Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

sabato 19 marzo 2016

Armstrong: Come sara' il futuro?

Il mondo mi pare diviso fra chi ha di base una fede (irrazionale) nel fatto che lo stato sia la risposta a tutto e chi pensa che lo stato sia il male assoluto. 

Il primo tipo di mentalita' e' quello del "Pidinoide". Per tale intendo chi vota PD ma anche tutte le persone "di sinistra" che magari il PD manco l'hanno mai votato nella vita ma di base hanno in testa questo assioma che lo stato, la legge (e la democrazia non so quanto invece sia parte del pacchetto) sia il bene. Tipicamente campano con uno stipendio statale, magari da generazioni, ma non e' detto.

Dall'altra parte invece c'e' una quantita' di persone, chiamiamoli forse "Destroidi", che pensano che lo stato debba essere ridimensionato se non abolito tout court (non si sa mai che abbiano in mente come alternativa poi, un'anarchia alla somala? Una dittatura in stile sudamericano fine XX secolo? Un mondo in cui i veri stati sono le multinazionali, private e quindi buone? Mah

Insomma, faccio una generalizzazione eccessiva, lo so, ma dividendo con l'accetta c'e' chi sente lo stato come il bene, la protezione dagli abusi dei "lupi" e chi invece si sente lupo e pensa che vivrebbe bene nella giungla, diciamo cosi. 

In realta' faccio notare che anche ampie fette di gente di destra si lamenta tanto dello stato ma poi mai al mondo pensa di "abolirlo": il fascismo e il nazismo sono stati due tipi di socialismo, due evoluzioni del socialismo. Un Mussolini, un Almirante sognavano un mondo senza stato? Ma neanche per sbaglio. E guarda oggi: Salvini, Borghi, non chiedono per esempio che lo stato salvi i cittadini dai fallimenti bancari? Lo stato, non le multinazionali o il Banana (Berlusconi).

Alla fine chi sogna un mondo, non si sa quale, senza stato e' una ristretta minoranza. E a ragione direi. Il sogno e' bello, il beau geste e' bello (son chiacchere poi, manco gesti, tipo trollare un sito come il mio), ma poi? Quale sarebbe l'alternativa? Qual'e' la proposta? Non lo sanno manco loro (o, peggio, lo sanno ma non dicono perche' sarebbe appunto il dominio assoluto e diretta da parte di entita' transnazionali. E non elette, come la Troika e le multinazionali, quelle bancarie soprattutto visto che alla fine controllano anche le altre per via azionaria e non)

Personalmente penso che nol mondo di oggi - dopo decenni di accelerazione verso la globalizzazione e di trionfo del liberismo, dati per TINA (There Is No Alternative) - gli stati potrebbero essere le sole entita' ad opporsi a questo predominio della finanza e del capitale frullante in giro per il mondo che tanti disastri ha fatto e minaccia di continuare a fare. Penso che solo gli stati potrebbero essere strumento di ritorno alla democrazia. Questo non vuol dire che io ami lo stato, anzi... ma mi rendo conto che per menti schematiche il concetto sia troppo difficile da capire. Soprattutto non vuol dire manco per sbaglio amare il terrorismo di stato (ma chi sono i mandanti?), amare la burocrazia o amare la corruzione, ovviamente. Non significa amare il controllo totale, le regole micraniose ed il dominio dei burocrati. Non significa amare le tasse. Ma vai a farlo capire al troll .. 

Sogno anch'io? Probabile. Ma credo che il sogno dei liberisti e degli austriaci sia anche piu' cieco del mio. Sicuramente piu' ideologico. Sicuramente la narrativa che vuole sempre lo stato cattivo, tassante, corrotto e clientelare ha le sue ragioni ma quello che sta gente pare non vedere e' che viviamo in un periodo storico che e' segnato profondamente da un altra realta': proprio il liberismo e la globalizzazione che questi invocano in misura ancora maggiore e danno come salvezza. 

