Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

martedì 5 aprile 2016

Mining: Il Golden Triangle del British Columbia


Il "triangolo d'oro" del nord-ovest canadese, ecco una delle maggiori regioni aurifere (e non solo) del mondo attuale. Durante il mercato rialzista dei metalli preziosi degli anni '70 oro voleva dire Sud Africa, voleva dire Krugerrand. Ma sai com'e' le miniere si esauriscono e quei tempi son presto passati. In attesa che passino anche quelli della British Columbia, consiglierei di comprarsi qualche monetina d'oro, di cambiare un po' di carta/bit/debito in metallo fisico

L'ho solo scorso, per ora, questo post di mining.com, ma per dire, gia' vedo un pajo di cose a cui forse la gente non pensa mai o quasi. Per esempio: 

Red Chris feeds into the government funded Northwest Transmission Line, a 344-km 287-kilovolt power line completed in 2014 at a cost of more than $700 million. 
Imperial Metals built a 93-km extension to the new power line to feed Red Chris.

Cioe: le compagnie minerarie, per poter andare a sfruttare quelle zone quasi artiche (o gia' effettivamente artiche?) devono, fra l'altro, tirarsi su a spese proprie - se non se le fanno regalare dal governo e quindi da tutti i contribuenti - linee ad alta tensione lunghe centinaja di km e dai costi piu' vicini ai miliardi che ai milioni di dollari (!)

E guarda qua che posticini sono:


Posto comodo, vi pare? 

Le risorse non rinnovabili - per definizione e con buona pace (eterna) degli antipicchisti - finiscono. Prima si raccolgono i frutti facili dai rami bassi dell'albero (con la piccola differenza che queste risorse non sono rinnovabili come le mele sui meli), e quando sono finite si deve andare a cercare quelle piu' difficili, con le scale ... in fondo al mare, in mezzo ai ghiacci polari ... prossimamente in giro per il cosmo? Potrebbe essere. Se - ma e' un colossale se - avremo accesso a tanta energia a bassissimo costo per farlo. Faccio presente che con le conoscenze cha abbiamo ora anche solo andare verso i pianeti piu' vicini richiede anche anni di tempo. Ci andrei piano col dare per scontato che o' miracolo (l'ennesimo) arrivera' a salvare capre e cavoli.

Nessun commento:

Posta un commento