Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

giovedì 26 maggio 2016

Durden: Follie monetarie: la BCE potrebbe finire col finanziare l'acquisto della Monsanto da parte della Bayer


Zero Hedge - Monetary Lunacy: The ECB Could End Up Funding Bayer's Purchase Of Monsanto

Da morir dal ridere (si fa per dire): i soldi dello "stimolo ai consumi" che va a finanziare una multinazionale nell'acquisto di un'altra multinazionale... sara' un caso, una "stortura" del meccansimo, o al di la delle parole pubbliche e' stata tutta pensata cosi' sin dall'inizio? 

ANSA - Bayer: Monsanto rifiuta offerta 62 di mld dlr. 'Ma pronti a ulteriori trattative'

Poi dicono "le politiche Keynesiane di Draghi" magari. Si, dare soldi a banche e multinazionali.. tz

Chissa' che non sia un modo per facilitare anche il TTIP: facciamo passare un nostro mostro sacro, la tristemente famosa Monsanto, nelle mani tedesche ... 

.. e a proposito di Monsanto e del suo piu' discusso prodotto, il glifosato:

Blondet & Friends - Basta coi populismi: Roundup è buono e fa’ bene
Chi oserà dire che non avvengono più miracoli? Ne ha appena fatto uno la globalizzazione: il diserbante glisofato, prima indicato come probabile cancerogeno, non lo è più. Lo hanno stabilito, unite, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS/WHO) e le Nazioni Unite, attraverso la sua organizzazione per l’agricoltura e l’alimentazione, la FAO. 
Queste due entità globali, insonni nel perseguire il bene dell’umanità, hanno unito le loro immense forze. Hanno costituito un comitato scientifico congiunto, Joint Meeting on Pesticides Residues (JMPR) che ha scoperto “improbabile il rischio cancerogeno per gli umani attraverso l’esposizione col regime alimentare”. Ciò smentisce diametralmente i lavori precedenti del Centro Internazionale per la Ricerca sul Cancro (CIRC), che nel 2015 ha classificato il glisofato come “probabile” cancerogeno. Ma questo CIRC dipende solo dall’OMS. Unendo le forze con la FAO, gli esperti hanno visto la luce. E niente paura: gli studi del CIRC, dichiara il JMPR, sono “differenti ma complementari” al suo. Infatti: “Il CIRC passa in rivista gli studi pubblicati”, ma “non valuta i rischi incorsi dalle popolazioni associate con una esposizione al rischio”. Invece il nuovo ente lo valuta, eccome. 
E fa’ l’esempio che tutti ci convince: l’esposizione agli ultravioletti. Classificati come cancerogeni, mentre l’esposizione della popolazione generale al Sole non presenta un rischio cancerogeno. Personalmente, noi cadiamo in ginocchio: ci vuole infatti la fede per essere conquistati da un tale comparazione. La fede vera, non in Dio (che non esiste) ma nelle forze della globalizzazione. (...)

E qui si arriva ancora al TTIP, alla globalizzazione, al mondo a dimensione di multinazionale ... 


Secondo me questo e' forse il primo dei problemi: Entita' sempre piu' grosse. Che siano Stati e SuperStati, che siano Multinazionali, che siano Iperbanche .. io ho sempre piu' idea che il diavolo sta nelle dimensioni. 

Piu' ristretti gruppi vedono una concentrazione di potere e ricchezze e piu' si producono tutti quei mali che forse non sono cosi' intrinsecamente inevitabili per l'umanita': manipolazioni dell'informazione e delle menti, meccanismi monetari e fiscali che strutturalmente favoriscono univocamente una parte sola .. sino alle guerre. 

Le malattie, l'invecchiamento, la morte, la fame sono cose intrinsecamente umane ... ma magari non lo e' la sopraffazione degli uni sugli altri. E mi pare che questa parta sempre da concentrazioni di potere/denaro.