I colossali problemi che la globalizzazione avrebbe prodotto erano gia' ben noti piu' di 20 anni fa nelle biblioteche occupate dell'Universita' di Bologna (penso ai "greci" ma soprattutto al "33"), se ne parlava molto chiaramente gia' allora. E come dai media allora bombardavano che sarebbe stato bellissimo, che avremmo lavorato di meno e saremmo stati pero' tutti piu' ricchi, che no, non sarebbero migrati altrove i nostri posti di lavoro, ecc.. ora mi pare che bombardino con questi adepti del liberismo, stile Scelta Civica, menandola sempre (e solo) su come lo stato e' corrotto, parassitato, i politici ladri (e chi li ha votati?), le tasse .... Vorrei che la gente se ne rendesse almeno conto che corruzione, stato parassitato, tasse, c'erano anche negli anni '60 e quindi, foooorse, non e' per questo che le cose vanno sempre peggio. La ricetta di questi liberisti si che e' "more of the same"! Rendiamocene conto. E rendiamoci conto anche che non e' che e' apparso Zeus dalle nubi, fulmini in mano, e ci ha ordinato, undicesimo comandamento, di cancellare tutti i dazi doganali, di delegare la democrazia ad entita' non elette e compagnia bella. La mossa piu' diabolica di questi e' stata forse proprio far pensare a tutti che TINA, non c'e' alternativa. Es Muss Sein. Cosi' Deve Essere. 



Ma dai e dai forse dopo un 2-3 decenni la gente sta cominciando a realizzare .. probabilmente i piu' percepiscono solo che c'e' qualcosa che non va ma non sanno bene dargli un nome. Gli stipendi calano, i prezzi magari invece meno di quel che si dice, le tasse pure .. il lavoro va altrove (TTP, TTIP e tutti gli accordi dei decenni precedenti, dalla WTO in poi) ... e poi ti trovi un Donald Trump che dice e ripete che no, la globalizzazione non e' inevitabile, non e' vero che non c'e' alternativa. E infatti tutti i poteri costituiti, a partire dal "suo" partito, lo bombardano un giorno si e l'altro pure. 

Ecco, volevo solo segnalarvi questo post di Martin Armstrong e mi sono allungato senza quasi accorgermene. Ecco Armstrong google tradotto, che NON dice quello che dico io ma non per questo non mi pare abbia senso leggere:



DOMANDA: Sei più preoccupato per un futuro in stile "1984" o per un futuro in stile "Brave New World"? 
RISPOSTA: Purtroppo, i due vanno di pari passo. George Orwell semplicemente preso il passato e disposti ciò che il governo gravita sempre verso - il controllo totale. Viviamo in un delirio con i nostri cervelli pieni di propaganda. Nel corso degli anni, ho incontrato commenti delle persone che chiedono: "Perché qualcuno dovrebbe voler vivere al di fuori degli Stati Uniti? Siamo la più grande nazione sulla terra". Io di solito rispondo,"Hai mai viaggiato al di fuori del paese" La risposta sta dicendo: "No. Qual e il punto?"
Forse io sono il dubbio Thomas. Sono andato attraverso Checkpoint Charlie in Germania Est prima che il muro è caduto perché ho davvero voluto vedere ciò che era vero e ciò che era falso. Non si può semplicemente accettare l'indottrinamento della società così com'è sistemica. 
Quindi, quello che George Orwell ha scritto non era pura invenzione; non più di "Star Wars" essendo basato su nulla. "Star Wars" è la battaglia epica tra la Repubblica e imperialismo che ha dominato il periodo romano di entrare nel 1 ° secolo dC. Hanno appena cambiato in pianeti e aggiornate le spade a spade laser. Nel caso di Orwell, ha preso la storia e postulato che cosa accadrebbe in un contesto moderno. Aveva solo fuori in termini di progresso tecnologico. 
Quindi la linea di fondo è che al tempo stesso entrambe si svolgeranno. Tuttavia, non è possibile raggiungere il secondo senza provocare dolore con la prima. Con la NSA e il socialismo, avete visto il terrorismo utilizzato come pretesto per promuovere il controllo della società per cui non possiamo comprare o vendere qualsiasi cosa in ultima analisi, senza l'approvazione del governo. L'IRS può revocare il passaporto se lo ritiene ancora si devono più di $ 50.000 in tasse, multe, o sanzioni. Non si può viaggiare su un treno, aereo o nave, non meno soggiornare in un albergo senza fornire ID foto o in molti casi in possesso di un passaporto. Allora, perché abbiamo bisogno di un passaporto, che può essere revocato se dobbiamo tasse, a viaggiare? Ebbene, i passaporti sono stati inventati dai Romani ed è apparso nel 3° secolo dC, quando il governo era in rovina fiscale. Se tutto è stato l'Impero Romano, quello che era lo scopo di un passaporto? E' stato per dimostrare che hai pagato le tasse e sono stati liberi di viaggiare. 


