Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

domenica 18 ottobre 2015

Ash: Sulle "voci di corridoio" più scottanti alla conferenza LBMA 2015. Mitsui lascia il trading in oro e preziosi a Londra a NY


Ogni tanto mi leggo anche la "versione ufficiale" sui metalli, tipo quella di Adrian Ash di BullionVault QUI. Adrian parla degli appuntamenti prestigiosi di questi giorni per la conferenza su oro, argento e platinoidi dell'LBMA (London Bullion Market Association) a Londra e a Vienna, in esclusivi hotel: Si ridera' di tutte le discussioni, teorie del complotto, sulla manipolazione dei metalli.. o meglio, probabilmente non se ne parlera' neanche visto che sono persone serie loro, questo mi pare il succo del discorso.
Just don't expect anything about "manipulation", not even with prices running so much lower and then sharply higher in recent weeks. First because no one actually trading the wholesale market buys the idea of a long-term price suppression scheme.
"Nessuno nel mercato all'ingrosso crede all'idea di una soppressione dei prezzi di lungo periodo" dice Ash ..

Second because anyone inside the market must of course be part of the conspiracy anyway, and will keep schtum between laughing – mwah-ha-ha-ha! – into the foam on their Märzenbier.
.. e poi se cosi' fosse, nessuno ne parlerebbe visto che sarebbero loro i cospiratori
Trader-room chit-chat, however, already says that what the bug-o-sphere should call "naked longs" are in truth behind this latest rally, betting gold will rise further and so taking prices higher in the futures and options market of "paper gold". 
L'ultima news "da pettegolezzi" e' l'abbandono del mercato dei metalli preziosi a Londra da parte della giapponese Mitsui:
(...) according to Reuters that Japanese conglomerate Mitsui is closing its London and Hong Kong precious metals trading divisions. 
(...) The rumour has now been confirmed. 
Parent company Mitsui & Co. blames profitability. 
Pundits and journalists point to regulatory scrutiny and "ongoing" investigations. 
We note again that 1 case of 1 trader stiffing 1 client on 1 day has so far been proven across the entire wholesale precious metals market – a quite remarkable feat.
La notizia viene riportata da Reuters. La Mitsui Corp. dice che chiude la sua divisione di trading sui metalli preziosi perché non ci si guadagna. La versione "dei complottisti" invece e' che se ne vanno perché finiti anche loro nelle le investigazioni piu recenti sulla manipolazione  (ipotetica) del mercato da parte delle autorità svizzere. 

Ash ricorda che e' sostanzialmente tutta fuffa e che dopo anni ed anni di indagini solo un caso di 1 trader che ha fregato un cliente e' stato provato ... 

E grazie, dico io, che t'aspetti che dica uno che lavora per una compagnia che compravende e conserva bullion per i clienti, membra dell'LBMA?  I "teorici del complotto" dicono praticamente tutti che "se non lo puoi toccare non e' tuo" e che i metalli non li devi tenere ne in banca, ne in carta, ne in ETF ecc... e vero che, mi pare, anche BV offre immagazzinamenti a Singapore o simili, ma tu ti fideresti proprio di un membro dell'LBMA? Io direi ok per il trading di breve o medio periodo ma il mio oro non lo vorrei in nessun magazzino anche solo collegato all'LBMA. 

Insomma gli "scarafaggi dell'oro" mi sembrano più il tipo di persona che il metallo lo vuole avere sotto il proprio esclusivo controllo e non chissà dove, allocato più o meno teoricamente, riscuotibile forse. Per esempio, se compri 1 grammo o 27 d'oro su BV non so quanto sia riscuotibile, magari il tuo oro e' parte di un lingotto Good Delivery da 12,5 Kili .. e vallo a fondere e dividere fra i proprieari!


E come spesso senti dire da questa gente..
But the really, really hot topic? Regulation, regulation, regulation. Again, no-one at the LBMA conference holds any store by the various accusations of "manipulation" (what a surprise!). But the background noise that topic has created for regulators, politicians and ambulance-chasers is drowning out the market's own voice in running its own affairs.

Sadly for the professional market, it has seen its business as its own affair for too long...inviting claims of 'closed shop' and possibly collusive behaviour which people outside, especially those who don't understand how markets work, jump to assume must be both true and bad. And sadly for pretty much everyone beyond the regulators, lawyers and lobbyists, it risks making for very, very boring speeches and gossip too, as they fight to re-write how the rest of the world thinks the bullion market "should" work, rather than simply letting investors get involved.