Dagli stati nazionali all'UE: una fregatura dietro l'altra, burocrazie imperanti, perdite consistentissime di democrazia ... guardate invece l'unico paese al mondo dove i banchieri delinquenti li hanno messi in galera, l'Islanda: sono meno di una provincia italiana, quattro gatti, e loro l'hanno fatto. quando le dimensiono crescono si perde il contatto fra politici e gente, si creano enclavi fuori dal mondo.. vuoi mettere col sindaco, che se non altro avra' paura di prendersi sputi in faccia per strada se fa cazzate eclatanti? Ma a Napolitano, Renzie ... Obama, Clinton .. chi li tocca? 

Le banche. Negli ultimi anni negli USA si sono concentrate, come abbiamo visto, in maniera paurosa. Ormai sono una manciata i conglomerati che controllano il paese, fra l'altro con licenziamenti in massa ad ogni fusione, per ottimizzare le produttivita'. Diventano talmente grosse 'ste banche da diventare Too Big To Fail, non si possono far fallire perche' se no va in palla tutto il paese. Un ricatto infame che le rende superiori alla legge, intoccabili e peggio, se va male e' la gente che le deve salvare! 

Le multinazionali. Ma .. e se alla fine ne restasse una sola? A furia di fusioni ed acquisizioni ... immagina una megabanca che si fonde che una colosso del consumo e insieme ad un colossale miner generalista ... tipo Procter & Gamble che si fonde con Rio Tinto e con JP Morgan .. perche' no? E fra l'altro chi non ti dice che in qualche modo non sia gia' sostanzialmente cosi, fra partecipazioni, azioni e scatole cinesi? 

Alla fine piu' le cose si ingrandiscono piu' una manciata di persone controlla tutto. Ti pare una cosa auspicabile? non mi pare. E cosa sarebbe una Umbrella Corporation che comprendesse tutto? Il trionfo del capitalismo? Un nuovo tipo di socialismo aziendale mondiale? 

No raga, piccolo e' bello, piccole e' buono, piccolo e bene. 


9 commenti:

  1. Di Blondet leggetevi anche questo:

    “Israele diventa nazista”, e lo dicono i suoi generali…

    Ehud Barak, generale, già capo dell’intelligence militare israeliana (Sayeret Matkal), è stato primo ministro di Israele per il partito laburista (sarebbe ‘la sinistra’) dal luglio 1999 a marzo 2001. Tenete presente la data: sei mesi dopo, avverrà il gigantesco attentato di Al Qaeda in Usa.

    E dove va ad abitare Barak, una volta perso il posto in Israele e ceduto il governo al generale Ariel Sharon (che sarebbe ‘la destra’)? Negli Stati Uniti, dove diventa consulente d’alto livello per Electronic Data System – che fornisce servizi tecnologici in outsourcing – e per SCP Partners, finanziaria che investe in aziende americane che fanno innovazione tecnologie informatiche e telecomunicazioni, biologia, difesa e sicurezza: con ciò accedendo a brevetti importanti. Sicchè il giornalista investigativo Chrys Bollyn (Solving 9/11, pag.278-280) la chiama addirittura una “ditta di facciata del Mossad”. Tanto più che ha scelto di investire, e dunque di farsi partner, di Metallurgic Holding e Advanced Metallurgical, due aziende che producono nano-termite: ossia la miscela (comunemente di polvere d’alluminio ed ossido di ferro) che produce altissime temperature e quindi viene usata nella armi anticarro, per liquefare le corazze. In forma nanometrica (polverizzata in particelle di meno di 100 nanometri) aumenta la sua reattività ed efficacia di molte volte; è per uso esclusivamente militare.

    Secondo molti indagatori sull’11 Settembre, i due grattacieli sono stati fatti cadere in verticale da una demolizione controllata che usava nano-termite invece degli esplosivi convenzionali. Del resto, SCP Partners disponeva di un magazzino a meno di dieci chilometri dalla Urban Moving Systems, la compagnia di traslochi posseduta dall’israeliano Dominik O. Suter, i cui facchini furono visti esultare alla vista delle Twin Towers in fiamme, e arrestati per breve tempo dalla polizia di New York – la quale scoprì che erano tuti israeliani appena dimessi dal servizio militare in patria. ......... continua qui:

    http://www.maurizioblondet.it/israele-quasi-nazista-dicono-suoi-generali/

    RispondiElimina
  2. Alla fine piu' le cose si ingrandiscono piu' una manciata di persone controlla tutto. Ti pare una cosa auspicabile?

