Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

lunedì 21 settembre 2015

St.Angelo: Crollo delle produzioni d'argento di Australia e Canada


Da Steve St.Angelo, sempre sia lodato anche lui per il lavorane che fa.

According to the data put out by official sources, Canada’s silver production (Jan-Jun) this year is down nearly 20% and Australia’s is down a stunning 30%. 
While it’s true that Canada isn’t a large silver producer, a 20% decline is still a big number in my book. The reason for the decline in Canadian silver production is due to several large base metal zinc mines shutting down operations last year. 
As for why Australia’s silver production fell a whopping 30% decline (-9.5 million oz) in the first half of the year, part of the reason may be due to a major drop in supply from the world’s largest silver mine… the Cannington Mine. 
Regardless, the combined silver supply from these two countries fell a stunning 28%, 11 million ounces in just the first half of the year.


Un bel meno 20% delle produzioni d'argento canadesi nei primi 6 mesi del 2015 rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Il Canada non e' un grosso produttore d'argento ma il forte calo e' comunque un segnale. Probabilmente dovuto alla chiusura di alcune miniere di zinco (nelle quali l'argento era un sottoprodotto) 

In Australia, che invece e' uno dei più grossi produttori mondiali, il crollo del 30% potrebbe essere stato causato dal calo della produzione della colossal miniera di Cannington (del colosso minerario generalista BHP Billiton)

Insieme i due paesi hanno prodotto nel periodo indicato un 11 milioni di once in meno rispetto all'anno scorso


Top Five Silver Producers Change (Jan-Jun)
Mexico = -5%
Peru = +3.8%
China = EVEN
Australia = -30%
Chile = -6%

Nessun commento:

Posta un commento