Either way, big changes are rumoured to be afoot, ready or not. Some players don't wish to play anymore. This week's factual rumour of Mitsui quitting London and New York might prove just a whisper of the rumours to come.
In buona sostanza mi pare che Ash intenda dire che i "regolatori", gli stati, i politici ed i burocrati non dovrebbero mettere in naso nei loro affari, voler controllare il mercato ... il succo del discorso mi pare essere la solita nenia che piace tanto ai "liberisti e libertari": lasciate fare al mercato, basta indagini su possibili manipolazioni che sono solo intrusioni della politica e della burocrazia su un mercato altrimenti libero (?!? spero di aver capito male) 

.. mah, il discorso di Adrian Ash qui mi pare un volersi ingraziare i suoi boss prima del convegno all'Hilton. Magari mi sbaglio. 

Comunque deridere chi parla manipolazione del mercato dell'oro e dei preziosi mi pare veramente ridicolo: e' la storia stessa degli ultimi 2 secoli almeno che ci racconta di comitati di gestione del prezzo, pool dell'oro per mantener i tassi di cambio fissi sotto il regime di Bretton Woods, dichiarazioni su dichiarazioni dei più famosi banchieri centrali di tutto l'occidente hanno messo negli anni, nei decenni, nero su bianco come le banche centrali stanno attentissime al prezzo dell'oro ed hanno da praticamente sempre interesse a tenerlo sotto controllo. Eppure no, ridiamo dei "complottasti" e "lasciamo fare al libero mercato".

Comunque mi pare di leggere una certa ansia nelle parole di Ash, mi pare che tradiscano una certa insofferenza e scomodità da parte del sistema attuale di determinazione del prezzo.. Ash pare prendersela, anche se abbastanza alla larga, con tutte queste indagini che si sono susseguite in questi anni sul mercato dell'oro (e' stato provata la manipolazione da parte delle grosse banche anglosassoni di praticamente ogni mercato in questi anni, dal Libor al ForEx, non si capisce perché il mercato dell'oro dovrebbe esserne esente, proprio, appunto, un mercato così piccolo e nevralgico), che stanno "facendo scappare" tutti dal mercato: prima Deutsche Bank ed altre l'anno scorso (in curiosa concomitanza con le indagini tedesche), poi la "rifondazione del meccanismo di scoperta del prezzo" di poco dopo, ora la Mitsui ... sara' mica che cominciano a sentire che le loro sedie scricchiolano, il sistema mostra sempre più crepe? 

A breve tradurro' per intero in bel post di Jesse, un altro "complottista", e poi ditemi vuoi chi vi convince di più. 

Da Reuters
"Mitsui is shutting down precious in London and New York in December," one source said. 
Mitsui, which started trading precious metals in 1970, is the latest to join a retreat by banks and brokers from some commodity markets as profits and prices tumble on concern about slowing Chinese economic growth. 
Mitsui trades precious metals on the Tokyo Commodity Exchange (TOCOM) in Japan and also has offices in Hong Kong. 
"The decision will affect global operations, as it will reduce volumes," the second source said. 
(...) Last month, Mitsui was included by Switzerland's competition authority WEKO on a list of banks being investigated for possible collusion over the pricing of precious metals.

1 commento:

  1. Secondo Armstrong le commodities non hanno ancora raggiunto i minimi.

    Mitsui se ne va dal trading in preziosi perché piccola e nel mercato da poco e non ha retto il downturn di questi ultimi 3-4 anni.

    American Barric (ma sta parlando di Barrick Gold?) nella merda per aver fatto troppi debiti nel momento delle vacche grasse.


    Mitsui & Co Precious Metals Inc is closing down its NY and London operations as losses mount. In New York, their operation was rather small with about 30 people and their annual revenues was a little over $3 million. The company was formed only in 2005 and has not handled the bear market since 2011 very well.

    At the low, traditionally we should see metals companies fold. This applies in both the brokerage community (market-makers) as well as miners. This is part of the cycle where they will collapse as we make the lows and reach over-expansion at the top. Like American Barric, the largest miner, now owes more than the company is worth. Its over-expansion using debt at the top is its recipe for disaster moving into the lows. Where gold HAS NOT elected any yearly bearish reversals, Barric has elected TWO.

    http://www.armstrongeconomics.com/archives/38337

    RispondiElimina