Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

domenica 12 febbraio 2017

Barnard: A chi vanno i miliardi della BCE. Zitta centroItalia, crepa

Ma come si fa a non rendersi conto che la globalizzazione ed il liberismo fanno sostanzialmente solo il gioco delle multinazionali e della finanza piu' speculativa?


Zero Hedge - In Setback For Government, Swiss Voters Reject Plan To End Low Taxes For Multinational Corporations

Gli svizzeri votano oggi al 60% per non alzare le tasse alle multinazionali... va beh, loro non mi pare che stiano male, fra l'altro, ma la ragione? "Se no se ne vanno".

Ma non vedete il giochino qual'e', il gioco al massacro che giocano? Sarebbe sempre da tradurre un capitolo della versione aggiornata di Confessioni di un Killer Economico di Perkins, in cui racconta proprio questo, che se almeno una volta le multinazionali avevano un qualche legame col loro paese d'origine, in qualche modo facevano una sorta di interessa nazionale, con occupazione e benessere nei loro paesi d'origine, ormai la cosa si e' invece metamorfosata in un branco di mostri apolidi, che non hanno il minimo timore a fagocitare anche le "proprie" popolazioni: ormai sanno di avere questa potente arma di ricatto presso ogni governo e allora "che sconti fiscali mi dai se vengo a produrre da te?"

Questa cosa vale anche all'interno degli States, fra stato e stato, per dire. E allora cosa si fa? I politici, sotto ricatto, fanno a gara ad offrire i tappeti piu' rossi pur di avere un po' di occupazione nel proprio territorio. E allora vai di deregolamentazione ambientale, vai di tasse a zero ... vai di tasse che alla fine le comunita' pagano alle multinazionali! no, non scherzo: considerate per esempio lo shale (o l'industria del petrolio anche da noi, le trivelle a mare). Tasse e royalties a zero o quasi, ridicole.. in cambio questi pero' ti massacrano l'agricoltura e le falde acquifere, plausibilmente per sempre o per generazioni almeno, ti massacrano le strade di buche coi loro truck che fanno avanti e indietro da ogni piccolo pozzo visto che non si puo' fare un oleodotto per ogni pozzetto, che come sappiamo si estingue nel giro di pochi anni e quindi si passa accanto e cosi' via .. alla fine danno si un po' di lavoro ma se via a fare un conto ti accorgi che i danni che hanno fatto alla comunita' sono ben superiori ai vantaggi portati. E' sempre questo esternalizzare i costi sociali, in danni ambientali, alla salute, al portafoglio delle comunita' e via snocciolando. 

E non parliamo poi del potere delle lobbies: con poche manciate di milioni le multinazionali si comprano praticamente qualsiasi politico e lo portano agilmente a fare quello che vogliono loro. Anzi, probabilmente non hanno neanche piu' bisogno di passare dai politici visto che le Banche Centrali ... (indipendenti.. dalla politica, si, ma dipendenti da chi allora?)


