Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

venerdì 22 gennaio 2016

Zibordi: Produttivita' del lavoro in Italia (dati OECD-OCSE)


Zio Zib dice "E' una coincidenza che tra 1997 (aggancio della Lira al Marco) e 2000 (inizio EURO) per la produttivita' italiana inizia il declino"

No, Zio, non e' una coincidenza. E' che dal 2000 gli italiani sono diventati sfaticati, soprattutto, dal 2000, lo stato e' diventato corrotto, clientelare .. siamo sprofondati in un'Italia feudale, medievale ;D

No, mica che col trionfo del liberismo, del WTO, della globalizzazione negli ultimi decenni, con l'abbandono della nostra Lira svalutabile e svalutata, col peggarla al Marco Tedesco se non adottare direttamente il Marco, ci siamo dati la zappa nei piedi come dei bambini scemi. 

Prima, negli anni '60, non c'era mica il malaffare, la corruzione, il clientelismo feudale in Italia

Han ragione i Giannino, gli Sciolta Civica di Monti, i liberisti, i Seminerio .. i Sole24Ore, Confindustria, multinazionali ... bisogna poter licenziare meglio, abbassare i salari, aumentare la produttivita', ridurre le tasse (su questo siamo TUTTI d'accordo pero') ..


Sai cosa ci vuole? Piu' liberismo, piu' Europa, piu' Euro soprattutto. Te lo garantisco io che vivo di trading (economia reale quindi, mica finanza), ho i soldi in CH o ci ho trasferito addirittura la residenza, che mi butto alla conquista del mondo investendo qua e la visto i tempi (percarita', visti i tempi fai solo bene) e quindi un bell'Euro mi garba assai, che anche se e' ora debole sempre una roccia resta rispetto alla Lira, ... ;D

6 commenti:

  1. Sai cosa ci vuole? Piu' liberismo, piu' Europa, piu' Euro soprattutto.

    L'euro come valuta fu imposta dallo stato o da un processo di selezione da parte dei privati cittadini fra diverse tipologie di valuta in competizione fra loro in un mercato libero, vuoi rammentarci?
    L'Europa null'altro che una istituzione statale costituita attraverso successivi passaggi legislativi dei vari governi interessati mi risulta essere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che gli stati sono stati partecipi, per forza, chi cazzo li deve aver firmati i trattati se no? io e te? Il piiiiccolo problema pero' e' che bastano pochi uomini nei posti chiave e vuala', ecco che ti fotto popoli interi. Quanti hanno fatto referendum sull'euro (o su tutti i trattati europei)? E SE li hanno fatti poi quanti se ne sono sbattutti dei risultati, del parere, del voto della gente?


      ma tanto tu sei contro il voto, no?

      lasciami indovinare: e' colpa dello stato. :D

      Mi di quali forze arrivano a dominarlo da dentro e da fuori e da sopra.

      Faccio notare che l'UE e' un karakiri per il tuo maledetto stato.

      Dire che "l'euro e' stato imposto dallo stato" piuttosto che da alcune elite mi pare quanto meno fuorviante. Ma che ci posso fare, Mr Pappagallo qui solo questo sa dire (pensare mi pare una parolona esagerato epr lui): colpa dello stato.


      Ah, e quale cazzo sarebbe l'alternativa allo stato? ........ braaavo, una bella elite mondiale di iperbanche e multinazionali. CURIOSAMENTE QUESTI "NO STATO" FANNO ESATTAMENTE IL GIOCO DELLE ELITE MONDIALI E MONDIALISTE. Ti fanno odiare lo stato (sempre e solo) ... cosi' t'inculano meglio col superstato ombra globale.

      mediatre gente, merditare

      Elimina
    2. .. fanno "gli anarchici" (casa che col cazzo che in realta' sono, un bello stato militare e di polizia che controlli e tenga sotto i poveri e preservi la proprieta' privata dei ricchi e' quello che vogliono) ... ti colpiscono alle reni a destra mentre Monti e gli altri ti colpiscono alle reni da sinistra (dx e sx a caso, senza significati politici) ..

      meditare polli da spennare, meditare

      Elimina
  2. E tu che opinione hai di Giannino?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gianninio :D

      Beh, anche solo per come va in giro vestito e' un mio idolo visto che penso che uno dei piu' grossi problemi dell'umanita' sia proprio il conformismo, l'uniformizzazione delle teste (e dei vestiti).

      A parte le lauree finte .. i suoi discorsi farebbero anche presa, hanno senso ... peccato che alla fine sia della razza del mio troll: "e' tutta colpa dello stato, la corruzione, le tasse" ... se e' SACROSANTO che il livello di tassazione italiano e' da RAPINA, alla fine pero' mi pare anche lui uno di quelli che parlando sempre e solo dello stato=male finisce per MANDARTI FRA LE BRACCIA DELLE ELITE MONDIALISTE (a cul busone).

      Tu stai a preoccuparti dello stato, delle tasse, non sai andare troppo piu' in la del tuo naso ....e TRAAAK, t'arriva in culo il grande cetriolone globale. Poii sei stato talmente educato a NON VEDERE I VERI PROBLEMI che te la prenderai col vicino di casa invece che con le elite globali/globaliste

      Elimina
  3. 'quelli che parlando sempre e solo dello stato=male finisce per MANDARTI FRA LE BRACCIA DELLE ELITE MONDIALISTE"

    Quelle che come dimostrato, hanno fondato e controllano lo stato, intendi?

    Vedo che le ultime risposte latitano, anche se ad esse si risponde comunque e con diffamazione, insulti e menzogne...sai, devo ammettere che ho comunque trovato istruttivo discutere - diciamo - con te: ravvisavo che gli apologeti dello statalismo fossero come te generalmente inclini alla cansura e all'aggrassione sia pur verbale come principale mezzo di interazione con chi dissente dai loro dogmi e che questo fosse il miglior manifesto per denifire la loro ideologia.

    Ma il tuo generale comportamento, incluso il millantare la presuna mancanza di alternative alla schiavizzazione collettiva e la difesa a oltranza a dispetto di ogni evidenza in modo istericamente ripetitivo dello stato si accomuna in modo straordinario noto al comportamento delle donne abusate dai mariti che si ostinano a conviverci e arrivano addirittura a difenderli.

    Sotto questa luce lo statalismo appare molto, molto meglio descrivibile come una manifestazione collettiva della sindrome di Stoccolma...molto interessante, dinamiche certamente utilizzate nell'ingegneria sociale e nella propaganda di massa moderna, da valutare.

    Alle fine anche la tua dogmatica e denigratoria propaganda ossessiva risulta foriera di utilizzo pratico, sorprendente cosa accade quando si mantiene aperta la propria mente, dovrsti provare.

    Al prossimo post in cui riproverai a vendere gli schiavisti al soldo degli oligarchi come paladini del popolo, anche se non credo mi possa venir concessa ulteriormente la parola visto quanto risulta scomoda, sento il dovere civico di almeno tentare di confutare la propaganda di regime ogni qualvolta si presenti chance.

    Grazie comunque dell'occasione di studio, come detto.

    RispondiElimina