Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

lunedì 31 agosto 2015

Black: Il mio personale Big Mac Index

Immagine fuorviante: il post e' sulle valute e il loro valore relativo, non su "nutriamo il mondo" ... non ho potuto esimermi

Un altro interessante post di Simon Black, questa volta sul valore del Dollaro USA in relazione alle altre valute mondiali...



Sovereign Man - My alternative Big Mac Index is screaming that these currencies are cheap
bySimon Black on August 31, 2015

Inizia parlando brevemente del Big Max Index. Per chi non lo sapesse i panini della multinazionale sponsor di "nutriamo il mondo", il circo messo su a nostre spese - 1 miliardo e 300 milioni ci e' costato, credo - a Milano in questi mesi, sono gli stessi in tutto il mondo, identici, come pure le patatine, gli spazi di vendita, il merchandise ecc.  Per questo esiste da tempo questo indice che non e' altro che il prezzo del panino più famoso di paese in paese. 

Black ci ricorda che se negli USA in big mac costa 4,79 Dollari, in Cile costa, al cambio attuale del Peso cileno, circa 3,00 USD. E in Russia un big mac costa 107 rubli che col cambio del Rublo di questi giorni fa circa 1,50 USD.

Da questo ne deduce che il Dollaro USA e' grandemente sopravvalutato (o le altre divise sottovalutate). 

Ma c'e' un altro metodo che lui usa, viaggiando spesso in giro per il mondo: i prezzi dei biglietti aerei a seconda di dove (in che valuta) li prenoti ... su SM per i dettagli ;)

PS: confesso (mea culpa), adoro panazzacci, coca e patatine fritte .. anche se preferisco il Wopper di Burger King (par condicio)

1 commento:

  1. La stessa cosa che qui capita con l'argento.

    Comperi in italia 22% di iva
    Comperi in svizzera (con 60 km di sbattimento) 8% di iva
    Comperi in Germania (con 300 km di sbattimento a/r) iva differenziale equivalente a zero

    Da qui la necessità di metanizzarsi



    Danilo

    RispondiElimina