Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

giovedì 17 dicembre 2015

Il nuovo governo argentino lascia il Peso libero di fluttuare (e le multinazionali di riscuotere i propri profitti) .. e crolla del 29% in un giorno solo

Oh! Presente quella interessante grafica sul nuovo governo in Argentina che vi mostravo l'altro giorno




S24O - L’Argentina annuncia lo stop al controllo sui cambi, attesa una svalutazione del peso
Di Andrea Fontana, 16 dicembre 2015
 
(...) La decisione di Buenos Aires (...) intende essere uno strumento di rilancio dell'economia argentina che convive con una inflazione stimata dagli analisti al 25% quest'anno e prevista superiore al 35% nel 2016. 
Il sistema di controllo, durato quattro, instaurato dalla presidente Cristina Kirchner, prevedeva limitazioni nell'acquisto di dollari da parte dei risparmiatori e autorizzazioni del governo per cambiare la divisa locale, ma soprattutto paletti per le multinazionali presenti in Argentina nel trasferire i profitti nel Paese d'origine


Un inflazione al 25 o 35% e' Iper o solo inflazione? Comunque ... chi godra' per questo provvedimento? Immagino Simoncelli, Austriaci e RischioCalcolatesi gioire .. ma ve n'e' veramente donde? E' il libero mercato che trionfa sul socialismo? Mmmm .. mah

Comunque ecco che succede quello che si sapeva: 
Ziro Hedg - Argentine Peso Collapses 29% After Government Lifts Currency Controls




PS: che ne dite, un argentino che avesse avuto oro e/o argento soffierebbe un sospiro di sollievo per lo scampato pericolo? 

2 commenti:

  1. La prima mossa di politica economica del nuovo governo argentino è stato quello di sbarazzarsi della propaganda socialista che pretendeva di mantenere un cambio ufficiale slegato con quello che veniva praticato sulle strade dagli argentini stessi.

    (...)E quindi ora: Argentina Salva.

    No. Ma almeno con una speranza. Questo si.

    Una flebile speranza….. (attenzione di qui il post diventa autorazzista, smetti di leggere prima che la tua sensibilità di levantino possa soffrirne)….

    Dicevo, una flebile speranza, legata ad una gestione razionale dell’economia basata anzitutto da un punto di partenza basato sulla realtà e non sulla fantasia e sulla propaganda, dopodichè qualsiasi siano le politiche che intraprenderà il nuovo governo argentino, buona fortuna.

    In questi anni di vacche magre avrete notato che al di la della ricetta economica e dell’impostazione ideologica ciò che conta più di tutto è la civiltà, la cultura e la maturità dei cittadini.

    Fare paragoni fra Islanda e Argentina (o Italia?) per sostenere l’opportunità di una politica economica è RIDICOLO!

    L’economia, NON è una scienza sperimentale, è una scienza umana le cui soluzioni danno risultati del tutto diversi a seconda della qualità delle persone, della loro cultura, storia e anche del patrimonio genetico.

    Alcuni popoli hanno caratteristiche fisiche diverse da altri popoli questo è evidente. Ma siccome le attitudini sociali e l’intelligenza sono aspetti meno evidenti non vuole dire che da questo punto di vista siamo tutti uguali.

    Sapete, la meritocrazia è bastarda. Perchè i punti di partenza non sono veramente uguali.

    http://www.rischiocalcolato.it/2015/12/argentina-ritorno-alla-realta-primo-passo-tornare-creare-ricchezza.html?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+blogspot%2FHAzvd+%28Rischio+Calcolato%29


    Er: Che stronzate Funny, che stronzate. Meritocrazia? Propaganda socialista? .. saremo mica in zona "4 passi nel delirio"? Che i tedeschi sono bravi e noi puzzoni, loro onesti e noi ladri, noi in crisi perche rubbano e loro no ... Funny, cazzo, ma Bagnai non l'hai mai veramente letto? E si che mi pare che dica un sacco di cose obiettivamente vere, non c'e' bisogno di avere ideologie per vedere la fregatura dell'euro per gli italiani

    RispondiElimina
  2. Argentini passati ufficialmente da un PIL procapite di 13mila dollari a uno di meno di 10mila .. sotto la guinea equatoriale

    http://www.zerohedge.com/news/2015-12-18/argentinians-are-now-poorer-citizens-equatorial-guinea-after-massive-devaluation

    RispondiElimina