Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

domenica 8 novembre 2015

Bitcoin in copertina sull'Economist



Eeeeh, ne e' passata di acqua sotto i ponti da quando parlavo di BTC e quando i miei post passavano in automatico su Rischio Calcolato Paolo diceva "Che cazzata, e se un BTC vale 1000 dollari e io ne voglio spendere solo 200? Una cazzata!" .. e io ed altri a spiegargli: "Paolo, hai presente gli euro? e i centesimi? Vedi, e' la stessa cosa, anche i BTC si dividono ... e virtualmente all'infinito essendo immateriali ...." ... hehe! che ridere! :D ... ora e' uno dei "profeti del BTC" :) 

2 commenti:

  1. bitcoin e' moooolto interessante,

    un bellissimo esperimento monetario, tecnologico, di controllo,
    ma soprattutto di GESTIONE DEL DISSENSO
    di "recupero" di quella parte di popolazione che non riesci piu a fottere con gli indottrinamenti classici, banali, mediatici ed elettorali

    ovviamente c'e' la fregatura sotto,
    ce ne sono diverse
    ma non le ripetero un'altra volta,
    "repetita cazzum scassantibus"


    hanno alzato il tiro
    per capire dove sta l'inghippo, adesso,
    occorre saperne di informatica, di finanza, di politica, di psicologia delle masse


    ma banalmente,

    che l'Economist pubblicizzi la cosa, dovrebbe DA SOLO bastare a chiudere definitivamente il discorso
    per una zucca mediamente informata e appena appena analitica

    se non bastasse, anche la Blyte Masters (nomen omen) cavalca la blockchain, e Bloomberg...
    http://www.bloomberg.com/news/features/2015-09-01/blythe-masters-tells-banks-the-blockchain-changes-everything


    NO, lo so, lo so che non basta...
    manco se vi inculano con una mazza abrasiva cosparsa di peperoncino, VI basta


    ...giusto 2 chiacchere con un vecchio amico
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti .... se non fosse che avevo detto che avrei tenuto il blog sino a quando i metalli non si sarebbero ripresi in maniera chiara avrei sempre piu' voglia di chiudere tutto, basta che spunti una voce qui dietro e diventa un blog privato, un database di info. Fra l'altro quando succedera' non dovro' perdere tempo a tradurre e sintetizzare per una massa di gente che probabilmente non merita lo sforzo ma solo fare 4 copia e incolla in inglese e un link, ci mettero' anche meno di adesso che per fare un post ci vogliono in media 5-10 minuti (a parte trovare e leggere le news interessanti)

      Elimina