio ... 

I Diavoli - BANCHE, NON APRITE QUELLA PORTA
Le conseguenze di un bail in su alcune banche a Nordest potrebbero essere nefaste. Assisteremmo alla definitiva implosione di una vasta area geografica, con conseguenze sociali e politiche molto pesanti e alla definitiva rottura dell’implicito patto fiduciario tra depositanti e sistema finanziario. Inevitabilmente si andranno a generare flussi migratori di depositi in fuga. È difficile ex ante individuare dove andranno a fermarsi: uscirebbero dalle banche regionali (e sono tante) per andare sui player nazionali, poi partirebbe il gioco del "Who’s next?"; anche le banche medio-grandi potrebbero andare sotto pressione e si tornerebbe al punto di partenza: cioè, all’idea per cui un euro in Germania è diverso da un euro in Italia. Così avremmo buttato cinque anni di “Whatever it takes” e altrettanti di Quantitative easing.

.. rischio fine dell'euro e tasse sempre piu' esose non so come sia che in Italia NON c'e' una corsa, fra l'altro, a oro e argento (e non solo in Italia).



---
Dagospia  
LA RIPRESA? PER CULO! 
I CONSUMI SONO IN CALO E L’EDILIZIA SOFFRE: L’ITALIA RESTA FERMA 
ABBONDANO I NEGOZI SFITTI: SONO CIRCA 600 MILA 
E COSA FA IL GOVERNO? REVISIONE DEL CATASTO, CON MAGGIORI SPESE PER I PROPRIETARI DI IMMOBILI, E AUMENTO DELLE ACCISE SUI CONSUMI. E POI ARRIVERA' ANCHE QUELLO DELL’IVA


4 commenti:

  1. Dalle mie parti, Lombardia, quando i nonni ci lasciano poi vedi queste "villette" anni 60-70 che sono li, chiuse, con giardini e piante non curte, mette una certa tristezza. Purtroppo se ora sono solo alcune prevedo che il trend sia in aumento dato che ci sono un sacco di nonni in giro (ne muoiono 600.000 ogni anno circa a fronte di 300.000 nascite).
    Se poi a Bologna iniziano a regalare apartamenti, li chiamano "esperimenti", non dubito che immobili inutilizzati vengano "requisiti per il bene pubblico" e dati ai clandestini.
    foibar

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sul fatto che il trend sulla popolazione in alcuni paesi sia in calo son contento ... oddio, non e' che la cosa mi dia gioja, anzi, ma tanto PRIMA O POI la tendenza all'aumento della popolazione dovra' inevitabilmente fermarsi, per forza di cosa (abbiamo solo un pianeta).

      Il problema e' che in paesi sfigati e spesso disastrati come in Africa sub-sahariana continuano a fare in media dei 6-7-8 figli per donna (!). E' assurdo e ridicolo pensare che farli venire qua sia una soluzione: primo perche' appunto tanto prima o poi contro questo muro ci si va a sbattere lo stesso. Secondo premi gli irresponsabili (i subsahariani). Terzo e' abbastanza innegabile che tutte ste migrazioni siano anche funzionali al grande capitale e a scapito delle popolazioni dei paesi "ricchi".

      E' tutta una follia ma SI, la leva delle tasse sull'eredita' sicuramente vorra' essere usata anche in questo senso ... e' un discorso lungo a volerlo discutere con un minimo di esaustivita'.

      Elimina
  2. Boh, non si preoccupa nessuno. Ti fottono in soldi in banca? Fa lo stesso, ho un lavoro e li riguadagno. La disoccupazione è altissima e il lavoro precario? Fa lo stesso, faccio lo schiavo così non mi licenziano. Innaugurano il licenziamento per profitto aziendale? Fa lo stesso, campo coi soldi della pensione della nonna. L'INPS che deve saltare, così capiscono.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi fai venire in mente quella barzelletta sulle Sturmtruppen di quello che era nella merda sino al collo e diceva "non fate l'onda! non fate l'onda!" :D

      Si, troppo spesso la gente deve veramente finire sotto nella merda, sino ai capelli, prima di ribellarsi, prima di darsi una svegliata.. e' come in quello studio che trovai qualche anno fa che spiegava che solo quando la gente spende piu' del 30% (o era 40% o 50%? non ricordo la percentuale esatta) solo per mangiare scattano le rivoluzioni

      Elimina