Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

martedì 1 settembre 2015

Bloomberg: Blythe Masters Tells Banks the Blockchain Changes Everything


La nostra cara (si fa per dire) vecchia conoscenza, Blythe Masters - nota come creatrice di armi finanziarie di distruzione di massa come i Credit Default Swaps oltre che come capo settore commodities (e metalli preziosi) per il colosso JP Morgan (quasi certamente uno dei maggiori azionisti della Fed anche se queste info non sono di pubblico dominio) - si sta dedicando a blockchain ... da toccarsi i maroni. Tutta la versione mainstream su Bloomberg




3 commenti:

  1. Pensare che ,dopo aver letto in un tuo reply le tosate della tua banca sui trasferimenti per l'argento in america,; stavo per consigliarti di dare un occhio ad Amagi metals che accetta anche i BTC, e magari cominciare ad usarli.

    Adesso invece sono io che mi gratto !



    Danilo

    RispondiElimina
  2. Ricapitoliamo

    1 – di blockchain ormai ce ne sono decine → tanti saluti alla “rarità”, e al “numero finito di bitcoin che potranno mai essere emessi”

    2 – l'algoritmo è sicuro, il pc/windows/android/ios su cui gira NO!
    Banalmente uno stupidissimo keylogger ti sniffa la chiave del wallet... :(
    o un hardisk non backuppato, magari un ssd che si fotte, un laptop ciulato nel baule della macchina, o un bel viretto che ti spazza via I dati, incluso wallet....
    se invece il wallet lo tieni “online”, nel “cloud”, beh, allora stai proprio sicuro, neh...

    3 – l'algoritmo garantirà pure l'anonimato, ma l'indirizzo IP da cui accedi lo sanno tutti, dalla polizia postale, alla gdf, alla nsa, hacker russi, cinesi, la hacking team di milano, etc etc etc

    4 – CONVERTIBILITA in eur/usd etc.... AHIAHAIAI.....
    ti aspettano alle uscite e ti fanno il culo li
    vedi I tristissimi casi di bitcoin-24 (maggiore exchange europeo chiuso dalle “autorità”) a mtgox (maggiore exchange MONDIALE, sciopato, con I bitcoins dei clienti volatilizzati in un buco nero)

    d'altronde, se non lo fai convertibile, devi scambiarlo solo utente finale con utente finale - pochissimi rispetto alla massa di utenti saranno I miners - e l'adozione sarebbe lentissima.

    5 – SCALABILITA' – il blockchain mantiene TUTTE le transazioni, tutte, nessuna esclusa. Metti che iniziano davvero a usarlo 2/3 miliardi di account, hai presente quante cazzo di transe si accumulano? Ce la fa a reggere? I miliardi di blockchain replicati su miliardi di client sparsi in giro per il globo saranno tutti sincronizzati? Chi mi garantisce che non ci saranno altri “fork” (bivio in cui si perde la sincronia e 2 o piu copie DIVERSE del blockchain iniziano a replicarsi e competere.
    Quanto tempo ci vorra perche la transazione venga “digerita” se il blockchain diventa diversi Giga, o Tera di roba?

    6 – internet: sarà sempre disponibile? Hai visto mai che in qualche momento di crisi monetaria/finanziaria non blocchino gli accessi (un “moderno” bank holiday elettronico), magari quel tanto da impedirti di entrare e/o uscire e perdere il 50%, 80%, 90% del “valore” dei tuoi soldini?

    7 – mi taglierei I gioielli di famiglia e li do al gatto, se le banche centrali – “stampando” un tot di miliardini a babbo (non gli costa un cazzo o no? Vero? E chi cazzo li trova nelle pieghe di un bilancio da trilioni di dollari l'una?) non abbiano GIA comprato diciamo un quarto di tutti I bitcoin che saranno MAI EMESSI A REGIME, tenendo gia ora, di fatto, per le palle bitcoin, e facendone una fantastica MACCHINA DA VOLATILITA, da una parte spennando con colossali punte di momentum I polli “tecnologici”, dall'altra, impedendone l'adozione come valuta (non puoi lavorare in una valuta che ti fa venire I vermi ogni 2 giorni)
    Anche in questo caso, averlo fatto CONVERTIBILE lo ha fottuto - tutto cio che viene a contatto con la valuta FIAT, diventa merda (ovvio, se chiami “Fiat” una valuta, potevi chiamarla Duna :)

    basta, mi son stufato, se non vi basta ancora, divertitevicivici pure, tanti auguri!!

    RispondiElimina
  3. alè!
    cosa ne dite del "citicoin"?

    http://economictimes.indiatimes.com/industry/banking/finance/banking/after-barclays-and-bank-of-america-citigroup-has-blockchain-in-sight/articleshow/48753482.cms

    come volevasi dimostrare, la relativa scarsità di bitcoin rimane FINCHE' bitcoin è l'unica blockchain.....
    è come se ci fosse un solo barbiere in città, gli appuntamenti disponibili sono relativamente scarsi,
    innegabile

    ma se aprono altri 20 barbieri?

    come sempre ti fottono, se non apri gli occhi e allarghi il contesto
    bitcoin è raro e sicuro NEL SUO CONTESTO

    se allarghi appena il contesto, CIAO

    non è raro (ce ne sono ormai decine di blockchains)
    e non è sicuro (hackers, windows, android, virus, keyloaggers, trojans, ti fottono il laptop o te lo sequestra la finanza, ti tracciano l'indirizzo IP...)
    non è privato, etc etc

    RispondiElimina