Barnard - A CHI VANNO I MILIARDI DELLA BCE. ZITTA CENTROITALIA, CREPA.
(...) La Banca Centrale Europea crea tutti gli euro che esistono. E’ una specie di governo di questa UE. Dopo appena 13 anni la Moneta Unica aveva letteralmente fatto a pezzi ogni singolo Paese dell’Eurozona, Germania inclusa (diedi i dati in Tv 3.000 volte). Tutto il mondo finanziario extra europeo sapeva (e sa) che l’euro è fallito. A quel punto l’unico modo perché l’Unione Monetaria non crollasse in una catastrofe economica da libri di Storia era se il creatore dell’euro, la BCE, si metteva a comprare una gran massa dei beni finanziari emessi dagli STATI-euro che ormai erano visti come semi-spazzatura dal mondo. Questo per ARTIFICIALMENTE tenerne i prezzi e gli interessi a un livello di decenza. Draghi con la BCE lo fece: l’operazione si chiama Quantitative Easing (QE).
Ma non bastò, anzi, le cose andarono anche peggio per motivi che già scrissi 3 milioni di volte. Il problema era che anche le AZIENDE private nell’Eurozona andavano da vomitare. Dovete sapere che anche le aziende emettono beni finanziari, cioè Titoli. E allora Draghi alla disperazione si presentò l’anno scorso a giugno e annunciò un altro QE, però questa volta per le aziende, col nome di CSPP. E si mise a comprare miliardi in Titoli di aziende per puntellarle anche se semidecomposte. Dovete capire che un’azienda ha in pratica due modi di finanziarsi con prestiti: chiedere in banca o emettere Titoli. E Draghi annuncia che ora la BCE gli compra i Titoli. 
Ok. Uno dice: bè, se serve a salvare il mobilificio di Ancona con 80 operai, perché no? La risposta è tragica e ci apre sulle porte dell’infamia della BCE. 
Le piccole aziende NON possono emettere Titoli, sono condannate alla gogna del prestito da banche, fine. Infatti la BCE di Draghi precisò che avrebbe acquistato titoli di aziende CORPORATE. Che significa? Che avrebbe comprato i titoli dei cani grossi, come Telecom, o VW. Ops! Ma per noi italiani già questa è una sciagura, perché da noi le piccole medie aziende sono il 98% delle imprese e creano il 78% della ricchezza dell’Italia. Sfiga. Crepate. Titoli Benetton? Certo che li compriamo, dice Draghi.  
E allora uno apre il pdf che mi arrivò a fine ottobre per mail, e scopre, transazioni bancarie alla mano, a chi stanno andando i 125 miliardi che Draghi ha programmato di sborsare per ‘puntellare’ le aziende. E uno vomita. 
Petrolieri, mega imprese di servizi, industrie di armi, auto di stralusso, nucleare, colossi delle privatizzazioni, giganti dal fashion o del farmaco, persino Casinò e produttori di champagne. CENTOVENTICINQUE MILIARDI di regali a sti tizi. Operaio, commessa, crepate in Liguria, Marche, Puglia… L’ipotermico di Teramo? Ma scherziamo? Mille eurooooo? Ma cosa pretende? 
Palate di miliardi di euro invece a Shell, ENI, Repsol, Total, una trentina di aziende spagnole di servizi del gas, produttori di centrali nucleari come Teollisuuden, come Siemens, e Urenco. Poi gli Agnelli con la finanziaria FIAT Exor (Ferrari), Reanault, Mercedes, VW. Poi criminali di guerra come Thales, che hanno venduto armi in Africa sulla puzza di milioni di cadaveri. Poi i nemici giurati dell’acqua pubblica, cioè i colossi francesi Vivendi e Suèz. E ancora i super-colossi: Solvay, Nestlé, Coca Cola, Unilever, Novartis, Michelin, Ryanair, Luis Vuitton, Danone, Assic. Allianz, Deutsche Telekom, Bayer, Telefonica, Moët & Chandon, e il mostro delle scommesse Novomatic…  
Soldiiiiiiiiiiiiii yes! La BCE fa proprio l’INTERESSE DEL PUBBLICO, con qualcosa come 17.900 piccole medie aziende europee che sono il cuore dell’impiego in UE totalmente fuori dal festino. Ecco cosa dovete rispondere a chi vi rampogna "Ci vuole più Europa". Basterebbe questo articolo per tagliargli la gola, a sti assassini. 
In Italia sta porcata vede fiumi di soldi versati in prima fila ai super big dell’energia, ma nessuno becca palate di liquidi come l'ENI; seguono Snam, ENEL, Terna, Hera, e altri minori. Poi: Atlantia (Mediobanca, Goldman Sachs, BlackRock e Cassa Risp. Torino), Le Generali, Telecom Italia, Luxottica, e i soliti Agnelli con Exor. E tu che cazzo vuoi? Tu chi sei, cittadino? Chi sei sfigato piccolo imprenditore? Chi siamo noi, eh?, da quando Jaques Attali, uno dei Padri della BCE, ci definì "La plebaglia europea"? 
Eccovi una notizia. Anche se, mi si perdoni, non sono immani tragedie come i 104 indagati del PD di Travaglio-Gomez, la Raggi e la CGIL che fa i ruttini sul Job Act. Good luck Italians, good luck piccoli imprenditori e dipendenti che mai avete capito un cazzo.


