Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

mercoledì 8 luglio 2015

Council on Foreign Relations: Grecia. Come Italia e Spagna hanno finanziato il salvataggio di banche (soprattutto) francesi

Il "salvataggio greco" sia stato un salvataggio delle banche tedesche e francesi .. dici "e che, è una scoperta?" No, infatti, per quei pochi che si informano davvero e sanno fare 2+2 no, niente di nuovo. La cosa nuova è una pubblicazione/ammissione sul Council on Foreign Relations e il "dettaglio" che in realtà sono state salvate coi nostri soldi per lo più banche francesi piuttosto che tedesche (anche io non ho simpatia per la Germania e come ci ha fatto zitta zitta il culo con l'euro, ma quel che è vero e vero: è stato per lo più un salvataggio di banche francesi. Poi stupisciti che Hollande si schiera alla fine sempre con Merkel. Vedere in fondo al post per in elenco delle esposizioni bancarie sulla Grecia nel 2011)
Council on Foreign Relations - Greece Fallout: Italy and Spain Have Funded a Massive Backdoor Bailout of French Banks
by Benn Steil and Dinah Walker - July 2, 2015

In March 2010, two months before the announcement of the first Greek bailout, European banks had €134 billion worth of claims on Greece. French banks, as shown in the right-hand figure above, had by far the largest exposure: €52 billion – this was 1.6 times that of Germany, eleven times that of Italy, and sixty-two times that of Spain.

The €110 billion of loans provided to Greece by the IMF and Eurozone in May 2010 enabled Greece to avoid default on its obligations to these banks. In the absence of such loans, France would have been forced into a massive bailout of its banking system. Instead, French banks were able virtually to eliminate their exposure to Greece by selling bonds, allowing bonds to mature, and taking partial write-offs in 2012. The bailout effectively mutualized much of their exposure within the Eurozone.

The impact of this backdoor bailout of French banks is being felt now, with Greece on the precipice of an historic default. Whereas in March 2010 about 40% of total European lending to Greece was via French banks, today only 0.6% is. Governments have filled the breach, but not in proportion to their banks’ exposure in 2010. Rather, it is in proportion to their paid-up capital at the ECB – which in France’s case is only 20%.

In consequence, France has actually managed to reduce its total Greek exposure – sovereign and bank – by €8 billion, as seen in the main figure above. In contrast, Italy, which had virtually no exposure to Greece in 2010 now has a massive one: €39 billion. Total German exposure is up by a similar amount – €35 billion. Spain has also seen its exposure rocket from nearly nothing in 2009 to €25 billion today.

In short, France has managed to use the Greek bailout to offload €8 billion in junk debt onto its neighbors and burden them with tens of billions more in debt they could have avoided had Greece simply been allowed to default in 2010. The upshot is that Italy and Spain are much closer to financial crisis today than they should be.
Ma quali sarebbero queste famose banche che abbiamo salvato sotto la bandiera del salvataggio dei maledetti greci "fancazzisti e ladri" ? Credo sia cosa buona e giusta fare i nomi perchè se no resta tutto troppo comodo per i veri colpevoli, resta tutto troppo fumoso. Non è stato facilissimo ma ho trovato un articolo dell'epoca che ne fa una lista:
Forbes - French Banks Hold $93B In Greek Debt As Sarkozy Announces Rollover Deal
Di Agustino Fontevecchia, 27 giugno 2011

(...) Exposure to Greek debt is large and highly concentrated, according to research by Barclays Capital. While the European Central Bank is the largest individual creditor, with about €49 billion ($70 billion) Greek bonds on its balance sheet, “ the top 10 names account for 50% of holdings, the top 30 for 70% and the top 40 for close to 72%.”

