Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

venerdì 20 maggio 2016

Laird: Prezzo dell'Oro VS PIL del mondo (1960-2015)


Da Nick Laird di goldchartsrus.com via Zio Jesse una ratio (rapporto, numero A diviso numero B) che ci mancava, quella fra prezzo dell'oro (in USD, valuta di riserva mondiale sotto Bretton Woods, 1944 e sue metamorfosi sino al petrodollaro di ancor oggi, 1971 e seguenti) e PIL del mondo



Notare fra l'altro come il PIL del mondo e' piu' che decuplicato in un mezzo secolo, dagli anni 60 ad oggi, da area 50 trilioni di USD a piu' di 500 trilioni di USD equivalenti (valori nominali o con dentro anche l'inflazione?) ... la popolazione mondiale sara' "solo" raddoppiata circa, nello stesso arco di tempo.

Negli anni '70, durante il mercato rialzista dell'oro degli anni '70, c'era grossomodo solo la popolazione occidentale a comprare oro mentre ora ci sono anche miliardi di cinesi, indiani, africani... giusto gli indiani allora probabilmente ne compravano, ai cinesi, russi, ecc era vietato, gli africani erano un botto di meno e mediamente ultrapoveri, i sudamericani forse compravano qualcosa visto che anche li oro e argento si estraevano e si estraggono tuttora in quantita' .. cosi, qualche elemento per inquadrare meglio il grafico. 
  

4 commenti:

  1. Interessante, in relazione all'oro produciamo tanto quanto nel 1970 (un po' meno). Fierezza proprio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, Stop, in ordinata ci sono i prezzi dell'oro e il PIL, non le produzioni aurifere, leggi meglio i grafici.. sempre vedere che c'e' scritto nelle scale, notare se sono logaritmici o no, notare gli archi temporali o meno quanto sono larghi o meno... :) .. mi rendo conto che un po' tutti ma forse specialmente gli italiani sono piuttosto analfabeti nel leggere i grafici. E si che sono banali ed utilissimi per sintetizzare un sacco di cose invece che scrivere papiri che dicono le stesse cose (se non, spesso, meno).

      Elimina
    2. Non intendevo le produzioni aurifere, intendevo che nel grafico che mette in relazione prodotto lordo e oro, la linea che arriva fino ai giorni nostri va a fermarsi allo stesso livello che aveva nel 1970. Quindi produciamo, in generale, come all'epoca. Capì?

      Elimina
    3. ah. Beh, se dici produciamo non penso tanto al pil visto che si, e' anche produzione, ma ormai per lo piu' sono servizi che fatico a catalogare come "produzioni". Questo per la confusione su a cosa si riferiva "produzione". Quanto al grafico sotto e' un rapporto quindi non me ne uscirei dicendo che produciamo come allora, non mi pare che voglia dire niente. Il rapporto fra PIL mondiale e prezzo dell'oro e' come allora, che un pelo diverso che dire "produciamo come allora. Comunque. Piuttosto questo grafico (sotto) ci mostra magari come i fondamentali urlavano di comprare oro negli anni '90 (anche se e' piu' complessa di cosi' la questione perche' l'oro non e' una cosa che si produce costantemente nel tempo, ANZI (vedere cosa succedera' nei prossimi anni e decenni) ... negli anni '80 e '90 il prezzo resto' anche cosi' basso perche' le produzioni erano state pompate da matti dalla crescita vertiginosa del prezzo negli anni '70 e ci furono anche un sacco di innovazioni tecnologiche non da poco che ne aumentarono le produzioni ..

      Elimina