Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

martedì 21 giugno 2016

Bagnai: Sechiular staghgnieiscion? / Guillebaud: Non ci sono abbastanza risorse per sostenere la popolazione mondiale


Goofynomics - Sechiular staghgnieiscion?

Lungo post del Bagnai che mi sono letto jeri notte a dimostrare che nel mondo la peculiarita' della non crescita UE e' dovuta all'Euro. 

Tutto bello, probabilmente c'e anche parecchio di vero in quello che dice, ma ... ma quello che mi colpisce e' come anche a sinistra (o forse persino piu' a sinistra che a destra?) manca totalmente la consapevolezza che viviamo su un pianetucolo - terza pietra dal sole diceva jimi - e quindi sostanzialmente in un'isola circondata da infinita' di vuoto cosmico e qualche altro sasso. Ci vogliamo rendere conto che una crescita infinita Non - E' - Possibile ?

Io resto sempre basito. Guardate che questa miopia, anzi, vera e propria cecita', voluta e coltivata, e' incredibile oltre che foriera di disgrazie bibliche. E si che lo capisce anche un bambino, magari meglio di tutti gli economisti del mondo. La crescita qua, non abbiamo abbastanza crescita, senza euro sicuramente la crescita sarebbe stata maggiore, riagganciare la crescita, la crescita su, la crescita giu' .. un delirio

Si, magari per qualche anno, magari persino decennio, sara' ancora possibile una crescita (e grazie al cazzo poi, se la popolazione mondiale cresce da 1 miliardi a 7 e rotti e poi a 10 vorrei anche vedere che un po' non cresca anche il PIL).. ma alla fine NO. Non e' un parere mio, non e' un'idea mia, e' una certezza, oserei dire persino un'ovvieta'. Mettetevi il cuore in pace. 

L'unica cosa sarebbe se trovassimo il modo di viaggiare verso altri sistemi stellari (e magari non con un viaggio della durata di 10.000 anni). Fatemi un fischio quando succede. 

en passant, mentre si delira di crescita, crescita mancata, crescita sognata, crescita riagganciata ..

Effetto Risorse - Non ci sono abbastanza risorse per sostenere la popolazione mondiale
Abbiamo raggiunto una fase in cui la quantità di risorse necessarie per sostenere la popolazione supera quella disponibile
Molti anni fa, come studente del secondo anno di medicina, ho assistito ad una lezione sulla popolazione umana del mio tutor di Cambridge, Colin Bertram. 
Da biologo sosteneva che l'incessante aumento della popolazione di qualsiasi specie alla fine è sempre insostenibile. I numeri aumentano fino ai limiti della capacità di carico del loro ambiente e quando la superano, i numeri collassano sempre. Se permettiamo che continui una crescita della popolazione incessante, noi esseri umani non possiamo sfuggire allo stesso destino. 
Anche se intelligentemente potremmo adattarci a tutti i diversi ambienti sulla Terra, abbiamo un solo pianeta finito su cui vivere e il 70% di esso è acqua salata e metà di quello che resta è deserto, montagna, calotta glaciale o foresta in rapida sparizione.


11 commenti:

  1. Se si va in un blog di un economista, cosa si può mai trovare se non: metodi per far crescere il PIL e consumi?!
    Ecco perché dico che:
    dobbiamo stare attenti sia al sistema attuale che a chi lo critica, perché:
    se a cambiare il sistema attuale sono persone che non hanno idea della realtà e limiti fisici,
    si rischia di passare dalla padella alla brace!

    E aggiungo pure un proverbio:
    "la strada che porta all'inferno è lastricata di buone intenzioni!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente

      L'economia e' una cosa troppo importante per lasciarla in mano agli economisti. questo non vuol dire darla in pasto al Bar Sport ma i suddetti dovrebbero essere costretti per legge a consultare periodicamente anche scienziati con varie specializzazioni, per esempio.

      La cosa che mi fa piu' ridere (si fa per dire) e' come, sopraggiunti i veri limiti della crescita (non siamo lontani). tutti si staranno ad accapigliare e scannare a vicenda con le spiegazioni piu' assurde e stronze del mondo essendo tutti completamente ignoranti al riguardo. E i destroidi a dar la colpa al socialismo e all'immigrazione e i sinistroidi ai fascisti ... sentiremo le cose e le accuse piu' dementi, roba che le pseudo-discussioni che oggi vanno per la maggiore in confronto saranno una boccata d'aria pulita.

      Elimina
    2. A me fa ridere tanto veder pontificare gente come te che non ne ha mai presa una nella vita, tipo quest'anno secondo quanto ci giuravate voialtri la produzione di petrolio sarebbe CROLLATA INEVITABILMENTE, infatti abbiamo avuto i record storici di produzione...ah, ma continua pure ad aver torto e a dare dei coglioni a tutti quelli che te lo fanno notare, parlando di accuse dementi e pseudo-discussioni...

