Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

domenica 8 novembre 2015

PBoC: altre 14 tonnellate d'oro si sono aggiunte alle riserve auree cinesi a ottobre



Va beh, parliamo un po' d'oro che tanto mi sa che a chi mi legge al 90% non gliene frega un cazzo di tutto il resto: i cinesi (leggi PBoC e cioe' banca centrale cinese) hanno aggiornato il numero delle loro riserve auree alla fine del mese di ottobre, piu' 14 tonnellate. 


Un 10-20 tonnellate al mese ormai ci stanno, da quando hanno smesso di fare i misteriosi per 6 anni di fila. Curioso quanto poco valga 'sta robaccia gialla:
Today we got yet another confirmation of this when China reported that its total gold holdings as of October 31 had risen to a record $63.3 billion, up $2.1 billion from $61.2 billion at the end of September, and an increase of 14 tons based on the month-end LBMA gold fix price, to 1,722 tons. 
This represents the fifth consecutive month in a row in which China has added to its gold.

Cioe' tutto l'oro dei cinesi, 1722 tonnellate ora - correzione, dalla loro banca centrale visto che i cinesi sono altra cosa - vale SOLO 63 miliardi di dollari (a questa quotazioni a quasi il prezzo di estrazione). 

Considerando che pare che la Repubblica (?) cinese abbia (vedi tabella sopra) qualcosa come 3.600 miliardi di riserve totali (compresi USD e Treasuries) ... 


tutto dai Tylers

Nessun commento:

Posta un commento