Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

lunedì 12 ottobre 2015

Colpito Al Baghdadi ...


Allora subito dopo che i russi si sono messi a martellar sul serio in Siria, ecco che arrivano anche altri a vantare vittorie (ma che hanno aspettato a fare tutti questi anni? Pare che si siano dati da fare, se non e' solo propaganda, solo quando e' arrivata la longa manus di Putin) su ISIS: 
S24O: Iraq: colpito in un raid aereo il convoglio di al Baghdadi, ma è giallo sulla sorte del «califfo»
L’aeronautica militare irachena sostiene di aver colpito il convoglio su cui viaggiava il leader dell’Isis, Abu Bakr al-Baghdadi, l’autoproclamato «califfo» delle aree controllate dal gruppo fondamentalista islamico. Lo fa sapere un comunicato dei militari iracheni (...)
Allora, giusto per curiosita', l'avevate ancora vista questa foto che gira per la rete (ma non per le tv e i giornali.. sara' perché e' falsa, un fotomontaggio?)





Quello nel cerchietto rosso sarebbe proprio lui, il calzone del male. E quello davanti il senatore USA McCain ... oh! so' propio tremendi 'sti terroristi! an'vedi n'do se infilano!




E guardate quest'altro: 


Sara' vero? Naaaaaaaa ... 

4 commenti:

  1. Ma va? I turchi se la prendono con gli States perche' paracadutano armi anche ai curdi (poracci .. che popolo!)

    http://www.zerohedge.com/news/2015-10-14/us-arming-kurdish-rebels-syria-unacceptable-turkey-warns

    RispondiElimina
  2. RISOLTO IL MISTERO DEGLI AUTOMEZZI TOYOTA IN MANO ALL’ISIS (LI HANNO FORNITI GLI USA)

    GLOBAL RESEARCH: Uno degli “imbarazzanti” misteri dei terroristi dello Stato Islamico è come mai siano in possesso di centinaia di mezzi tutti uguali targati Toyota. L’evidenza, che emerge dai video propagandistici, è tale che il Dipartimento del Tesoro americano ha aperto un’inchiesta. Eppure, nota Global Research in questo articolo, le stesse autorità americane avevano recentemente dichiarato di aver fornito equipaggiamenti e mezzi (molti dei quali Toyota) ai “ribelli siriani” (dipingendoli come combattenti per la libertà) — l’obiettivo degli USA è sempre la stesso: destabilizzare il Medio Oriente con ogni mezzo per imporvi il proprio dominio.

    http://vocidallestero.it/2015/10/15/global-research-risolto-il-mistero-degli-automezzi-toyota-in-mano-allisis-li-hanno-forniti-gli-usa/

    quanti titoloni sui giornali e nei TG, eh? .. eh, si, siamo proprio in un regime. Non ditelo ai "normali", che vi prendono per pazzo e magari poi pissi-pissi bau-bau con gli amici e finisce che ostraciano .... tranquilli: certa gentaglia e' meglio perderla che trovarla :D

    RispondiElimina
  3. Truppe e carri armati turchi sono entrati in territorio della Siria fino a 40 Km. da Aleppo

    http://www.controinformazione.info/truppe-e-carri-armati-turchi-sono-entrati-in-territorio-della-siria-fino-a-40-km-da-aleppo/?utm_medium=referral&utm_source=pulsenews


    Se lo fa Putin di mandare truppe in un altro paese (magari chiamato da chi e' al potere in quei paraggi da sempre), apriti cielo

    Se lo fanno gli americani o i loro alleati, silenzio stampa o comunque tutto bene, normale, no problem

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche gli Iraniani starebbero arrivando dalle parti di Aleppo:

      Earlier this week, we noted that Iran had reportedly sent “thousands” of troops to Syria in preparation for an offensive aimed at retaking the city of Aleppo.

      With a population of more than 2 million, Aleppo was Syria’s largest city prior to the war and it’s now run by a hodgepodge of rebels and militants including al-Qaeda, the Free Syrian Army, and ISIS.

      http://www.zerohedge.com/news/2015-10-16/russia-iran-begin-promised-assault-syrias-largest-city-final-bid-restore-assad


      sanguinosa grossa battaglia fra stati in arrivo su quella sfigata citta'?

      Elimina