Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

lunedì 13 febbraio 2017

Crosetto/Zanni: Il colpo di grazia per le banche italiane: cambia tutto, bomba da 400 miliardi


Guido Crosetto e Marco Zanni (Libero) - Il colpo di grazia per le banche italiane: cambia tutto, bomba da 400 miliardi 
Caro direttore, mentre l' attenzione degli italiani, teleguidati dai media più provinciali del mondo, è tutta concentrata su temi fondamentali per il nostro futuro, come le vicende della Raggi, il congresso del Pd o il festival di Sanremo, il progetto di «spolpamento» dellìItalia va avanti. 
L' obiettivo sono le poche banche sane rimaste e, di conseguenza, quel poco di finanza italiana sopravvissuta all' ultimo decennio. Lo schema di attacco è tanto semplice quanto spregiudicato. Il braccio armato, come sempre, è la Commissione europea, e l' arma è il pacchetto sulla nuova regolamentazione bancaria. Un piccolo emendamento all' articolo 507 del regolamento sui requisiti patrimoniali (Crr) prevede di delegare all' Eba, l' Autorità bancaria europea, la facoltà di cambiare l' approccio sull' esposizione bancaria nei confronti degli Stati e del loro debito sovrano: i titoli di Stato in pancia alla banche non saranno più considerati a rischio zero se con rating inferiore alla A. Cosa significa? 
Significa che i titoli di Stato italiani detenuti dalla banche italiane (oltre 400 miliardi) che ora hanno un coefficiente zero e cioè non richiedono capitale aggiuntivo per essere detenuti, improvvisamente diverrebbero una bomba esplosiva nei bilanci degli istituti di credito. 
Per quale motivo? Le banche italiane sarebbero costrette a venderli a qualunque costo, con ingenti perdite, scatenando anche una corsa verso i bond del nord Europa con un ulteriore aumento dello spread tra i nostri ed i bond tedeschi, oppure dovrebbero cercare cifre enormi per aumentare il capitale. In sintesi si metterebbero in ginocchio le poche banche italiane rimaste sane e si costringerebbe il governo a chiedere l' intervento del Meccanismo europeo di stabilità e quindi della Troika. (...) 

continua QUI

5 commenti:

  1. morale?

    debbito > nobbuono
    leva > nobbuono
    carta > nobbuono

    e infine,
    banca grossa mangia banca piccola


    PS: per i pignoli, anche se parrebbe ovvio:

    debbito, leva, e carta sono "bbuono" quando l'economia va bene
    ma se, quando gira merda, le perdite a leva le carichi sui bilanci dello stato
    (SOCIALIZZAZIONE DELLE PERDITE)

    NOBBUONO

    RispondiElimina
  2. Risposte
    1. beh, auguri anche al sistema bancario italiano, a chi ha un conto presso di loro e a tutti noi. Qui ci danno veramente l'inculata finale sa passa questa (intendo a noi italiano.. colonizzeranno anche il sistema bancario, piu' di quanto gia' non sia. Come diceva Sapelli le imprese ai tedeschi e la finanza - e le eccellenze alimentari aggiungo io - ai francesi..)

      Elimina
  3. Ci sara' mai il coraggio di ribellarsi a questo sistema o saremo costretti a perire a testa bassa fino allo fine?? Povera Italia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sinche' la gente dorme, assopita dai merdia, resta ignorante e bovina e soprattutto le "elite" italiane, politiche ed economiche, mirano solo a venderci, di speranza ne vedo poca ... anzi, direi che forse ormai il gioco e' quasi fatto, forse irrimediabile, chiuso, fra svendite e inculate varie.

      E va beh, niente di nuovo rispetto agli ultimi 15 secoli di storia di questa bella penisola.

      Peccato pero', fra anni '50 e anni '70 avevamo vissuto un piccolo momento di riscatto e di relativa "gloria"..

      Elimina