Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

lunedì 9 maggio 2016

Galloni: Non c'e un problema di approvvigionamenti, non c'e un problema di materie prime, non c'e' un problema di prezzi ... soprattutto non c'e un problema di quantita' .. di energia (!?)


Credo che abbia delle ragioni Galloni a dire che i risparmi delle formichine italiane, accumulati in decenni e generazioni intere, fanno gola a molti che se li vogliono pappare ... ma da mani nei capelli sentir dire sostanzialmente che viviamo in un mondo senza problemi di risorse ed energia

Ok, diciamo che in questo momento particolare, in questi anni, pare di assistere ad un surplus di produzione di metalli, di petrolio ecc, vuoi per la fine della crescita tumultuosa cinese, vuoi per l'incipiente recessione globale, vuoi perche' i produttori di petrolio ne cavano dalle rocce piu' del necessario per ragioni di concorrenza e non altro ... ma la cosa temo che fra pochi decenni ce la sogneremo. E li saranno cazzi globali da panico, mi sa. Eppure son tutti sempre a parlare di crescita (infinita, ovvio), di benessere da accrescere, di come ritornare alla crescita .. se sia possibile o meno manco pare sfiorarli .. Pare che per loro la storia sia indiscutibilmente una freccia che punta verso l'alto. pure deliro secondo me. Totalmente irresponsabile e fanciullesco fra l'altro. Trovo tragico come praticamente tutti i cosidetti economisti son bravissimi a farsi dei pipponi teorici (dico tutti, mica solo Galloni, qui, sia chiaro, da destra a sinistra) ma pare che non abbiano la piu' pallida idea di come funziona il mondo (!!!) .. questi san ragionare solo di moneta, di scambi .. ma i fondamentali li hanno mai visti? Pare manco col binocolo. 


Grazie a Pulvirenti per la segnalazione

5 commenti:

  1. Capisco che ci sia tanta voglia di fare "qualcosa" per risolvere i problemi attuali.
    Ognuno cerca una soluzione a modo proprio (in base alle sue conoscenze / mezzi / amicizie);
    però, tra fare qualcosa... e fare la cosa giusta, c'è molta differenza!
    Un partito composto da persone principalmente di un solo settore (o pochi settori), mostra subito le lacune che ha, con il rischio di peggiorare la situazione attuale invece di migliorarla.

    Hanno un programma di lungo periodo?
    Spesso, cercano una soluzione a un problema attuale, rischiando di peggiorare la situazione nel lungo periodo.

    Il problema è molto complesso, molto di più di quello che si creda.
    Soluzioni semplici non ce ne sono ed anzi, si dovrebbero eliminare quei falsi miti/soluzioni che oggi vanno di moda, ma che hanno poca incidenza reale sui problemi mondiali.

    Ci si dovrebbe sedere tutti attorno ad un tavolo (anche teleconferenza) e spiegare perché certe soluzioni proposte, in realtà NON vanno bene!

    RispondiElimina
  2. "tra fare qualcosa... e fare la cosa giusta, c'è molta differenza!"

    e poi "la cosa giusta" magari manco esiste, esiste al massimo la meno peggio, temo!

    credo che faremmo bene a stare molto cagati, di base .. se la gente capisse il frangente storico in cui viviamo - che siamo in cima all'onda, come umanita' intera, e ci aspetta quasi obbligatoriamente una discesa, e pure ripida - magari la smetterebbe di delirare di crescita (il mantra non riconosciuto dell'era contemporanea) e si porrebbe nell'ottica di preparasi all'impatto: cercare di convincere la gente nel terzo mondo a fare meno figli, cercare di sviluppare tecnologie piu' elementari ma che usino meno risorse speciali, isolare le case, imparare ad usare meno energia e risorse procapite insomma.

    E invece leggo e sento sempre e SOLO gente che delira di "tornare a crescere", di crescere, di migliorare, di aumentare, di piu', piu' veloce, ancora di piu'! ... questa cosa e' tragica. un disastro annunciato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fatto è che non si pongono neanche i veri problemi!

      Loro fanno un ragionamento molto "elementare"...
      problema (che si pongono loro):
      - C'è un debito pubblico enorme;

      soluzione:
      - Crescita o inflazione.

      Tutto il resto, per loro, è secondario!

      Elimina
    2. secondo me e' peggio: MANCO SOSPETTANO (!) che ci sara' un "problemino" EPICO di risorse per l'umanita' nei prossimi decenni. sigh. Poi meravigliati che credono che ci sia ricchezza per tutti, basta stampare soldini da dare alla gente cosi' spende .. reddito di cittadinanza, yeah, anzi, sai cosa, per tutti, anche per gli immigrati (! telefona in Africa per dirglielo, casomai non lo sapessero, poi e vedi che festa)

      ... fra l'altro trovo anche tragica la mancanza di consapevolezza - in uno "di sinistra" - del mondo moderno consumista al delirio in cui viviamo, drogato a vita di pubblicita', sotto lo strapotere delle multinazionali e della mancanza di democrazia che LORO impongono (vedi TTIP) tramite caste politiche di venduti e ladri ...

      Elimina
  3. http://www.happyblog.it/post/46211/malati-dikea-ecco-il-generatore
    adesso non mi fermate piu....


    SNÖNYN ESIST PIU IL MERKÅTÖ: II PREZZI SNÖNYN MYSVURANO PYU IL SVÅLOR


















    non esiste piu il mercato: i prezzi non misurano piu il valore

    RispondiElimina