Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

lunedì 13 marzo 2017

Desjardins: 13 visualizzazioni sull'Argento (infografica)

Infografica sull'argento dal solito Desjardins di VisualCapitalist.

Un giorno di produzioni mondiali d'argento:


Un anno di produzioni mondiali (887 milioni di once > 27-28mila tonnellate. Circa 9 volte le 3mila tonnellate annue di produzione mineraria globale d'oro.. con l'oro che pero' e' valutato sulle 70 volte l'argento! 1200/17 = 70 circa):



L'argento dei fratelli Hunt, per chi non lo sapesse, e' quello che la famiglia di petrolieri texani Hunt - scopritori fra l'altro di grosse riserve in Libya prima di Gheddafi al potere - accumulo' negli anni '70 quando arrivo a' "mettere in un angolo" l'intero mercato dell'argento, comprando tutto (to corner the market). Avevano paura dell'inflazione (rampantella negli anni '70, anche in US) e curiosamente non avevano fede nel petrodollaro che proprio nei primi anni '70 stava nascendo ;D

Non c'e' la visualizzazione di "tutto l'argento del mondo" pero' ... un po', forse, perche' c'e' molta piu' alea che nell'oro ma probabilmente perche' l'argento e sempre stato piu' "usato" dell'oro. Mi spiego: i suoi usi industriali e non solo sono tantissimi e spesso, dato anche il suo costo risibile rispetto a quello dell'oro, e' stato letteralmente buttano nel bidone! Pensate a tutte le foto e lastre dei raggi X e cinema del XX secolo: chi si e' mai messo a reciclare quelle piccole quantita' d'argento? Esatto, nessuno. O quasi. E quando e' stato usato come per le sue proprieta' antisettiche, come additivo in certe vernici, o come fondo di specchi ecc. ecc.? 

Quindi un botto dell'argento prodotto nei secoli e millenni e davvero, letteralmente andato perso. Al contrari la percentuale di oro esistente ancor oggi - tesaurizzato nei secoli - e' infinitamente superiore. 

Vi ripropongo questa grafica:



Descrive quanti anni di un dato metallo esistono come stock, come accumulo, come riserva in un magazzino (o simili) insomma, rispetto alle rispettive produzioni minerarie annuali.  (per chi non lo sapesse la altre voci qui disegnate sono petrolio, rame, mais e grano).


Nessun commento:

Posta un commento