Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

sabato 6 febbraio 2016

Barrick, Newmont e Goldcorp: tre colossi dell'oro e l'andamento curioso delle loro azioni

E' impressionante, per me "trader" da circa un anno, la differenza di comportamento dell'azionario di questi 3 colossi minerario del settore oro. Ricordo solo che mentre su Goldcorp ho letto di ottimi AISC e relativamente poco debito, su Barrick, per esempio, sono anni orami che si parla del suo altissimo livello di indebitamento (oltre che di AISC non cosi' brillanti come GG). Eppure ... ecco il loro andamento negli ultimi 6 mesi



Barrick s'e' sparata un quasi raddoppio (+100%) negli ultimi 6 mesi, dai minimi a 6 a quasi 12 dollari ad azione oggi (!). Questa a parte il recente rally del 47% rispetto alle quotazioni di solo un pajo di settimane fa, rispetto ai minimi del 19-20 gennajo appena passato.



Newmont e' salita di "solo" un 50% circa invece, da circa 16 a circa 24 dollari ad azione. Il rally delle ultime 2 settimane e' stato di un 50%.

Ma la cosa 'bella" e' invece stato il comportamento di Goldcorp..


Goldcorp rispetto a 6 mesi fa e' praticamente ferma al palo. Stava sui 13-14 sei mesi fa e sta sui 13-14 ora. Si, ha fatto anche lei una salita del 40% negli ultimi 12 giorni (!) ma allargando lo zoom ai 6 mesi la solo essere tornata ai livelli precedenti. 

Come mai una differenza cosi' macroscopica di comportamento? Soprattutto considerando le migliori condizioni generali di GG rispetto soprattutto a ABX. 


Provo ad allargare lo zoom, facciamo ad 1 anno



Barrick rispetto a 1 anno fa e' ancora giu' di un 9% (si, mi rendo perfettamente conto che questo ragionamento puo' essere solo qualitativo, date le volatilita' di breve ..  rispetto a solo marzo 2015 sarebbe nel verde).



Newmont rispetto ad 1 anno fa e' grosso modo pari, intorno ai 24 stava e intorno ai 24 sta.



Goldcorp rispetto ad un anno fa invece e' giu' di 40% abbondante

ABX e NEM sono cadute di meno rispetto a GG nell'ultimo anno e sono solo risalite a dov'erano. GG invece e' stata massacrata particolarmente nell'ultimo anno, nonostante i suoi fondamentali migliori (o meno peggio) ed ora si trova a non essere nemmeno risalita ai massimi di ottobre scorso, anzi, e' ancora lontanuccia ....


Zoomiamo ancora piu' a lungo termine, vediamo le chart a 5 anni e totali, in cerca di risposte. 




ABX ha quotato per lunghi periodi sopra i 40, nel 2011 addirittura tranquillamente sui 50 e con picchi addirittura sopra i 55

Minimi a 6 (5,90 !!) ed ora sta a 11-12

Durante il crollo del 2008 arrivo' ad un minimo di 20 circa

I minimi recenti sono stati un misero 30% di quelli del 2008 (!)





NEM ha quotato per la maggior parte dell'ultimo decennio sopra i 40, sopra i 50 e con punte ad addirittura 70 dollari per azione

Minimi a 15 (15,40) ed ora sta a 24

Durante il crollo del 2008 arrivo' ad un minimo di 24 circa

I minimi recenti sono stati un 62% di quelli del 2008





GG ha quotato anche lei sopra i 40, con momenti sopra i 50 e vette sui 55 dollari ad azione

Minimi a 9 (9,46) ed ora sta a 13-14

Durante il crollo del 2008 arrivo' ad un minimo di 17 circa

I minimi recenti sono stati un 53% di quelli del 2008


Cosa ha imparato (forse) il trader-sbarbo Er? Che chi e' messo peggio puo' forse fare molto meglio di chi e' messo meglio se le cose migliorano? 

O meglio: se e' un colosso, perche' guardate dei junior (o comunque compagnie molto piu' piccole rispetto a queste 3 oggetto del post): GORO, BTG

Piuttosto fermi al palo rispetto alle corse di altri in queste ultime 2 settimane.