    Rammenti che si tratta precisamente del principio su cui si basa lo stato e il suo pervasivo interventismo? Sarebbe propedeutico un diagramma illustrativo forse?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche le multinazionali sono stato! E i mercati? sono stato anche quelli! E le iperbanche, quelle che, fra parentesi, sono guardacaso le azioniste delle banche centrali? son stato anche quelle!

      Dai, datti e dammi pace, per favore. Se isterico, E il cancro che mi son preso? E' stato anche quello. Mi fa male un pe', lina! colpa dello stato... piove? governo ladro... ma sei una macchinetta rotta! cazzo adottalo qualche neurone, cerca di partire meno con quel muro nel cervello. E' tutto e SOLO stato. ma curati. Vai su RC che li son tutti della tua razza e vi fate i pompini a vicenda e vivete contenti.

      Elimina
  3. Eh sì, scatole cinesi e scambio azioni tra tutti.

    Forse non proprio tutti, diciamo tra società di nazioni appartenenti ad un polo finanziario, quanti ce ne saranno, 2? Forse 3?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non lo so .. e probabilmente non e' facile manco per gli addetti ai lavori capire com'e' strutturata la baracca, ai massimi livelli. Quel che mi pare certo ed anche abbastanza evidente e' che una manciata di super-ricchi controlla tutto .. o almeno ci prova. I politici, POTUS pure, son solo marionette nelle loro mani. Non e' una novita', per altro. Anche nei secoli passati e' stato cosi' sempre, tutte le volte che sono ascesi degli imperi in particolar modo.

      Elimina
  4. con la dimensione, oltre ai vantaggi di scala,
    crescono anche il rischio sistemico,
    nonché corruzione e illegalità.


    il problema non è comunque banale, dove mettere il confine....


    è vero che basterebbe un meccanismo (stato? cittadinanza attiva? altro?) che assicuri semplicemente il RISPETTO DELLE REGOLE
    e tante too big to fail sarebbero fallite (con manager in gabbio) PRIMA di diventare too big


    è anche vero che de-facto, a consuntivo,
    il padrone riesce sempre a (ri)scrivere le regole pro domo sua
    (la famosa differenza fra teoria e pratica)


    come sempre il singolo può far qualcosa, e tanti singoli di piu,
    anche se il "padrone" impiega la massima cura per farti invece sentire impotente


    nel caso delle banche, il modo per non farle sciopare di bulimia è semplicemente non avere alcun "prodotto" (leggasi schifezza) finanziario, e tenere a saldo sul cc pochi euri, oltre le spese correnti, usare contanti, risparmiare metallico, non indebitarsi, mutuosoccorrersi
    etc etc etc etc bla bla bla bla bla blabla bla blabla bla blabla bla blabla bla blabla bla bla...


    e banalmente,
    non acquistare prodotti Bayer,
    e rivolgersi a filiere locali per l'ortofrutta per non ingrassare troppo Monsanto
    e cosi via...


    se al cittadino fottesse qualcosa, beninteso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non so se esiste una soluzione ma la cosa che mi fa veramente strippare sono i "NORMALISTI", quelli che "ma va tutto bene! Nothing to see here". Tutto normale che le lobby finanziarie e multinazionali diano forma al nostro futuro e calpestino la democrazia. Tutto normale! ... i piddini e piddinoidi ora sono l'incarnazione perfetta di questa DEMENZA. Hai ora persino Napolitano che se la prende con chi se la prende con le elite! son passati da "comunisti" a servi assoluti e per definizione dei veri poteri senza manco accorgersene. E' pazzesco. E te li ritrovi tutti contenti, sorridenti, normalisti ... e leggono repubblica e vedono la Liti e il pretino e son contenti ... mi pajono un branco di zombie della peggior specie, dei neonazisti in salsa buonisti ... con una fede incrollabile nella loro supremazia morale poi!!! :o

      Elimina
  5. Antipasto di #TTIP: "La Commissione #Ue proporrà una proroga per il #Glifosato fino a fine 2017" http://www.eunews.it/?p=59723 via @eunewsit

    https://twitter.com/ItalianPolitics/status/736070968854994946

    RispondiElimina