Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

venerdì 9 ottobre 2015

AltoCapital: Il nickel risalira' sopra i 20.000 Dollari la tonnellata per il 2017


Nickel ... beh, anche questo sarebbe un metallo monetario, a dire il vero. Un sacco di monete sono state coniate in cupro-nickel, spesso e' presente anche nelle leghe di Bronzo e Ottone... tutte le monete d'argento inglesi dell'800 divennero di cupro-nickel dopo la II guerra mondiale .. 


Un Fiorino "Gotico" del 1859, argento sterling. Splendido. Un Fiorino valeva 2 scellini .. o un decimo di Pound, come scritto sulla moneta, quindi un decimo di Sovrana d'oro (Sterlina oro) se non erro ... eh si, una Corona erano 5 scellini, alias 2,5 Fiorini e ci volevano 4 Crown per fare una Sovrana d'Oro


Qui un bellissimo Fiorino d'argento sterling (925/1000) del 1908, uno degli ultimi di "vero" argento ..




Dal 1920 al 1946 divennero di mezzo argento (500/1000, il resto rame) ..



E dalla fine della II Guerra Mondiale ecco il Cupro-Nickel (Rame-Nickel) quasi ovunque nelle monetazione inglese

Tornando al post:
“The nickel market has been dismal due to a recipe of stockpiles are up, production is up and demand is down,” Mr Smith said. 
“However, going forward, stockpiled Indonesian high grade laterite nickel in China has all been consumed, China Nickel Pig Iron (NPI) production is in decline, global nickel supply is decreasing with only Independence Group’s Nova Bollinger project on the horizon and most producers/miners are losing money – so they will minimise their operations and/or get out of the game,” he said. 
“This favours a return to the unrealised 2014 predictions of prices circa plus US$20,000 a tonne.” 
Mr Smith said the current downturn was one of the longest in the nickel sector, totalling around 53 months with a decrease in price over that time of greater than 65%. 
While the sector’s consensus 12 months ago was +US$20,000, the current price was more around US$10,000. 
“On a performance review, all base metals have been in a downward trend, but have stayed mostly above GFC trough levels – except nickel,” Mr Smith said. 
London Metal Exchange (LME) stockpile estimates have pushed out to approximately 450,000 tonnes or about 85 days consumption,” he said. (...) 
leggi tutto QUI
Insomma, tutti a dire dappertutto che c'e' una superofferta di metalli ovunque, si produce troppo di questo, troppo di quello ... e' un po' una leggenda. Non che non sia vero ma la cosa mi sa che sta passando notevolmente ingigantita nella testa delle persone. Anche Zibordi leggevo che accennava l'altro gg al "crollo della domanda cinese di metalli" .. in realta', se vai a vedere, non si sta registrando un crollo delle quantita' consumate quanto un crollo della crescita attesa delle quantità consumate. Non so se mi spiego. 
Se si consumava 100 l'anno scorso e si pensava che, dati i ritmi di crescita portentosi della Cina fra un anno si sarebbe consumato 103 .. in realtà, data la crisi, si consumerà quest'anno 101 o 102 ... non 90 o 80. Me ssso spiegato? C'e un cazzo di differenza. 
Ma vediamo di che parla il post, ecco un grafico di lungo periodo del prezzo del nickel preso dalla solita InfoMine:


Niente di galattico i 20.000 dollari la tonnellata pronosticati (o sperati?) nell'articolo ... si e' arrivati persino a 50.000 nel 2007
Son 20 dollari al kilo contro i 10 attuali ... e allora: buon nickel FISICO a tutti!! :) 

PS: sapete si da dove viene il termine "Cupro" e il simbolo Cu per il Rame vero? No? Un indizio:


E la parola nickel invece? ... la prossima volta :) 

1 commento:

  1. continua la corsa al debasing!

    dopo il cupro-nickel, il copro-nickel!
    (a breve, essendo ormai la moneta "elettronica", avremo i copro-bytes!)

    RispondiElimina