Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

lunedì 7 settembre 2015

Armstrong: I primi 5 miners al mondo hanno perso 540 miliardi di dollari di capitalizzazione di mercato .. le commodities (oro compreso) scenderanno insieme all'azionario


Armstrong fa praticamente lo stesso titolo visto su mining.com a proposito del massacro delle compagnie minerarie generaliste (al pari di quelle più specializzate in metalli preziosi) di questi ultimi anni ma in particolare di questi ultimi mesi

The World’s top 5 miners lost $540 BILLION market value as the Age of Deflation grips all asset classes helping to send cash running into the open arms of government borrowing. 
Market values of the top 5 miners have collapsed between 60% and 88% from the major high in 2011. 
After copper, coal has been the big mining commodity and here too we have seen a crash from nearly the $200 a tonne level back in 2008 to now where it is averaging in the low $60 range.
Le prime 5 compagnie minerarie del mondo hanno perso un valore di mercato di 540 miliardi di dollari (!) mentre l'era della deflazione si impadronisce di tutte le classi di asset e spinge il denaro nelle braccia del debito pubblico. 

I valori di mercato dei primi 5 miners al mondo sono scesi fra il 60% e l'88% (!) dai massimi del 2011. 

Dopo il rame il carbone e' stata l'altra commodity più importante e qui abbiamo una crash da 200 dollari la tonnellata del 2008 a 60 di oggi. 
Despite the shouting that the dollar will crash, stock market will crash, and hence, gold will rise, that scenario does not hold up even looking at the Great Depression era. 
There too, commodities peaked in 1919 and underwent a 13 year bear market bottoming WITH stocks in 1932. 
The scenarios painted by so many to sell precious metals are just not true. 
Commodities and stocks rallied out of the 1932 low TOGETHER.
Nonostante tutte le grida e gli urli sul crash del Dollaro e del mercato azionario a cui sarebbe seguita l'ascesa dell'oro questo scenario non tiene .. neanche guardando storicamente alla Grande Depressione seguita al Wall Street Crash del 1929. 

Anche allora le commodities fecero in picco nel 1919 e poi scesero in un mercato ribassista per 13 anni INSIEME alla borsa, sino al 1932. 

Lo scenario dipinto da cosi' tanti allo scopo di vendere metalli preziosi semplicemente non e' verosimile. 

Le commodities e l'azionario poi risalirono INSIEME dopo il 1932. 

Leggi tutto il resto QUI


Tutto bello .. quello che mi da pensare pero' e': Ma se questi miners hanno già perso dei 60-88% dei massimi di pochi anni fa (!) ... ma quanto cazzo devono ancora cadere se solo ora i mercati USA hanno mostrato un po' di debolezza e potrebbero, secondo molti, crollare ancora di quel po', veramente a picco?!

Armstrong e' quello che ha chiamato un crollo dei mercati per il 2015.75 (che sarebbe se ricordo bene primi di ottobre) ... quindi? Miners falliti seriali? Ne resterà solo uno? Perdite dai massimi del 2011 del 99,8% ?!?


Nessun commento:

Posta un commento