Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

martedì 19 aprile 2016

Blondet: Confessioni di un intellettuale (con brevi commenti miei)

Beh, la storia e' storia. Oddio, dipende da chi la scrive .. beh. questa diciamo che mi pare verosimile e sappiamo che e' andata cosi

(...) Ricordo ancora con ammirato stupore la disinvolta velocità con cui Achille Occhetto, capo dell’allora più grosso partito comunista d’Occidente, si recò in visita dal miliardario ‘canadese’ Edgar Bronfman capo del Congresso Ebraico mondiale, per fare sdoganare sé e il PCI presso i poteri del capitalismo globale. Bronfman, che oltre che padrone della Seagram (Whisky) era anche insignito dal regime della Germania Est della massima onorificenza comunista, la Stella dell’amicizia dei Popoli, aveva già reso lo stesso servizio a Gorbaciov; poche ore dopo l’incontro col miliardario ebreo – maggio 1989 – Occhetto si incontrò (cito da Repubblica) “con David Rockefeller[Quello che si e' inventato la Trilaterale? Er], fu intervistato dai “ due maggiori quotidiani Usa: il Washingon Post e il New York Times”, rese omaggio “al cimitero di Harlington, dove riposano i fratelli Kennedy, e al monumento ai caduti del Vietnam”, e poi fu impegnato in “una fitta serie di colloqui con esponenti del Congresso” Usa. Tenne anche “conferenze pubbliche al Carnegie Endowment for Peace di Washington, e al Council on Foreign Relations”. 
Penso sia inutile precisare che in quel fruttuoso viaggio, Occhetto fu accompagnato da un solo altro esponente del comunismo: Giorgio Napolitano. [ma non era la quinta colonna della CIA nel PCI? Er] 
Ne uscì, lui e il partito, candeggiato e legittimato a prendere il potere in Italia al posto della DC: ovviamente dopo libere elezioni. Aiutato, è vero, dalla valorosa magistratura che, con geometrica sincronicità, gli spazzò via i partiti potenzialmente concorrenti, la DC di Andreotti e Forlani e il PSI di Craxi con la leggendaria operazione “Mani Pulite”. 
http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1989/05/16/la-missione-di-occhetto.html 
Fu il più acrobatico e ammirevole salto sul carro del vincitore cui abbia assistito nella mia vita. Abbandonata la classe operaia alla grandine della globalizzazione e alla concorrenza dei salari cinesi messicani, romeni – la deindustrializzazione, il massacro salariale del ‘proletariato’ – , il PCI si dedicò a difendere “minoranze oppresse” più comode: i finocchi, e i parassiti pubblici, anzitutto. (...)

Beh, li poteva chiamare gay. Si vede che per lui non sono gay, sono proprio pericolosi froci :)

Comunque quanto a voltagabbana mi pare di ricordare che pure i fascisti - quelli di Dio, Patria e Famiglia - dopo l'8 settembre 1943 ... ehm ... non per dire, eh ...  sara' che non e' roba da destra o roba da sinistra, e' proprio una roba italica quella della paraculaggine sfrontata, del voltagabbana, del Francia o Spagna purche' se magna. Non a caso Alberto Sordi e il Rag. Fantozzi sono gli eroi nazionali, il miglior ritratto (purtroppo?) di noi italiani.

E quanto a mani pulite direi che forse proprio perche' era finito il "pericolo rosso" finalmente i magistrati ebbero via libera nel perseguire politici atlantisti che prima erano intoccabili proprio per non dare adito a fluttuazioni elettorali verso il PCI, vi pare? Quindi ci andrei cauto a dire che Mani Pulite fu tutta una manovra .. di chi poi? Dei comunisti? Mmmm .. ma ce l'ho solo io questo ricordo che Di Pietro era corteggiato, dopo i primi clamorosi arresti e la grande simpatia che riscuoteva un po ovunque, dal, mi pare, MSI, il Movimento Sociale, la "destra impresentabile"?  Poi era ovvio che i magistrati se la prendessero con DC e PSI: cazzo avevano governato sempre e solo loro per decenni, chi doveva avercele le mani in pasta? Ok, le coop .. ma vuoi mettere con decenni di potere nazionale? Dai, un po' di obiettivita'. Non dico che non esistano magistrati politicizzati, ma da questo a farne un complottone .. mi pare un po' debole sta storia.

