Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

venerdì 8 aprile 2016

Quel pericoloso nazista di Orban ...


Soldati israeliani "giustiziano" un palestinese a terra ed inerte. 

Sentito la bufera mediatica su questo fatto in tutti i tg della sera e nei giornali? (Video trovato da Blondet, QUI, in cui si parla dei anche dei soldati russi che stanno veramente facendo il culo ad ISIS, nel silenzio pressoche' totale, ancora, dei nostri media, che invece pajono volerci pompare sempre la paura che dopodomani saranno arrivati al grande raccordo anulare di Roma ..) 


Intanto, come da parecchi decenni, continuano a demolire le case dei palestinesi. Ancora un pochino e li avranno completamente esiliati dal loro paese, prese le terre, presa l'acqua per irrigare i campi, prese o distrutte le case.. e poi si recinta tutto il malloppo con bel muro come fatto come Dio comanda ..


Ovviamente se un muro lo costruisce Victor Orban e' "allucinate, e' un nazista!" (come ancora anni fa mi sentivo ripetere da un mio vecchio amico piddino, al mare, con Repubblica sul tavolino .. e da allora e' sempre un ripeterlo), se lo fanno gli israeliani o i sauditi invece manco una smorfietta, tutto silenzio, tutt'apposto. No news. 



Poi, se ti informi un po' attivamente e non ti accontenti della broda che di danno da mangiare da quando sei al mondo, scopri anche per esempio che ..


Case editrici distruggono libri di testo in cui si mostrava quello che e' successo, come anno dopo anno si sono presi il paese ai palestinesi, perche' ritenute, indovina da chi, anti-israeliane (?!?).

Dagospia - LO STESSO OSPEDALE, DUE MONDI LONTANI – IN ISRAELE ANCHE NEI REPARTI DI MATERNITA’ ARABI ED EBREI VOGLIONO STARE SEPARATI – E’ ILLEGALE, MA LO CHIEDONO I PAZIENTI DI ENTRAMBE LE RELIGIONI. UN DEPUTATO ISRAELIANO: “GLI ARABI FANNO TROPPO RUMORE”

Beh, quel po' di palestinesi che sono stati lasciati stare in Israele. Poi si legge di libri che parlano di coppie miste israelo-palestinesi che vengono in tutta scioltezza vietati, ecc. ecc. ecc. 

Come mai queste cose da noi non sono uno scandalo ma se, per dire, Orban fiata invece son tuoni e fulmini?

Poi mi vedo la pubblicita' dell'imperdibile programma su quant'e' bella l'Unione Europea di Severgnini (sarc) e che bandiera ti fa vedere accanto a quella italiana? Quella di Israele (!?!).


PS: Forse e' per queste ragioni che tutti si sentono di poter sparare a zero su Trump nei media e Sander .. beh, fan finta che non esista anche se e' arrivato ad avere grossomodo tanti supporters che la Clinton?




1 commento:

  1. Generale israeliano paragona il suo paese alla Germania nazista

    La cerimonia della Giornata della memoria dell'Olocausto è stata scossa dalle dichiarazioni del vice comandante delle forze armate israeliane, generale Yair Golan, che ha suscitato forti reazioni da parte del suo governo.

    "Vedo le tracce tra noi, di tendenze inquietanti che hanno prevalso in tutta Europa e in particolare nella Germania di 70, 80 o 90 anni fa", ha dichiarato il generale Golan.

    a tal proposito, in un articolo pubblicato da The Jerusalem Post, interrogato sui fatti di Hebron, in Cisgiordania, nel corso del quale un soldato israeliano ha sparato alla testa un ferito palestinese che era già a terra, ha affermato: "Non tutto ciò che facciamo è giusto".

    Le sue parole hanno generato una risposta rapida dal ministro dell'Istruzione, Naftali Bennett, che era presente durante la cerimonia. "Ha fatto un errore e dovrebbe dimettersi immediatamente", ha dichiarato, avvertendo che le sue parole possano essere utilizzate da negazionisti.

    Tuttavia, le Forze di Difesa israeliane hanno affermato che il confronto di Bennet è "assurda e infondata", mentre Isaac Herzog, leader dell'opposizione, ha sostenuto che il discorso di Golan è stato "un esempio di etica e responsabilità."

    Infine, il ministro della Giustizia di Israele, Ayelet Shaked, si è unito alle critiche sostenendo che Golan era "un po' confuso", e che i commenti del militare sono "una mancanza di rispetto per l'Olocausto".

    http://www.lantidiplomatico.it/dettnews.php?idx=82&pg=15536

    RispondiElimina