La storia Crash & Burn si ripete perché le passioni dell'umanità non cambiano da un secolo all'altro. Dobbiamo muoverci più vicino alla oppressione assoluta in modo che la maggioranza silenziosa di arrabbiarsi e la domanda di cambiamento. Quindi, fino a raggiungere quel punto di non ritorno, essere pronti a perdere qualsiasi concetto di diritti umani si pensava che si aveva una volta. Non stiamo vivendo il "sogno", ma l'incubo della storia. 
Solo quando diventera' abbastanza grave vedremo il cambiamento verso la luce del secondo. Quindi, questo è il motivo per cui faccio quello che faccio, ed è per questo che dico che prima dobbiamo andare in crash e bruciare. Apri gli occhi. Sta accadendo. Se si capisce il motivo, si sopravvivere. Se si vuole lasciare un mondo migliore per i vostri bambini, che è possibile solo attraverso l'individuazione della tendenza al fine di modificarlo. La storia è la nostra mappa per il futuro.

7 commenti:

  1. Per me non andrà come pronosticato, finirà molto peggio.

    RispondiElimina
  2. Ma credo che il sogno dei liberisti e degli austriaci

    Gli austriaci non sono "liberisti", hai avuto debita e documentata spiegazione in merito quindi ora cacci balle di proposito, CAPRA E PURE CORNUTA...ecco volete lo stato bellobello? Significa essere sempre in mano ai Berlusconi e ai Renzie come 'sto poveraccio bugiardo e ipocrita e sicuramente col muso nel trogolo qua.

    Contenti voi, ma lasciate fuori chi a farsi fottere placidamente per la promessa da marinaio di aver sempre una stalla e la biada tutti i giorni non ci sta, pezzenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ok, gli austriaci, che sono per il libero mercato e stato ridotto all'osso se non niente ... sono per i dazi doganali. Certo. Congruente poi.

      maddai!

      Diciamo piuttosto che si dicono o credono austriaci un sacco di persone diversissime e che hanno punti fissi diversissimi. Per esempio tu sei un coglione (:D) mentre altri, come Bedwere NO

      comunque fa una bella cosa, mandami tutti i link che hai a pagine di austriaci che parlano male del TTIP, del WTO, che invocano la reintroduzione di dazi doganali, che sono contro la globalizzazione (e cosa allora se gli stati ti fanno skifo? mah)

      Elimina
    2. Eccoti un bel link su un imbecille austriaco che faceva i post scemi contro dazi e dogane:

      http://argentofisico.blogspot.gr/2011/12/chi-siete-cosa-portate-si-ma-quanti.html

      Non pensi anche tu che dovrebbe vergognarsi?
      Ah, i dazi sull'importazione di oro e argento a quanto li fissiamo? Vorrei un parere da un fiero sostenitore del protezionismo...

      Elimina
    3. touche', bravo.

      comunque preferirei mille volte dover CONTINUARE a pagare dazi doganali sui metalli piuttosto che vedere approvati gli infamissimi TTIP & Co.

      PS: quindi tutti gli "austriaci" che parlano male del liberismo che sei riuscito a trovare ... sono io, lo stesso che infami da anni dandogli(mi) dello statalista di merda? Complimenti. Tutta da ridere :D

      Elimina
  3. ErdoCAN, ve lo ricordate? Meno di una settimana fa...

    "“There is no reason why the bomb that exploded in Ankara cannot explode in Brussels, in any other European city," he stressed, refereeing to last weeks blast, which took 37 lives and was claimed by a radical Kurdish group."

    https://www.rt.com/news/336170-erdogan-europe-terror-kurds/

    I soldi delle vostre tasse all'opera, gente.
    Grazziaddio abbiamo lo stato che ti estorce i soldi per proteggerti dalla legge della giungla e che la pace e l'ordine regnino ovunque, appecoroniamoci, gente, appecoroniamoci tutti!

    #CREDICI #ADOTTAUNNEURONE

    RispondiElimina