Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

venerdì 29 gennaio 2016

MineWeb (Bloomberg): Il World Platinum Investment Council dice che il mercato del platino restera' in deficit per i prossimi 6 anni



MineWeb (Bloomberg) - Platinum to remain in deficit through next six years, council says 
The platinum market will stay in a shortage in the next six years as supplies remain constrained amid growing or robust demand from jewellers and car companies, according to a report commissioned by the World Platinum Investment Council. 

Stavolta e' il World Platinum Investment Council a dire che il mercato del platino si trovera' in una situazione di "shortage" per i prossimi 6 anni. Shortage, vuol dire che ne manchera' ... la domanda da parte del settore giojelleria e da parte del mercato auto (marmitte catalitiche) resta robusto e addirittura in crescita, dicono. 

The deficit, which totaled 365 000 ounces in 2015, will average about 250 000 ounces a year though 2021, David Jollie, an independent consultant at Glaux Metal, said in the report. 
The global truck market, which uses the metal in devices to curb emissions, may double purchases in the next five years, he said.

Addirittura, nonostante i problemi attuali dell'economia mondiale, la nuova recessione globale che pare profilarsi, parlano di un possibile raddoppio della domanda da parte del settore auto.

While platinum has been in annual shortage since 2012, ample supplies of stockpiled metal and China’s slowdown sent prices to a seven-year low this month. The rout has hurt some of the biggest miners, including Lonmin, who have been forced to cut unprofitable production. If prices remain weak, there’s a risk that output will decline further as producers reduce investment, according to Jollie.

Poi aggiungono che il mercato del platino e' in una situazione di shortage dal 2012, da 4 anni buoni quindi, MA ci sono grossi accumuli, evidentemente creati negli anni precedenti, a cui attingere, e per questo i prezzi sono ora ai minimi da 7 anni. 

Ora, o usi le parole a caso o mi parrebbe piu' giusto dire che e' il settore minerario che sta producendo poco, troppo poco. Se mi dici che c'e shortage e che la domanda sale .. e che il prezzo e' ai minimi da anni, i conti non tornano. 

Forse dovrebbero dire che c'e' piu' offerta che domanda (dovuta agli accumuli, stockpiles, creati molti anni fa) ma che le produzioni minerarie sono in crollo. 

Poi aggiungono che alcuni grossi miner hanno tagliato le produzioni, addirittura e che se i prezzi restano bassi si rischia che vengano tagliati gli investimenti... questi articoli mi pajono degli improbabili lavori di cerchiobottismo: ma come c'e' il rischio? Ma se mi hai appena detto una riga sopra che non solo alcuni miners sono arrivati gia' a tagliare gli investimenti ma che che hanno addirittura tagliato le produzioni piu' che un rischio mi pare che di realta' gia' palesata, ben presente, altro che "rischio", si tratti.

Comunque. Avete capita lo situazione, a parte le involuzioni logiche dei redattori di Bloomberg.

Se le produzioni sono state tagliate, se gia' ora, evvidentemente, gli investimenti in ricerca di nuovi miniere e acquisto di macchinari nuovi sono stati tagliati, se gia' ora si attinge a riserve storiche per soddisfare la domanda .. la mia domanda e': e dopo il 2022 per quale piffero di ragione dovrebbe finire il deficit? In base a che conteggio dicono che "per i prossimi 6 anni", come se dopo invece .. ? Secondo me e' che le loro previsioni arrivano sino a li, sino al 2022. E dopo? Ci sara' ancor piu' deficit se i prezzi non si danno una mossa a risalire sensibilmente. 




Nessun commento:

Posta un commento