Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

venerdì 13 novembre 2015

Rame a nuovi minimi


Il rame ha rotto sotto quota 2,20 dollari al pound oggi. Mi pare che faccia molta fatica a scendere, nonostante tutto, che fatichi a voler arrivare, non dico a 1,50 come nel 2009 ma anche solo a 2 dollari al pound. 

Comunque il Dr Copper (chiamato cosi' apppunto perche' segnala coi suoi cali di prezzo le crisi economiche globali) che rompe perso il basso direi che e' proprio un altro bel segnale che c'e' ripresona in giro per il mondo, negli USA, in Italia ... (/sarc)

PS: ricordo che si parla di rallentamento DELLA CRESCITA cinese, non di recessione. I dati ufficiali dicono 7% (solo, sigh!) mentre in tanti dicono che sara' ad andar bene solo un 2-4% .. ma di CRESCITA si parla, non c'e' un meno davanti! Questo anche per chiarire le idee a tutti sul senso di questo vero e proprio macello delle commodities e dei miners a cui assistiamo da un annetto ormai (dopo un pajo di anni di discese)

Nessun commento:

Posta un commento