Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

domenica 5 marzo 2017

AISC 2015 e 2016 delle piu' grosse compagnie minerarie in oro al mondo

Sul sito live trading news fanno una top ten dei piu' grandi produttori mondiali d'oro e in poche righe riassumono alcuni dei loro fondamentali, quantita' prodotte, principali miniere e problemi finanziari-debiti e .. e AISC e cioe' gli All In Sustaining Costs, i costi di produzione tutto compreso (che hanno ormai sostituito i piu' velleitari Cash Cost che si vedevano spesso sino a pochi anni fa e non considerano un sacco di voci di spesa che invece ci sono e pesano, eccome se pesano sulla redditivita' o meno di queste compagnie a seconda del prezzo spot dell'oro. 

Faccio una sintesi ulteriore:


Barrick Gold

5,52 milioni di once prodotte nel 2016
AISC 2015 = 831 USD/oz
AISC 2016 = 730 USD/oz


Newmont Mining
4,90 milioni di once prodotte nel 2016
AISC 2015 = 933 USD/oz
AISC 2016 = 912 USD/oz

Anglogold Ashanti
3,63 milioni di once prodotte nel 2016
AISC 2015 = 910 USD/oz
AISC 2016 = 986 USD/oz

Goldcorp
2,87 milioni di once prodotte nel 2016
AISC 2015 = 894 USD/oz
AISC 2016 = 856 USD/oz

Kinross Gold
2,79 milioni di once prodotte nel 2016
AISC 2015 = 975 USD/oz
AISC 2016 = 984 USD/oz

Newcrest Mining
2,46 milioni di once prodotte nel 2016
AISC 2015 = ?
AISC 2016 = ? (miniera di Cadia = 300 USD/oz!)

Gold Fields
2,15 milioni di once prodotte nel 2016
AISC 2015 = 1007 USD/oz
AISC 2016 = 980 USD/oz

Polyus Gold
1,97 milioni di once prodotte nel 2016
AISC 2015 = ?
AISC 2016 = ?

Agnico Eagle
1,67 milioni di once prodotte nel 2016
AISC 2015 = 824 USD/oz
AISC 2016 = 810 USD/oz

Sibanye
? milioni di once prodotte nel 2016
AISC 2015 = 1030 USD/oz
AISC 2016 = 954 USD/oz


Ok, prendete questi numeri solo come un'infarinata generale, c'e' molto di piu' da considerare, tipo quanti debiti hanno, che prospettive di produzione futura hanno le loro varie miniere, esposizioni a rischi cambio vari a seconda delle locations delle proprie miniere, ecc. ecc. Per esempio, uno dice: "Beh, compro Barrick! Produce piu' di tutti e a costi di produzione fra i piu' bassi al mondo!" .. not so easy, man! > Peccato che sia ancora, credo, fra le piu' indebitate, nonostante i bei piani di rientro messi in atto negli ultimi anni. 

Notate comunque che dopo gli anni delle vacche magrissime - 2013-2015 - tutte le compagnie si sono date, chi piu' chi meno, delle notevoli regolate: taglio dei costi, chiusure o vendite di miniere meno produttive, migliori e/o minori spese in nuovi macchinari e quant'altro, high grading* (!) .... e gli AISC sono in generale calati rispetto ai tempi degli spumanti stappati e degli spendi e spandi anche ad cazzum (2010-2012): se ricordate all'epoca si leggeva persino di dei 1200 usd/oz di AISC, in alcune miniere o persino come media di alcuni miners. E ora qualche miner ha ripreso ad aumentare, timidamente, i dividendi ... sperando che non gli arrivi fra capo e collo un altro triennio nero come quello finito un annetto fa. 

* La pratica dell "high grading" consiste nel buttarsi, nei periodi di magra delle quotazioni, nello sfruttare al massimo le vene e le miniere migliori, nell'aumentare (!) cioe' le produzioni per compensare il calo di redditivita'... ovviamente pero' questo significa che ti vai a sputtanare i tuoi asset migliori, vai a bruciarti le migliori riserve e alla lunga questo ti lascia cn gli asset peggiori da sfruttare (visto che, di base, la cosa va di pari passo col NON spendere nella ricerca e coltivazione di nuove miniere per il futuro). 

---

Bonus: 




Nessun commento:

Posta un commento