11 commenti:

  1. Aldo - Ti correggo ER, gli svizzeri hanno deciso al 60% per non ABBASSARE le tasse alle multinazionali, non alzarle... :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. minchia Aldo,

      "gli svizzeri hanno rifiutato un piano per porre fine alle tasse basse per le M." a me pare la stessa cosa che dire "gli svizzeri hanno votato per tenere basse le tasse alle M." .... o no? concordi? la accendiamo? ... non e' che hai preso troppo sole oggi? Troppe Caipiroske? (maledetto! invidia, invidia .. 😄)

      Elimina
    2. Aldo - Oggi ho dovuto lavorare... Ho preso poco sole... Sono uscito alle 7.30 della mattina e sono rientrato alle 4 del pomeriggio... Poco sole, poca birra e un po di km col suv per andare a vedere dei terreni da comprare...
      Non ho letto il testo ufficiale dell' oggetto in votazione ma i comunicati de favorevoli dicevano che era necessario abbassare le tasse delle imprese perche altrimenti se ne vanno... I contradi invece dicevano che non si può fare regali ai ricchi... I contrari hanno vinto quindi deduco che le tasse non si abbassano...
      E a ZH non gli credere molto che sulla svizzera ho già notato molte imprecisioni... :-)))

      Elimina
    3. mah, sara' come dici tu (non te la prendere se parlavo di sole e caipirigna, beato te se campi in spiaggia al caldo).. jeri sera ho cercato un po' di news in italiano ma si parlava quasi solo del primo referendum sulla cittadinanza agli stranieri di 3a generazione mi pare, su quello sulle tasse alle multinaz poco o niente.. tranne un articolo in cui, anche li, mi pareva di capire che era come diceva ZH e riprendevo io.

      Comunque poco cambia nel senso del discorso che facevo in questo post. Sta di fatto che SI, c'era una tassazione di favore (bassa) per le multinaz.anche in CH, e si discuteva (referendum) se mantenerla o aumentarla..... la Svizzera poi e' ben lungi da avere i problemi che hanno i paesi normali in giro per il mondo essendo notoriamente una specie di parco giochi speciale ed esclusivo ...

      poi tolgo l'inizio del post che distrae solo dalla questione del post



      Elimina
    4. Aldo - Effigurati se me la prendo per il sole e la piña colada (presumo che intendessi questo cockteil, la caipirigna si usa in altro paesi)... sono venuto qua per questo!... :-)))
      In quanto al parco giochi, dove sono adesso è ancora meglio... sarebbe troppo lungo raccontare ma ti garantisco che qua succedono cose che neanche nelle telenovelas si permettono di pensare... chiaro, niente a che vedere con il compassato e serio carattere elvetico... ma esattamente il contrario...
      L'america latina , in questo periodo , è scossa da un gigantesco scandalo di corruzione internazionale... la impresa di costruzioni internazionale Odebrecht ha pagato centinaia e centinaia di milioni di dollari in molti paesi per corrompere i vari politici... praticamente in tutti questi paesi ci sono presidenti, ex presidenti, senatori e deputati indagati o ricercati...
      In tutti i paesi meno che qua!... qua il procuratore generale ha convocato , dopo mesi di pressione popolare, qualche fu zionario e due ex ministri... pregandoli di consegnare la documentazione necessaria... nessuna perquisizione se non una dopo che si ha dato settimane affinché i documenti compromettenti spariscano... il presidente continua come se niente fosse a visitare i produttori di caffè, di platano e altre cose promettendo aiuti a destra e a manca...
      Tutto va bene e l'economia registra crescite da capogiro!... tutti fanno quello che vogliono e sono contenti... :-)))
      Ecco, questo si che è un vero parco giochi... :-))) un paese fantastico!... tassa annuale per un BMW X5 da 245 cv?... 45$!... per un gippone Toyota 3.0 turbodiesel?... 37$!... mica vogliono inimicarsi gli elettori che spendono, qua... hi hi hi

      Elimina
    5. LaRepubblica: "Il voto ha sancito anche il no alla modifica del sistema fiscale di cui beneficiano le imprese, anche se questo no potrebbe portare la Svizzera nella 'lista nera' di Unione europea e Ocse"

      http://www.repubblica.it/esteri/2017/02/13/news/svizzera_referendum_cittadinanza_immigrati-158186134/?ref=HREC1-36

      gli svizzeri han votato no e questo no li puo' portare nella lista nera di UE e OCSE ... questo perche' hanno votato per ALZARE le tasse alle multinazionali? Mmmm, non credo Secondo me quel no significa che hanno votato per TENERLE BASSE (no ad alzarle)

      Elimina
    6. ... aaah! piña colada! .. bbbona! :D

      tasse basse ai tropici ... beh, grazie, non credo che esista sto gran stato sociale da quelle parti, pensioni, salute pubblica, ospedali .. lasciami indovinare, se stai male (corna) prendi il primo aereo e torni fra le Alpi, right?