C'e' anche da dire che i comunisti, quelli che veramente volevano l'abolizione della proprieta' privata, mi sa che gia' negli anni '60 ce n'erano pochi. Io ormai vado quasi piu' per i 50 che per i 40 e gente del PC che idolatrava Stalin, credeteci o no, giuro, non ne ho mai conosciuti (e si che sono emiliano!). Quindi mi pare che i vari Occhetto, Veltroni & Co. era da mo che se ne volevano liberare del pesante legame con le loro radici. Gia' si erano assestati tutti benino, se non benone, i compagni, stavano gia' tutto sommato bene, dipendenti pubblici tranquilli, politici, coop, municipalizzate ... ma chiccazzo la voleva fare una rivoluzione? Ma giusto qualche figlio di papa' all'universita' (ed era gia' quasi mezzo secolo fa!) ... dai, gia' da mo, quando ero ragazzino io ma appunto sicuramente gia' da prima ancora, i veri idoli della sinistra erano del tipo di Fonzie ed Happy Days, Napo orso capo e Rischiatutto, altro che Marx e Lenin, figurarsi Stalin. Vedere Renzie per credere (poi Fonzie deve essere stato sostituito dal Banana direttamente, negli ultimi 20 anni, evidentemente)

.. "i comuniiIIIiiisti" ... tz.  Maddai.  Ma per piacere. 

D’Alema bombardava l’antico compagno Milosevic con la NATO, e si comprava lo yacht da regate da un paio di miliardi di lire, come se mai avesse letto la sardonica frase di Karl sul “modo di esistenza che crea la coscienza” (traduco: chi vive da ricco, pensa e giudica da ricco e difende il sistema sociale anche più ingiusto, perché lo sente naturale e meritevole).

Ma va? Non ho mai letto Marx (shame on me) ma questa frase e' geniale, perfetta. Cazzo, e' esattamente cosi. :) 

E Walter Veltroni? “Mai stato comunista”, disse. Ed era iscritto al Pci dall’età di 14 anni. Credeva d’essersi iscritto ad una bocciofila.

Ma no Maurizio, sei tu che non hai mai capito un cazzo dei "compagni" :) .. dice il vero, Veltroni. Sei tu che hai sempre filtato troppo la realta' attraverso le lenti dell'ideologia, magari ;)

Il fenomeno, più che nei politici, fu sbalorditivo negli intellettuali, quelli che vivevano di idee, e di “quelle” idee – o almeno così credevamo noi. Fu chiarissimo che quelle idee le avevano sostenute finché aiutavano alla carriera. Peggio: noi anticomunisti dovemmo constatare che gli avversari intellettuali avevano seguito, massicciamente, “la moda”. Per anni ed anni, essere comunisti o compagni di strada, è stato di moda. Era “attuale” e moderno, faceva stile essere rosso. Era “la tendenza del momento” per cui si veniva invitati nelle tv, a scrivere opinioni sui grandi giornali, nei salotti buoni, negli ambienti che contano, e nelle direzioni mediatiche potenti. Di colpo, con sicuro istinto, gli intellettuali di sinistra sentirono che il marxismo non “non è più in voga”; e mai si son fatti cogliere, da allora, a portare una cosa così vecchio stile, così poco fine, come il “socialismo reale”; quello “sovietico” poi, figurarsi.

Ooo, qui si che ci siamo, allora si che l'hai capita. Ti ajuto ancora un po: non mangiano i bambini, e' solo gente che vuole vivere tranquilla, lavorare (e anche no, purtroppo, come sai) per vivere e non vivere per lavorare ;D. In realta' molto piu' simili a tanti figli di papa' "di destra", con la fabbrichetta, il negozio, di quanto non si creda. In una societa' in cui si sta generalmente bene, gira e rigira, nessuno ha voglia di fare la guerra. I "bei tempi" degli scontri in piazza torneranno man mano che si finira' un po' tutti, come societa', giu' per il cesso. Per ora piddini e piddinoidi se la sono scavata, l'hanno in gran parta evitata (stipendio fisso regolare) ma prima o poi ... e allora ...

Anyway .. grazie e grazie ancora per i post che fai sulla guerra in Siria, in Ucraina, sugli sviluppi geopolitici, NATO, mica NATO, psyop e compagnia bella: bellissimi, utilissimi. Altro che quelle pippone fumose e reticenti di Limes e simili "intellettuali da salotto".


1 commento:

  1. 1994: La Russa (Alleanza Nazionale all'epoca) corteggia Davigo per fare il ministro della giustizia nel suo governo

    [im]https://pbs.twimg.com/media/Cgui3qsWIAAN-hl.jpg:large[/im]

    RispondiElimina