Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

martedì 13 settembre 2016

St.Angelo: Il rapporto Oro/Argento a 160 a 1 che ogni investitore dovrebbe conoscere


Steve inizia ricordandoci un po' di storia monetaria degli Stati Uniti:



The Coinage Act of 1873 or Mint Act of 1873, 17 Stat. 424, was a general revision of the laws relating to the Mint of the United States. In abolishing the right of holders of silver bullion to have their metal struck into fully legal tender dollar coins, it ended bimetallism in the United States, placing the nation firmly on the gold standard. 
Because of this, the act became contentious in later years, and was denounced by people who wanted inflation as the “Crime of ’73” (Source: Wikipedia)

Con la legge di coniazione del 1873, nota anche come "il crimine del 1987", ai cittadini non fu piu' consentito di andare alla zecca degli Stati Uniti e convertire il loro bullion (pepito o altro) in monete sonanti, come sancito alla nascita degli Stati Uniti con la legge di coniazione originaria del 1792.

By removing silver as legal tender in 1873, this impacted the value of silver. There have been many conspiracy theories stating that the Coinage Act of 1873, which ended the bimetallism standard (gold & silver), destroyed the value of silver as money. 
However, congress passed a law called the Bland-Allison Act in 1878 that required the U.S. Treasury to purchase silver every month to make Silver Dollars:
The Bland–Allison Act, also referred to as the Grand Bland Plan of 1878, was an act of United States Congress requiring the U.S. Treasury to buy a certain amount of silver and put it into circulation as silver dollars. Though the bill was vetoed by President Rutherford B. Hayes, the Congress overrode Hayes’ veto on February 23, 1878 to enact the law (Source: Wikipedia).

Rimuovendo l'argento dal "corso legale" (legal tender), dice Steve, fu colpito pesantemente l'argento e il suo valore. Viene definito nella storia americana come il Crimine del '73 perche' fu un passo verso il vero e proprio gold standard al posto del bimetallismo preesistente e sostanzialmente una mazzata per le classi medie americane che possedevano soprattutto argento e un favorone .. indovina un po', per i banchieri di New York che preferivano usare e possedevano piu' che altro oro. 

Come "contentino" ai sostenitori dell'argento e del bimetallismo fu passata una legge - la Bland-Allison, nel 1878 - che prevedeva la coniazione di una gran quantita' di dollari d'argento ... sono quegli stessi Morgan Dollar e successivamente Liberty Dollar negli anni '20 del XX secolo che sicuramente i metallari conoscono (e spesso si trovano in eccellenti condizioni di conservazione perche' non circolarono mai e furono poi venduti molti decenni dopo dalla Zecca come bullion d'argento per far cassa .. e falsificatissimi, in Asia ne trovi a paccate di falsi nei mercatini un po' ovunque)



Sta di fatto che il rapporto di prezzo fra argento ed oro (Gold/Silver Ratio) comincio' a slittare a sfavore dell'argento:

For example, the Gold-Silver price ratio continued to increase from 15/1 in 1873 to a high of 71/1 in 1931 (Source: U.S. Bureau of Mines 1932 Gold & Silver Yearbook). 
The rapidly increasing Gold-Silver ratio from 39/1 in 1929 to 71/1 in 1931 was due to the U.S. Great Depression.

Se nel 1873 la Gold/Silver Ratio stava a 15 si arrivo' sino a 71 a 1 nel 1931. E pensare che a meta' ottocento invece, ai tempi della corsa all'oro dei '49ers verso la California, era la gran quantita' di oro scoperto ed estratto che aveva fatto innalzare il valore dell'argento su quello dell'oro. Prosegue Steve:


According to the data put out by the U.S. Bureau of Mines in 1930 for world gold and silver production from 1493-1927, the average annual silver production in the 1700’s was roughly 18.3 million oz (Moz) versus 612,000 oz of gold. This was a Silver-Gold production ratio of 30/1. Basically, the world was producing 30 times more silver in the 1700’s than gold.

However, the Gold-Silver price ratio remained at 15/1 for that century.   
Now, in 1927 (the last year this report provided data), the world produced 251 Moz of silver and 19.4 Moz of gold. This turned out to be a Silver-Gold production ratio of 13/1 in 1927. However, the Gold-Silver price ratio had risen to 33/1 in 1927. Even though the world was producing more gold in respect to silver in 1927, the value of silver had declined from $1.29 an ounce in the 1700’s to $0.58 in 1927. 

