Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

martedì 24 novembre 2015

Harvey: Il deficit di offerta nel mercato del Platino svanira' nel 2016


Facciamo il giochino dell'altra sera ma stavolta su un articolo sui fondamentali del Platino. L'autore scrive per Reuters (la stessa dello studio GFMS Thompson Reuters vista jeri per l'argento) e l'articolo e' stato riportato anche su MineWeb.

Il titolo gia' ci dice una cosuccia interessante, siamo in deficit anche nel Platino, come nell'Argento, come visto jeri. La domanda supera l'offerta. 

Ottima ragione per giustificare i prezzi ai minimi di quest'anno, ai minimi dai quelli (durati pochi mesi) del 2008, noh? A 840 dollari l'oncia mi pare che siamo arrivati, dai 1900 del 2011 e dai 2300 del 2008 (anno movimentato, come sappiamo). 

Deficit to swing into a small surplus of 5 000 ounces next year.

Il sottotitolo ci spiega che invece l'anno prossimo e' previsto un surplus di produzione rispetto ala domanda ... si, di ben 5000 once :D

The platinum market deficit will shrink this year, before moving into a small surplus in 2016 as supply from mining and recycling rises and investment falls, the World Platinum Investment Council said in a report on Tuesday.


Da un deficit di Platino si arrivera' (prevede il Consiglio Mondiale per l'Investimento in Platino) l'anno prossimo ad un leggero surplus. Perche' chiedi? Ma perche' gli investitori non comprano, anzi vendono magari e salira' la quantita' di platino reciclato. Se lo dicon loro. Io ho appena letto un commento di uno che si e' comprato un'oncina di platino a 1000 euri circa, ben contento. Ma gli investitori scappano, lo dicon loro. Perche' comprare coi prezzi bassi, noh? Meglio aspettare che salgano. Stringente. 

ah, scusate, mi son dormito che dicono che salira' anche la produzione mineraria ... ma certo, con le compagnie minerarie con l'acqua alla gola ed il terzo produttore mondiale al fallimento (Lonmin) ... fra l'altro giurerei di aver letto che proprio Lonmin aveva gia' chiuso mesi fa alcune sue miniere proprio per mancanza di redditivita' a questi prezzi depressi. Ma chissenfrega, il WPIC dice che l'offerta mineraria aumentera' nel 2016. 


While the WPIC does not forecast prices, a move back to near-balance could further pressure platinum, which has suffered a 30% drop this year, putting it on track for its biggest annual retreat since 2008.

Non fanno previsioni sul prezzo al WPIC ma dicono che con i prezzi tornati vicino all'equilibrio (dde che? Equilibrio dde che, che stanno fallendo i miners? Equilibrio?) dopo un crollo solo quest'anno del 30% potrebbero scendere ancora (ma certo, perche' no).


Mine supply, which rose 20% this year as output from major producer South Africa normalised after last year’s five-month miners’ strike, is expected to increase another 2% in 2016, largely on the back of gains in Zimbabwe, the WPIC said in its Platinum Quarterly report.

L'offerta mineraria e' salita del 20% quest'anno (?! e allora com'e' che, lo dicono loro stessi, siamo in deficit, c'e' meno platino di quello che chiede la domanda? E se con le produzioni minerarie su del 20% (!!!) in un anno siamo in deficit allora dove eravamo l'anno scorso? in fondo alla fossa delle Marianne? Mah!

.. e le produzioni minerarie saliranno di un altrto 2% l'anno prossimo (di nuovo, giurerei di avervi linkato di chiusure di alcune miniere Lonmin invece .. sara' che da chiuse producono di piu'). 

Le produzioni sud Africane sono in calo (come quelle d'oro, in calo da decenni, dal picco negli anni '70, quando i Krugerrand erano l'emblema dei goldbug) ma salgono quelle dello Zimbabwe (aaah, ecco, le miniere Lonmin saranno tutte e solo in SA.)



A 19% drop in investment demand, to 130 000 ounces from 160 000 ounces, will also feed into the move into a slight surplus of 5 000 ounces next year, the WPIC predicted. 
That will counterbalance slightly higher demand for platinum from carmakers — who use the metal in autocatalysts — jewellers, and industrial consumers.

La domanda per investimento quest'anno e' crollata del 19%, da 130.000 once a solo 130.000 (? si vede che tutti preferivano comprare platino a 1500 o 1800 invece che a 850 dollari l'oncia).

A controbilanciare questo crollo della domanda per investimento ci pensa il mercato delle marmitte catalitiche (veramente ho letto piu' volte allo scoppio dello scandalo VolksWagen che i diesel usano platino e i benzina palladio e quindi si spiegava il particolare martellamento del prezzo del Platino quest'anno dicendo che era perche' si prevedeva che sarebbero stati prodotti meno diesel ...)


“The balance is interesting,” the WPIC’s Trevor Raymond said. “Above-ground stocks are at an all-time low…and there is a bunch of sensitivities in 2016, most of which seem to be to the upside.”

Le riserve di Platino sopra terra sono ai minimi di sempre (ah!) ...


“There are wage negotiations in South Africa, potential safety stoppages, the impact of the much lower capital expenditure, corporate ownership changes, and whether autocat scrap comes back. On the demand side, we think China is stronger than people assume.”

.. scioperi, miners che spendono sempre meno in ricerca di nuovi giacimenti perche' impegnati a non fallire ... domanda cinese piu' forte di quanto non si creda ... (tutti fattori che spingeranno il prezzo verso il basso immagino)


In 2015 a drop in jewellery buying and rising mine supply has offset lower recycling and stronger automotive, investment and industrial demand to pull the market deficit back to 300 000 ounces, the WPIC forecast.

Nel 2015 c'e' stato un calo degli acquisti in giojelleria, una salita delle produzioni mierarie (il famoso +19% in 365 gg di cui sopra), cose che hanno bilanciato meno reciclo e piu' domanda da parte del settore auto. Il deficit totale e' tornato a - 300.000 once (... meno (-) 300 mila once di platino! ... ricordo che l'oro e circa 10 volte piu' raro dell'argento nella crosta terrestre e platino e palladio sono a loro volta circa 10 volte piu' rari dell'oro) 


In the third quarter the deficit expanded to 320 000 ounces from a surplus of 240 000 ounces a year before, though prices fell 16%. 
They slid more than 10% in September alone after the US Environmental Protection Agency (EPA) said Volkswagen had cheated emissions tests on some of its diesel cars, sparking fears diesel sales could fall.

Nel terzo trimestre il deficit di offerta e' salito a 320.000 once (in meno di quelle che il mercato chiede) da un surplus di 240.000 un anno prima. E il prezzo e' crollato del 16%. (sempre le famose stringenti logiche di mercato direi) ... e ricita la storia recente, meno 10% del prezzo allo scoppio dello scandalo VW.

The WPIC said in its report that it assumes a limited impact on diesel auto sales, however, as consumer buying preferences do not appear to have been significantly affected so far.
“While many commentators postulated that the scandal would inevitably mean a reduction in platinum demand, corresponding to fewer diesel cars, we do not agree,” it said. “We believe the consequences could include automaker, regulator and consumer actions that are as likely to lead to increases in automotive uses of platinum in the coming months and years.”

.. comunque dicono che secondo loro la gente se ne sbattera' dello scandalo e i diesel (e le loro marmitte al platino) non venderanno di meno per colpa dello scandalo (bello, allora prezzi su del 10% subito, noh? la percentuale persa per lo scandalo ed i suoi supposti effetti).





Nessun commento:

Posta un commento