Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

venerdì 3 luglio 2015

Maund: Non escluso l'argento sui 10 dollari l'oncia e l'oro a 1000 se non meno ... prima di ripartire verso l'alto


Poco entusiasmo anche da parte di Clive Maund su oro e argento, almeno nel breve. Per l'argento Clive parla di una possibile puntata verso quota 10 dollari l'oncia .. anzi, scrive addirittura probabile (!!! alla faccia del metallo "prezioso", ormai costa di più un big mac meal che un'oncia d'argento.. non so se mi spiego a che livelli di ridicolaggine siamo arrivati) ...


Silver looks set to break down soon from the trading range that has formed since late last year into a downleg that takes it towards or to the lower boundary of its downtrend channel shown on its 8-year chart.

To abort this scenario it needs to break out upside from its major downtrend, preferably on good volume, which would be a buy signal.

The expected downleg should complete silver’s “bearmarket within a larger order bullmarket”, and thereafter it is expected to reverse into an uptrend that promises to dwarf that of the late 70’s.
... prima di ripartire verso vette mai viste prima. Insomma, anche per lui un minimo del genere, se ci sarà, segnerebbe la fine del mercato ribassista all'interno del mercato rialzista storico in continuiamo ad restare (e fa l'esempio del tsostanzioso ritracciamento che segnarono i metalli preziosi nel 1975-1977 prima di ripartire verso le vette del 1980:


Anche per l'oro Clive lascia spazio ad una caduta sino a quota 1000 usd/oz, con punte addirittura a circa 850 dollari l'oncia.

Succederà? Si troverà davvero il fisico a prezzi proporzionalmente così bassi? E' il caso di accumulare un po' di cash per quel momento? E se poi non arriverà? Decidete voi, sono soldi vostri e ci fate quel cazzo che vi pare.

Nessun commento:

Posta un commento