Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

domenica 6 dicembre 2015

St.Angelo: Deficit d'argento per 10 anni di fila ... e la domanda d'argento sarebbe in realta' anche piu' grande di quanto non si e' conteggiato in passato


Impressionante questo grafico. Che deh? Sono i bilanci annuali nell'argento degli ultimi 10 anni: un deficit di offerta, piu' o meno ampio ma sempre, costantemente deficit per dieci anni filati. 

La fonte dei dati, graficati da Steve St.Angelo, e' il GFMS Thomson Reuters, una delle fonti fra le piu' "ufficiali" insieme, per esempio al Silver Institute (che ora riprende i dati GFMS ma in passato mi pare li calcolasse per conto suo a partire del USGS, le zecche, i suoi soci, ecc)

La cosa mi lascia basito per diverse ragioni..


Prima ragione: se ogni anno, per 10 anni filati, la domanda di una qualsiasi risorsa/prodotto supera l'offerta, come piffero e' giustificabile un crollo dei prezzi per 4 anni di fila, da 30-40 (con puntatina a quasi 50) a meno di 15 (dollari l'oncia)?

Seconda cosa che mi fa fischiare le orecchie: Se un'anno ci fosse un surplus e l'anno successivo un deficit capirei che l'anno in cui la domanda supera l'offerta viene soddisfatta col surplus dell'anno prima ... ma dopo 10 anni di fila di deficit d'offerta da dove dindirindina si va a pescare l'argento mancante?

Ecco i dati presentati dal Silver Institute (che ogni anno ritocca un po' i dati degli anni precedenti, come visto in passato in un post in cui vi mostravo le grafiche aggiornate anno dopo anno):



Vedete che anche al Silver Institute danno un deficit di offerta per quasi tutti gli ultimi 10 anni (penultima riga, Net Balance, Bilancio Netto ... e vedete nell'ultima riga che i dati sono elaborati insieme al GFMS).

Come ha calcolato Steve St. Angelo questo significa che negli ultimi 10 anni si sono sommati deficit di offerta per piu' di 1000 milioni di once d'argento (lo ammettono questi enti stessi, come vedete, che sono le massime fonti ufficiali sui fondamentali dell'oro e dell'argento). Per l'esattezza 1.021 milioni di once troy d'argento puro (piu' di un miliardo di once). Passando il dato nel Sistema Internazionale si tratta di 31.756 tonnellate d'argento che mi pare lecito chiedersi da dove siano saltate fuori per soddisfare 10 anni di domanda superiore a nuove produzioni minerarie/reciclo/vendite governative. (!!!).

Si tratta di piu' di un anno intero di produzioni mondiali minerarie di ora che siamo grossomodo al picco di sempre (877 milioni di once di nuovo argento, pari a circa 27.000 tonnellate nel 2014)

Com'e' possibile? Me lo domando anch'io. Tutto questo .. e il prezzo ben piu' che dimezzato, anzi a meno di un terzo dai massimi (anche se durati pochissimo). A voi pare aver senso? A me no. 

Occhio che se uno rivende il suo argento dovrebbe finire sotto la voce reciclo ... o no? Solo se rifuso? Questa potrebbe forse essere una spiegazione di dati altrimenti assurdi. E se cosi' fosse la gente avrebbe dato prova di imbecillita' estrema ad aver venduto soprattutto ora (il dato del 2014 e' il solo in cui appare un leggerissimo surplus fra di offerta) il proprio metallo .... e comunque la domanda d'argento e' per lo piu' dominata dagli usi industriali, solo negli ultimi anni e' esplosa la domanda per investimento e comunque siamo a percentuali basse, un 10% circa della domanda totale, quindi ai voglia spiegare il fatto con le vendite di bullion da parte di investitori e (forse) non conteggiate sotto la voce reciclo ... mah!

Non bastassero poi tutti questi dubbi sul come spiegare il rapporto fondamentali-prezzo dell'argento negli ultimi anni, Steve ci fa sapere che ha contattato il GFMS e ha dedotto dalle loro parole che ai loro dati sulla domanda di bullion mancano le quantita' d'argento coniate da zecche private, i cosidetti rounds, monete ma senza un valore legal tender stampato sopra. Quindi la domanda di argento per investimento negli ultimi anni sarebbe anche superiore a quella stimata, superiore di alcune decine di milioni di once:



questa era la grafica che vi avevo mostrato qualche giorno fa sulla domanda di monete d'argento ... questa include le zecche statali di tutto il mondo ... ma non quelle private!



Ecco il raffronto fra la domanda di monete d'argento nel 2015 e quella di monete e rounds da zecca privata (tipo, per esempio, le once di Chris Duane, o le Privateer, o i Zoombucks, ecc)

.. Argento a 7 dollari l'onciaaaaa! (?!) ... per quanto sia assurdo


PS: Dal Silver Institute (About Us):

The Silver Institute is a nonprofit international association that draws its membership from across the breadth of the silver industry. 
This includes leading silver mining houses, refiners, bullion suppliers, manufacturers of silver products and wholesalers of silver investment products. 
Established in 1971, the Institute serves as the industry’s voice in increasing public understanding of the many uses and values of silver.

La loro associazione nonprofit, fatta di compagnie minerarie, raffinerie, venditori all'ingrosso e zecche varie, e' stata fondata nel 1971. Ve l'ho menata parecchio negli ultimi anni su questa data, chi sa dirmi che successe nel 1971 (a ferragosto per l'esattezza)?

Curioso, vi pare?

PPS: Chiunque voglia spiegarmi - con dati e logica, non con cazzate e sparate da Bar Sport - questi dati e la dinamica delle quotazioni di questi ultimi anni e' ben accetto

4 commenti:

  1. già qualcuno ha tentato di "liberare" l'argento dal sistema e ci ha lasciati anzitempo;
    probabilmente il deficit viene colmato dalle riserve statali (che presumo finiranno con l'inizio di una nuova guerra).

    foibar

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, giusto ... pero' vedi la voce Net Government Sales (seconda riga del Supply, Offerta): sono scese sino ad essere ora praticamente zero (e comunque mi domando da anni quali fossero questi stati che avevano argento di riserva ... so che molti Morgan, Dollari Morgan dell'800, erano nelle riserve USA e mai circolarono, ragion per cui molti sono in eccellenti condizioni ... ma mi sa che gli USA li hanno ormai sbolognati tutti da mo)

      Elimina
  2. Compravendite in bitcoin, che quindi eludono le statistiche? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mmmmm .. non credo proprio. A parte che i BTC vengono usati per lo piu' per eludere i confini, non credo che anche a 400 uds per btc il mercato dei btc sia abbastanza grosso ... poi comunque da qualche parte dovrebbe apparire una domanda d'oro, lo stesso, no? Questo oro dovrebbe essere comprato prima di essere venduto in cambio di BTC ... mah!

      Elimina