Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

martedì 20 ottobre 2015

De Luca: Sul diritto a intralciare e sabotare

Chiunque si sia informato un po' su fonti non ufficiali sa bene che puttanata mostruosa e' quella dal cosiddetto TAV: una linea già esiste e non viene quasi usata quindi l'opera costerà un sacco di soldi dei contribuenti (per finire nelle tasche di ...) e non server' a nulla, poi se ricordo bene sarebbe per treni merci più che per persone .. peccato che le merci non sono, da trasportare fra Italia e Francia, certamente non sufficienti a giustificare la spesa e i danni .. perché quelle montagne sono piene se ricordo bene di amianto e altro che finirà tutto in riporti in zona, ecc.. una pettinata al limite del criminale, l'ennesima operana che gioverà' sostanzialmente alle tasche di chi la costruira'.  Faticare quindi leggere che almeno Erri De Luca e' stato assolto. E mi piace molto il concetto che se una cosa viene stimata una puttanata pericolosa per la collettività ha senso - se non dovrebbe addirittura essere un dovere - protestare ma anche intralciarla e sabotarla
Lo scrittore, prima della pronuncia, aveva rilasciato dichiarazioni spontanee con le quali aveva confermato la sua “convinzione che la linea sedicente ad Alta Velocità va intralciata, impedita e sabotata per legittima difesa del suolo, dell’aria e dell’acqua” e si era detto “disposto a subire condanna penale per il suo impiego, ma non a farmi censurare o ridurre la lingua italiana”.

Nessun commento:

Posta un commento