Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

domenica 6 settembre 2015

Rickards: Il sistema e' altamente instabile, nel momento in cui la fiducia sparisse le cose potrebbero precipitare molto velocemente




Trovate tutta la trascrizione QUI o attivando i sottotitoli nel video (la trascrizione e' più accurata) 


Dice diverse cose molto interessanti. La prima e' che quando Nixon ando' in tv a ferragosto del 1971 a dire che la convertibilita' dei verdoni in dollari era temporaneamente sospesa non uso' il termine temporarily in malafede, veramente non si sapeva che fare e bisogno' attendere il 1975 perche' divenisse chiaro che era da sostituire con un "per sempre", dopo vari studi, fra l'altro, dell'IMF.

Altra cosa di fondamentale importanza e' che Rickards dice che i cinesi non hanno neanche lontanamente voglia di massacrare il dollaro e gli USA sganciando sul mercato le trilionate di Dollari di debito USA che hanno da parte, anzi, proprio per questo ci tengono che il dollaro non si svaluti troppo (e per questo non c'e problema al momento, evidentemente, anzi). 

Perche' comprano tanto oro? Intanto e' una cosa che da credibilita' allo Yuan Renminbi che aspira, come sappiamo bene, ad essere incluso nel basket di valute degli SDR dell'IMF (e per ora rimandata all'anno prossimo) ma e' anche una protezione contro una caduta del Dollaro: secondo Rickards infatti il recente basso prezzo dell'oro (e di tutte le commodities) non sta a significare altro che il Dollaro, al contrario, e' molto forte. Viceversa se il Dollaro si indebolisse l'oro salirebbe. Quindi una forma di hedging, di protezione. Va su una scende l'altro e viceversa. Gli americani, la Fed vuole inflazione ma un Dollaro debole sarebbe una bella botta per chi come la Cina a migliaia di miliardi in riserve in Dollari .. ma un Dollaro debole vorrebbe dire oro più forte ..

Parla poi delle sue discussioni 101, faccia a faccia, con Bernanke e con il famoso investitore in commodities Jim Rogers che gli ricordava che in un mercato rialzista capita spesso una correzione anche del 50%.. per esempio, nella sua salita verso i 5.000-6.000-7.000 o anche 10.000 Dollari l'oncia ed oltre, l'oro .... ;) 

Ah, consiglia a tutti di avere un 10% dei propri asset in oro: se cade del 20% "perdi" solo un 2% e in compenso l'assicurazione che ti da potrebbe salvarti il culo in caso di crollo del sistema (lui non dice parolaccie.. e', fra l'altro, consigliere del Dipartimento della Difesa e collaboratore dell'intelligence USA), controbilanciare grosse perdite nei tuoi altri asset, cosa non così remota vista la complessità del sistema. Fa l'esempio di come un terremoto in fondo all'oceano ha provocato un maremoto che e' arrivato sulle coste del Giappone e ha colpito una centrale nucleare, e' partita una reazione a catena non controllata, fuoriuscita di radiottivita' e questo ha poi velocemente portato ad un crollo della borsa giapponese... insomma, non si sa mai che cosa potrà essere la causa scatenante. 

Tornando alla Cina e all'oro dice all'inizio che le riserve cinesi saranno molto superiori a quando ammesso di recente perché non c'e' solo la PBoC, ci sono anche i cittadini cinesi (che sono più del doppio di quelli di USA e UE messe assieme, per inciso) e soprattutto dei fondi sovrani ed altre banche che potrebbero avere grandi quantità d'oro che non appare ovviamente come riserve della PBoC.

1 commento:

  1. http://albainternazionale.blogspot.it/2015/09/il-terrore-della-nato-adesso-spaventa.html

    Buona lettura

    RispondiElimina