Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

lunedì 13 marzo 2017

Financial Times: Il rischio di ridenominazione del debito in euro entra nei radar degli investitori


Voci dall'Estero - Financial Times: IL RISCHIO DI RIDENOMINAZIONE DELL’EURO ENTRA NEI RADAR DEGLI INVESTITORI 
Con la crescita delle forze anti-europeiste e le scadenze elettorali del 2017, l’eventualità che salti l’eurozona torna nei radar degli investitori.  
Questo articolo del Financial Times parla della crescente attenzione degli analisti verso il rischio di ridenominazione del debito nel caso di uscita di una nazione dall’euro, e getta acqua sul fuoco delle cosiddette CAC, le clausole di azione collettiva che renderebbero difficile se non impossibile la ridenominazione (vedere in proposito il rapporto Mediobanca sui costi di un’uscita dell’Italia dall’euro): poiché il diritto sotto il quale sono stipulati i contratti di debito è quello nazionale, anche le CAC potrebbero essere agevolmente forzate dal paese che lasciasse l’eurozona, e l’unica questione sarebbe di trovarsi davanti a un taglio del debito fatto con le forbici o uno fatto con la motosega. (Naturalmente, una volta saltate le CAC, vengono fuori le CPC, e la conclusione è che bisogna uscire in fretta, senza fasciarsi la testa prima di essersela rotta).

Leggi tutta la traduzione QUI


2 commenti:

  1. Capire come si comporterebbero qua in Italia è banale, comincerebbero subito con una conta delle persone importanti e si prenderebbero subito le decisioni che meno danneggiano questi VIP precedentemente individuati. Gli altri si arrangeranno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. .. tipo pagamento al 100% a certe banche, per esempio, prima del defalut.. e "tosatina"-haircut per tutti i pisquani normali subito dopo.

      As always

      Elimina