Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

lunedì 16 novembre 2015

Il Fatto: F35, il governo conferma la spesa di 13 miliardi


Morti qui, morti la (100, 1000, 10.000 X) ... ma cui prodest? A parte la geopolitica, le possibili false flag, mi pare che anche un "normalista" (quello che dice la tv e' il verbo) possa concordare che un vincitore certo, tanto per cominciare, c'e': i complessi militari industriali, quello americano in primis.  

S'era parlato di tagliare la spesa in questi aerei che sono fra l'altro dei mezzi bocchini, cosi' ipertecnologici da essere in riparazione piu' tempo che operativi (bel business anche questo!), si bruciano il culo da soli, ecc.. quale momento piu' propizio di questo, sull'onda dell'indignazione e dell'orrore per gli attentati di Parigi, per buttare li che il buon Renzie & Co scherzava quando parlava di magari spendere un po' meno in questi che un esponente PD (quel pennellone che s'e' sposato con quell'altra destroide beccata a dare ordini via telefono in stile boss mafioso) se non erro tempo fa descrisse come "elicotteri che salvano la gente" (?!) ... 

1 commento:

  1. Chi guadagna dagli attentati: le grandi multinanazionali della guerra volano in borsa. E la prima è Finmeccanica.

    http://www.byoblu.com/post/minipost/chi-guadagna-dagli-attentati-le-grandi-multinanazionali-della-guerra-volano-in-borsa-e-la-prima-e-finmeccanica

    RispondiElimina