Secondo lo U.S. Bureau of Mines (questo lo diceva nel 1930) dalla scoperta dell'America al 1927 la media dei rapporti Oro/Argento - come quantita' estratte - era stata di circa 30 a 1. Pero' il rapporto monetario era stato intorno a 15 a 1 (non e' chiarrissimo a che paese e che epoca si riferisce, diciamo l'800 americano). 

Nel 1927 invece il mondo aveva prodotto una quantita' di oro e argento in rapporto di 13 a 1 soltanto .. cioe' l'argento era diventato meno piu' raro o comunque meno estratto rispetto all'oro. E pero' stavolta il rapporto di prezzo era arrivato, sempre nel 1927, a 33 a 1: 58 cent per un'oncia d'argento conto 1 dollaro e 29 per una d'oro

While there is evidence that the elite were manipulating the value of silver for centuries by the excellent work of Charles Savoie on his site, SilverStealers.net, another reason for the decline in value of silver versus gold was due to the falling cost to produce silver as coal and oil were substituted as the main energy sources compared to human and animal labor for the past 2,000+ years. 
Currently, the world produced 887 Moz of silver and 101.5 Moz of gold in 2015. The Silver-Gold production ratio is now lower at 8.7/1 while the Gold-Silver price ratio of 74.1 was much higher in 2015 (the price of gold was $1,160 and silver $15.68 in 2015).

Anche se ci sono ampie prove che le elite manipolavano i prezzi gia' allora, e a favore del "loro" oro, come accennato da me prima, e' anche vero, dice Steve, che il costo di produzione dell'argento, grazie ai progressi tecnologici, era sceso parecchio rispetto a quello dell'oro. 

Oggi il mondo produce 887 milioni di once d'argento contro 101 milioni di once d'oro (dati 2015), e la Gold/Silver Ratio mineraria sta quindi a 8,7 a 1 mentre il prezzo, come sappiamo, sta a 74 ad 1 (!).



Da tutto questo gustoso preambolo Steve arriva all'oggetto vero e proprio del suo post: il rapporto Oro/Argento a 160. Di che parla? Banalmente, e come ci si aspetta che faccia, ragiona di costi di estrazione.. costi energetici:



Basandosi sui costi in galloni di combustibile consumati da Barrick e Newmont (principalmente produttori d'oro) e da Pan American Silver per produrre un'oncia rispettivamente d'oro e d'argento, da un punto di vista energetico estrarre l'oro costa molto, ma parecchio di piu'. Addirittura 160 volte di piu'. Vedi tutto QUI sul suo sito.


6 commenti:

  1. Ciao Er. Scusa ma credo tu abbia sbagliato la data di inizio coniazione dei Morgan. Pignolo eh?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si? Possibilissimo, ho scritto veloce e senza controllare. Quand'era? .. 1878, dice qui:


      The Morgan dollar was a United States dollar coin minted from 1878 to 1904, and then again in 1921. It was the first standard silver dollar minted since production of the previous design, the Seated Liberty dollar, ceased due to the passage of the Coinage Act of 1873, which also ended the free coining of silver.

      https://en.wikipedia.org/wiki/Morgan_dollar


      Proprio la data della legge suddetta, noh? . ah! ho scritto milleNOVECENTO78 :D. Ok!


      Elimina
  2. Volevo solo partecipare....😆

    RispondiElimina
  3. SilverGoldBull is a highly trusted precious metals dealer. You will be provided with bargain, up-to-minute prices and make sure your gold & silver arrives to your door discreetly and fully insured.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E va beh un po' di pubblicita' gratis.

      Comunque ho comprato da loro tempo fa, mi pare siano in Canada. Mi hanno spedito qualche oncia in meno e poi ho dovuto sbattermi per farmi spedire il resto. Qualita' non proprio ottimale. E poi, ricordo, la DOGANA blocca tutti i pacchi e chiede fattura per tassare (+ un 6-12 euri per il disturbo, che vanno alle poste che fanno appunto questo "servizio" per conto delle dogane)

      Elimina