      Elimina
    7. Aldo - Dunque la cosa è un po' complicata... il sistema federale svizzero permette ai cantoni di accordare dei privilegi fiscali ad aziende estere che si insediano nella confederazione... questo provoca una forte disparità di trattamento da cantone a cantone... ecco, questo è il punto che la UE e l'OCSE giudicano ingiusto... la nuova legge avrebbe reso omogeneo il trattamento fiscale in tutto il paese e naturalmente per non far fuggire le aziende avrebbe introdotto delle forti agevolazioni valide su tutto il territorio... in pratica una diminuzione generalizzata della pressione fiscale sulle aziende...
      Una legge nuova che avrebbe introdotto molti cambiamenti nel sistema delle imposte della confederazione... per questo, dicono molti analisti, il popolo non l'ha voluta...
      Il governo avrebbe dovuto presentare una variante per fare contenti le varie istituzioni internazionali uniformando il sistema dei privilegi canfonali e di seguito , se accettata avrebbe potuto presentare la altra parte , più grossa, sulla riforma tributaria che riguardava praticamente tutti...
      Spero di essere riuscito a spiegare un po' la cosa...
      Una cosa comunque è certa... ora il governo elvetico è un po' in difficoltà per la storia della lista nera... :-)))

      Elimina
    8. Ma mi spieghi l'UE CHECCAZZO dovrebbe pretendere di aver da proferir parola sulle questioni INTERNE svizzere fra cantone e cantone? Comunque mi pare assodato che in CH (o alcuni suoi cantoni solamente) la tassazione per le multinazionali e' agevolata e cioe' bassa, molto bassa rispetto ai canoni medi occidentali. Vabbe', bona, come ho detto la questione oggetto del post voleva essere questo, il potere di ricatto che le corporations hanno maturato in questi anni su stati interi e non la svizzera in se che comunque credo sopravviverebbe anche con un multinazionale in meno con centri di produzione sul suo territorio (piu' pesanti le conseguenze per l'allontanamento dal segreto bancario di questi anni magari). E comunque - e poi fine - su ZH mi pare che ci fosse proprio il riferimento a svizzeri che commentavano "se gli alziamo le tasse poi scappano altrove" ... caso svizzero o meno sappiamo tutti che e' cosi' e questo ricatto esiste eccome.

      Elimina
    9. Aldo - Se devo essere onesto a me questo potere dei cantoni di fare favori fiscali alle aziende mi e antipatico... causa una concorrenza tra i cantoni che non è proprio necessaria e va a favore delle aziende e non del popolo... la confederazione (e i cantoni) devono essere uniti per contrastare le fortissime pressioni internazionali e proporre un sistema univoco di tassazione che quello sì che deve essere concorrenziale agli altri paesi...
      Quindi le minacce di black list venuta da fuori non sono poi state tanto male... ogni tanto l'UE fa del bene pure lei... :-)))
      Purtroppo , come detto, il governo ha presentato una legge troppo complicata, che andava a toccare troppi settori e comportava un calo enorme delle entrate fiscali e gli svizzeri non avendo capito bene nel dubbio l'hanno rimandata al mittente...
      Il ricatto delle multinazionali?... verissimo, come (quasi) sempre chi ha molti soldi e paga comanda... ma in questo caso sono rimasti delusi... la eventuale iscrizione della svizzera in una black list non è certo vista di buon occhio dalle multinazionali residenti... e anche l'incertezza che un nuovo progetto di legge contenga gli stessi benefici di quello appena bocciato non gioca certo a favore...

      Elimina
    10. l'UE .... e la black list sul Lussemburgo (Junker) e su Malta quando? Dai, per favore, che tragica pagliacciata....

      Elimina