      Elimina
    3. Vedi che sei un coglione e capisci quello che vuoi? Io dicevo che LE PRODUZIONI MIRACOLOSE - MA AD ALTO COSTO - COME SHALE, SABBIE BITUMINOSE ECC, si sarebbero prese randellate nei denti se il prezzo scendeva troppo sotto i 50 usd/brl. E INFATTI: In Canada e' recessione dura dove campavano di petrolio, in Alaska addirittura sono quasi alla bancarotta, lo shale USA (miraaaacolo) ha tirato i remi in barca e sono falliti A DECINE le compagnie petrolifere shale (ti devi esser perso i vari post in cui lo facevo vedere)

      Ma sta pur tranquillo, sono un coglione, di petrolio CE NE SARA' PER SEMPRE E SEMPRE E SEMPRE. ;)

      Elimina
    4. .. en pasant si son presi randellate nei denti pure i produttori tradizionali e posticini come Alaska, Venezuela, anche Saudi Arabia e compagnia bella (si son raggiunte produzioni eccezionali solo per motivi POLITICI e GEOPOLITICI) ... ma ripeto, sta tranquillo, dormi sereno: di petrolio CE NE SARA' PER SEMPRE! .. la miracolosa Mano Invisibile (majuscolo come Dio) fara' apparire l'offerta all'apparire della domanda ;)

      Elimina
    5. Caro Er, un consiglio,
      se i politici del sistema attuale sono semplici burattini agli ordini delle multinazionali,
      invece, quelli che si professano essere la soluzione al sistema,
      spesso sono dei FANATICI anche più pericolosi dei primi.

      Mentre i primi sanno di non valere niente e li puoi criticare,
      i secondi, che pensano di avere la verità assoluta in tasca,
      diventano dei fanatici che non accettano nessuna critica!
      Come nel blog che hai citato nel post.
      Prova a dire che la pensi diversamente e vedrai il fanatismo di chi, prima aveva una idea politica e ora ne ha un'altra, però che tratta peggio di una religione (la religione non la puoi criticare con la ragione, è una fede e loro sono dei fedeli).

      Riconfermo il detto della padella e della brace.

      A livello informativo, per l'anonimo che ha commentato,
      ho lasciato un commento nel blog di Ugo bardi:
      http://ugobardi.blogspot.it/2016/06/la-produzione-di-petrolio-greggio.html

      La produzione del petrolio è in eccesso alla domanda, ma questo sarà così ancora per qualche anno, ma questo non vuol dire che di petrolio ce ne sarà in abbondanza per lungo tempo.

      Estrarre più velocemente le riserve di petrolio, crea una finta abbondanza, ma non le fa durare di più, se mai il contrario (li fa durare di meno).

      Elimina
    6. Guardavo i grafici di lungo periodo dei cereali piuttosto:

      https://finviz.com/futures_charts.ashx?t=ZC&p=m1

      https://finviz.com/futures_charts.ashx?t=ZW&p=m1

      Mais, Grano ... ho notato che a volte i grafici di lunghissimo di Finviz sbaccchttano ma se veramente i prezzi sono questi la cosa mi lascia piuttosto di stucco: Il Grano stava a 1600 dollari 20 anni fa e sta a meno di 500 oggi? Devo cercare altre fonti per controllare ma se e' cosi' la cosa non solo e' stupefacente ma sara' tragica la volta che non si dovessero essere sviluppate in fretta alternative al petrolio. La produttivita' dei campi, grazie alla meccanizzazione, ha liberato la gran massa dell'umanita' negli ultimi 100 anni. se nel 1900 i contadini erano il 50-60% della popolazione (vado a memoria), oggi sono solo tipo il 3% (nelle mondo piu' ricco e non solo visto che le multinazionali si son comprate mezzo mondo, vedi anche Rogers e simili). Senza petrolio ... sarebbero/saranno cazzi ACIDISSIMI. E la popolazione mondiale passata da 1,5 ad 8 mld fra 1900 ed oggi/domani. :O

      PAUVA ! (e non per ridere qui, sul serio)

      Elimina
  2. Per nostra fortuna l'aumento di CO2 nell'atmosfera sta combattendo la desertificazione:

    http://news.iupui.edu/releases/2016/02/drylands-global-greening.shtml

    http://www.nasa.gov/feature/goddard/2016/carbon-dioxide-fertilization-greening-earth

    Nessuno tema, comunque, soluzioni Keynesiane ad hoc stanno venendo celermente predisposte per risolvere ogni problema:

    https://www.superstation95.com/index.php/world/1504

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco il monomaniaco fideista ortodosso e un tantinello tonto e monotono. Due cosa sa dire: Abbasso Keynes e Abbasso lo stato. Punto. Ok, ragazzo, buon inizio .. sviluppa il tema pero' :D .. ed apri pure un po' la zucca alla REALTA', che t'assicuro, e' meno da Bignami di come credi.

      Ci sono piu' cose in terra di quante ne prevede la tua religione (alquanto skematica e terra terra tra l'altro)

      Elimina
    2. Dice quello che sa solo dare del coglione a tutti quelli che non la pensano come lui.

      Elimina
    3. coglione


      :D hehe

      daiii, fammi diverti' n po'. Ti prendi troppo sul serio, si scherza :)

      Elimina