Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

giovedì 16 giugno 2016

Els: La Cina consuma le sue riserve auree 5 volte piu' rapidamente del resto del mondo

Statua di Ao, tartaruga gigante della mitologia cinese, alle porte di Zhaoyuan, la "citta' ufficiale dell'oro" della Cina, nella provincia dello Shandong

Leggevo stanotte questo articolo su Mining:

Els - China's exhausting its gold reserves at 5 times the global rate



Cioe' "La Cina sta consumando le sue riserve auree ad un ritmo che e' 5 volte quello del mondo nel suo insieme". 

China is the leader in extracting gold, zinc, lead, molybdenum, coal, tin, tungsten, rare earths, graphite, vanadium, antimony and phosphate, and holds second place in mine production of copper, silver, cobalt, bauxite and manganese. 
At the same time the country is the number one consumer of metals and minerals – in iron ore its imports constitute nearly 80% of use and in copper it’s approaching 50% and for nickel it’s already above that. 
China’s reserves-to-production ratio represents the “burn rate” of domestic reserves and it’s not surprising that the country’s elevated consumption levels and increasing dependency on imports are raising alarm bells in Beijing. 
A new report by BMI Research says this gap between China's domestic mineral capacity and demand is what is driving the country's push to acquire overseas mines

La Cina e' rapidamente diventata il primo produttore minerario di oro, zinco, piombo, molibdeno, stagno, tungsteno, terre rare, grafite, vanadio, antimonio e fosfati ed e' ora il secondo produttore al mondo di rame, argento, cobalto, bauxite e manganese. E sti cazzi. Il suo "consumo" di acciajo fa si che gli import cinesi valgono da soli l'80% dei consumi mondiali (!) e per il rame siamo sul 50%. 

Il fatto e' che nonostante questo boom minerario la domanda cinese e' ancora superiore alla propria pompatissime produzioni interne. Al punto che stanno gia' dandosi da fare ad acquisire miniere e compagnie all'estero. 

Els chiama rapporto fra le riserve e la produzione la "burn rate" il tasso con cui si "bruciano" le riserve, il tasso a cui "si fumano le riserve nazionali", per cosi' dire.

Notably, China's production-to-reserves ratios for gold and iron ore are 23.5% and 19.2% respectively. In comparison, global usage rates for gold and iron ore are at just 4.9% and 3.8% respectively.

Questa cosa ha quasi dello sconvolgente, al punto che mi domando se per caso non l'ho intesa male io: La Cina si sta "fumando" le proprie riserve minerarie d'oro, per esempio, al ritmo del 20-25% all'anno?! Questo vuol dire che tempo 4-5 anni e si saranno fumati tutte le riserve note nel loro paese (il primo produttore mondiale negli ultimi anni, come visto). In pratica per il 2020 ci dobbiamo aspettare che si siano spupazzati tutto l'oro da estrarre del paese? Amazing. Una specie di Sud Africa accelerato (il S.A. era IL paese dell'oro durante il bull market degli anni '70. Oggi credo sia il 5˚ o 6˚ produttore al mondo, il suo picco dell'oro l'ha segnato da mo e addio, mai piu' produrra' a quei livelli. China next. 


Interessantello, piuttosto ed anzichenno', vi pare? 



8 commenti:

  1. Dato che per alcuni illuminati l'oro serve solo per i denti, immagino che motiveranno il grafico quantificando il numero di denti marci per il numero dei cinesi, quasi tutti sdentati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 1miliardo e 300 milioni di cinesi .... x 32 denti ciascuno ... 2-3 grammi a dente (?) .....

      Elimina
  2. Hai voglia Er,

    un draghetto di buona fortuna come quello in foto per ogni circoscrizione, e le riserve volano via che è un piacere.



    Signor Marrone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. maddai, ma e' una patacca, si vede lontano un miglio :D

      magari c'e' (tartaruga poi, forse parente del drago) ma non la lasciano in piazza (quella d'oro massiccio 999 intendo)

      scherzi a parte, ma voi l'avete capita come l'avevo capita io jeri sera? al ritmo del 25% l'anno in 4 anni si sono spazzolati tutte le riserve minerarie accertate del paese? E gia' ora sono sotto (importano) centinaja e centinaja di tonnellate da fuori (6-700 tonnellate l'anno ALMENO, WGC piuttosto che Koos Jansen ed altri). Wow! E poi? Dopo il 2020? Questi rischiano di spararsi una gaussiana che a contronto quella del Sud Africa era un campanone .. piu' che una campana uno spillo quello cinese, se saranno magnati tutto in una manciata di anni.

      Elimina
    2. Hai voglia poi la tiritera del liberista, la domanda crea l'offerta, la mano invisibile ... se non ce n'e' di nuovo non ce n'e', punto. Ad un certo punto la massa d'oro sopra terra (scavata dal 3000 aC al giorno x nel prossimo futuro) raggiungera' un assintoto. Poi la solo offerta potra' venire dai privati o meno che saranno d;accordi di vendere. (sto parlando di anni e decenni qui, se siamo in zona picca dell'oro in questi anni ce ne vorra' perche' siano da considerare esaurite tutte le miniere e risorse economicamente scavabili. Ma visto che siamo sempre di piu' su sto pianeta, a ritmi che la maggior parte della gente non sospetta neanche, la seconda parte della campana sara' molto piu' ripida della parte a sx.

      Elimina
    3. rimane sempre lo scomodo fattore dello STATOBANCA

      (ormai lo stato nell'accezione classica non esiste piu:
      lo "stato" è occupato e diretto dai banchieri, e di questi fa l'interesse)

      lo statobanca ha i mezzi tecnologici, "legali" (basta fare un decreto legge), mediatici/propagandistici e polizieschi per ribaltare il tavolo quando sarà il momento.

      salutatemi gli ETF e i vari goldmoney.

      decisamente + complesso requisire l'oro privato (collanine, orecchini, sterlina della comunione)
      qualcuno cederà i pochi grammi d'oro "alla Patria" (ops PATRIABANCA)
      ma il grosso finirà in mercato nero

      anche bitcoin e/o altre criptomonete rimarranno, ma solo nel mercato nero,
      i grandi exchange (comodi punti di concentramento di capitali) sono ridicolmente visibili, con un bel bersaglione rosso sulla gobba
      (già fatto addirittura in momenti "non-di-crisi", googla mtgox e bitcoin-24...)

      non esiste mercato, non esiste analisi fondamentale e/o tecnica.
      esiste solo la legge del piu forte

      Elimina
  3. Hai voglia poi la tiritera del liberista, la domanda crea l'offerta, la mano invisibile ... se non ce n'e' di nuovo non ce n'e', punto.

    Solo i keynesiani hanno il potere di creare ricchezza dal nulla con la magica stampante, sappiamo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e la mano invisibile col cazzo che crea quello che non c'e', pure lei. Tutte le teorie hanno qualche piiiicolo problema con LA REALTA'

      Elimina