Probabilmente la vera risposta e' che ogni miner e' fatto a modo suo, con le sue miniere, le sue prospettive, i suoi AISC, i suoi debiti, e quindi generalizzare non ha senso. Resta il fatto che chi avesse comprato ABX e/o NEM nell'ultimo anno ha gia' segnato dei bei guadagni mentre chi ha comprato GG li deve ancora vedere. 

In generale la mia idea e' questa: c'e' un miner che ha costi di estrazione ad 800 ed uno che li ha a 1000. Quando la quotazione dell'oro scende a 1050 calano entrambi ma il secondo di piu' perche' rischia di essere veramente fuori mercato. Poi la quotazione risale e .. il secondo, che aveva perso di piu', ora ritorna in pista, si allontano gli spettri e corre di piu' (in realta' risale solo di piu' dopo una corsa verso il basso piu' accentuata fatta prima).

La mia idea/speranza, ora, e' che 1) i prezzi risalgano ancora dopo l'inevitabile pull back che immagino per la settimana prossima e 2) che se le quotazioni dell'oro arriveranno a 1200, 1250, anche quasi 1300 magari, il "gap" venga chiuso, che anche GG faccia un bel rally che la porti anche lei, che so, almeno ai valori di un anno fa (e sarebbe un gran bel rally dai 14 scarsi della chiusura di jeri ai 20-25 .. :D gh!)

Qualcuno ha pensieri illuminanti al riguardo, da condividere? (anche non particolarmente illuminanti andranno bene).


PS: L'autore del post ha in pancia azioni GG, in discreta quantita'. Ne ha avute anche di NEM e ABX ma le ha vendute (sigh!) con "solo" un 10-15% di guadagno settimane e settimane fa.

7 commenti:

  1. Gold Corp ha fatto acquisti, forse è per questo che c'è incertezza http://seekingalpha.com/instablog/399928-the-gold-report/4775416-senior-gold-producer-goldcorp-takes-large-stake-nevadas-gold-standard-ventures

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh, sono solo 16 milioni per un 10% di GSV, miner junior che fra l'altro ha fatto faville ultimamente:

      https://www.google.com/finance?q=NYSEMKT%3AGSV&ei=a_N1VrmBMcWTUoiKg7AD

      in compenso Barrick ha venduto .. e nel post che ho linkato qui sotto non pare che la si consideri una mossa geniale (ma i debiti ..)

      Elimina
    2. qui la chiamano "large stake" ma sempre il 10% di un junior (ottimo) e':

      http://www.mining.com/web/senior-gold-producer-goldcorp-takes-large-stake-in-nevadas-gold-standard-ventures/

      Elimina
  2. io ho tenuto sott'occhio yamana...anche lei una corsa strepitosa...ma da buon cassettista mi sono comprato e venduto GG...15%..non male...ma rispetto al resto..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yamana faceva un + 16 oggi ad un certo punto, ho visto ..

      Elimina
  3. AISC Barrick Gold:

    "In 2014, Barrick's gold production was 6.25 million ounces, 13% lower than 2013 gold production, with all-in sustaining cash costs of $864 per ounce and cash costs of $598 per ounce and cost of sales of $5.8 billion.

    In 2013, Barrick produced 7.17 million ounces of gold, with all-in sustaining cash costs of $915 per ounce and cash costs of $566 per ounce"

    ...

    the company's production guidance for 2015 is 6.2 million to 6.6 million ounces of gold at AISC of $860 to $895 per ounce.

    http://seekingalpha.com/article/3872106-significant-increase-gold-price-2016-negative-signs-barrick?auth_param=cpsro:1bbdl96:081710f674c990967d79daf6f768f1c7&uprof=17



    quindi sono sugli 860 - 900 USD/oz All In (non 1000 come nel mio esempio nel post, che era, appunto, un esempio giusto a scopo esplicativo se non si fosse capito)

    RispondiElimina
  4. oggi GG ha fatto meglio di ABX e NEM (+7 contro solo +3 e +2) ... ma secondo me resta veramente TROPPO indietro lo stesso. Cazzo! le altre sono arrivate a dove stavano ad aprile-maggio scorso, quando l'oro stava a 1200 come ora, mentre GG non ha tenuto neanche i 15 mentre ad apr-mag stava a 18-20 (!!!) .. CAZZO!

    ;D

    RispondiElimina