Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

domenica 31 gennaio 2016

Grimaldi: Perche' dobbiamo uscire dalla NATO


"XXX uguale scimmie, serpenti e cani". "L'unico XXX buono e' quello morto". Chi lo diceva? I nazisti degli ebrei? Non solo.

Si potra' non essere d'accordo con il suo approccio ideologico ma il racconto che fa Fulvio Grimaldi di decenni di esperienze dirette su quasi tutti i fronti mondiali, Palestina, Irlanda, Serbia, Iraq, Libia, Ucraina ... beh, imperdibile.

Da vedere anche gli altri interventi a "E' la stampa, bellezza", come questo di Giulietto Chiesa (e Maurizio Blondet) sul perche' stare dalla parte dei russi e cercare di uscire dalla NATO


4 commenti:

  1. "Small Group": I soliti compagni di merende danno sempre nomi carini alle loro devastanti guerre di aggressione


    La Farnesina informa la stampa della prossima riunione a Roma, il 2 febbraio, del cosiddetto Small Group of the Global Coalition to CounterDaesh. Ovvero: Gruppo ristretto della Coalizione globale per contrastare Daesh.

    La nota per i media elenca i 24 membri dello Small Group, che si suppone essere la crème de la crème, il nocciolo duro e puro della lotta a Daesh. Ebbene, in ordine alfabetico, quasi ironicamente il primo dell’elenco è…l’Arabia saudita.

    Seguono poi (a parte l’Iraq come paese vittima, e altri paesi arabi; ma la Siria non c’è; e non c’è la Russia, né l’Iran) entità come Emirati, Francia, Kuwait, Qatar, Regno Unito, Turchia, Usa. Insomma proprio quei soggetti, diciamo Nato/Golfo (più i satelliti), che individualmente o in forma aggregata sono stati determinanti nel far esplodere l’atroce fenomeno autodefinentesi Stato islamico o Califfato, in sigla Isis o Is o Isil.

    Le petromonarchie lo hanno nutrito sin da piccolo, con dollari e armi quando magari si chiamava con altro nome (i flussi di denaro dal Golfo proseguono). La Turchia ha retto il passeggino agevolando l’andirivieni di “combattenti” in Siria. La Nato gli ha fatto da forza aerea con la guerra in Libia del 2011, regalandogli l’ingresso nel paese nordafricano e in molte aree saheliane. Gli Usa e altri paesi Nato gli hanno fatto da maestri d’armi, addestrando a caro prezzo gruppi armati in Siria, poi sfociati in Daesh o parimenti demoniaci.

    Qualcuno dirà: chi rompe paga e chi ha creato (o contribuito a creare) il problema deve essere chiamato a risolverlo, o quantomeno a non peccare più. In questo senso, potrebbe apparire logico il coinvolgimento dei vari Frankenstein nella Coalizione globale per combattere Daesh.

    Il punto è che ...

    http://www.lantidiplomatico.it/dettnews.php?idx=82&pg=14133

    RispondiElimina
  2. Inquietante escalation tedesca: più atomiche alla NATO
    Maurizio Blondet - 31 gennaio 2016

    A nostra insaputa, in vista del vertice NATO che dovrà tenersi a Varsavia a giugno, i comandi militari e i think tank tedeschi “stanno discutendo lo spiegamento di armi nucleari contro la Russia”: così ci informa il sempre ben informato sito German Foreign Policy

    http://www.maurizioblondet.it/inquietante-escalation-tedesca-piu-atomiche-alla-nato/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bah, evidentemente la parola "Stalingrado" non ricorda niente ai furher odierni.

      Elimina
    2. gia' ... poi ti raccontano da una vita che Hitler l'hanno fatto fuori gli americani, che gli americano hanno liberato i campi di sterminio, ecc...

      TOTALE VITTIME 2a GUERRA MONDIALE:

      Statunitensi: 413.000
      Russi: 23.000.000

      https://it.wikipedia.org/wiki/Conteggio_delle_vittime_della_seconda_guerra_mondiale_per_nazione

      Elimina