Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

domenica 20 dicembre 2015

Siria, Terrorismo, CIA, Germania ..

Un po' di link su Siria, terrorismo che mi ero salvati in questi giorni. La CIA e i suoi legami col terrorismo:


Zero Hedge - ISIS, Al Qaeda And The CIA: The Documented Connection
(...) What we do know is one of the most important spies in the CIA, one with a major role in the Near East (probably Iraq), definitely was retained as a lobbyist by Sulayman. 
And Sulayman retained him to “create an autonomous Sunni region in Iraq or an independent Sunni State.” 
In other words, destroy Iraq by formally creating and recognizing Sunni-Jihadi-stan. Or a safe-zone for Sunni terrorists. Or what it actually is, a caliphate. It was recently written in the Washington Post that many Shia Iraqis harbor the conspiratorial belief the US created the Islamic State to destroy Iraq. 
Conspiracy theory becomes conspiracy fact.


A sentire Gioele Magaldi, Merkel e Putin apparterrebbero alla stessa loggia massonica .. che  vedrebbe di buon occhio un'integrazione fra Europa a Asia piu' che una atlantica (?!) ...


L'Antidiplomatico - Siria, l'intelligence tedesca coopera con Assad e Berlino potrebbe riaprire ambasciata a Damasco
Bild scrive che il BND intende stabilire una stazione fissa a Damasco in cui gli agenti prenderanno posizioni permanenti. (...) 


Chi combatte (veramente) ISIS? Ormai un'idea ce la siamo fatta .. per chi fosse in ritardo:


Blondet & Firends - Chi combatte Daesh e chi no (e lo dice Limes)
(...) Gli unici a battersi efficacemente sul campo costituiscono un insieme a parte, geopoliticamente eterogeneo e non coordinato con la pseudocoalizione principale: la Russia – contro tutti i jihadisti, dall’aria e non solo – ma soprattutto l’Iran, gli eserciti di Baghdad (di fatto milizie sciite) e di Damasco, Hizbullāh e alcune formazioni curde.

  

Nessun commento:

Posta un commento