BNP Paribas is the foreign bank with the largest exposure to Greece, holding about €5 billion ($7 billion) on its balance sheet. Dexia, a French-Belgium-Luxembourg operation, comes second with €3.5 billion ($5 billion), with Italy’s Generali and Germany’s Commerzbank trailing it closely, with €3 and €2.9 billion each respectively. Other large foreign financial institutions with substantial exposure include France’s Societe Generale (€2.9 billion), Axa (also French, €1.9 billion), Deutsche Bank from Germany (€1.6 billion), and the Royal Bank of Scotland (€1.1 billion) (...)
Facciamo un elenco più efficace come colpo d'occhio delle princiali esposizioni bancarie nel 2011 (prima che tutta la rogna venisse scaricata sulle tasche dei cittadini europei, spagnoli ed italiani più ingiustamente che altri):

BNP Paribas - FRANCIA - 5 miliardi di euro
Dexia - FRANCIA-BELGIO - 3,5 miliardi di euro
Generali - ITALIA - 3 miliardi di euro
Commerzbank - GERMANIA - 2,9 miliardi di euro
Societe Generale - FRANCIA - 2,9 miliardi di euro
Axa - FRANCIA - 1,9 miliardi di euro
Deutsche Bank - GERMANIA -1,6 miliardi di euro
Royal Bank of Scotland - REGNO UNITO - 1,1 miliardi di euro

∼∼∼

PENSIERINO FINALE

Come dice giustissimamente Bagnai (riassumo con paro-lacce mie) Se la tua banca presta i tuoi soldi a cazzo ad un barbone e il barbone, pensa te, poi non ripaga, tu con chi te la prendi? Col barbone o con la tua cazzo di banca?

E poi: Se per salvare le banche del cazzo di cui sopra qualcuno (leggasi UE, BCE e Parlamentari italiani che hanno votato il MES) decide di usare i tuoi soldi tassandoti, per esempio, la casa ... tu con chi te la prendi? Col barbone? Ma si, certo, col barbone .. non fa una piega. Mica coi politici che hanno firmato questa deliziosa procedura, no no no, prendiamocela col barbone

Evviva i paganelli (dalle mie parti si dice "becca come un paganello", un pesciolino che becca sempre quando vai a pesca ...) che se la prendono coi greci invece che 1) con le banche suddette salvate coi suoi soldi e 2) Parlamento Europeo, e parlamentari PD/PDL/Montiani che hanno votato il MES.

E che dire del fatto che Draghi crea ora dal nulla ogni mese, cosa, 60, 80 miliardi di euro? Più di 1000 miliardi in un annetto (e poi fanno le pulci alla Grecia per 1 miliardo e mezzo di debito non ripagato) ... ma non poteva stampare soldi sin dall'inizio ed estinguere così con una cliccata di tasto sul mouse della BCE una bella fetta del debito greco, o le sofferenze bancarie francesi e tedesche (e italiane, vedi Generali) invece di farci ingojare il MES e fare pagare a noi il salvataggio greco tramite tasse sulla casa?! Perchè non è stato fatto così? Giusto per schiavizzarci meglio e far crescere l'odi fra europei come non mai da quando sono al mondo?


... così, per dire ... chissà che qualcuno riesca a fare anche lui, meglio tardi che mai, 2+2.

A chi mi riferisco? Date un'occhiata alla prima pagina di oggi di un altro giornaletto dimm**** come per esempio Libero: "Atene ci da l'ultimatum, fuori altri 7 miliardi". E fosse solo "Libero", sono certo che anche il lettore tipico di Rischio Calcolato, per esempio, sarà li tutto a schiumare di rabbia contro i "maledetti comunisti greci che ci vogliono derubare ancora" ... e non solo questi destroidi cazzoncelli. Oggi mi sono giusto scazzato anche a sentir fare discorsi del genere da uno che ha votato Tzipras alle europee (!!!)

I famosi "italioti" non solo solo, purtroppo, solo i pidini dichiarati e non, ma anche taaaanti destroidi gnorrrranti e cazzonissimi e la coa è praticamente trasversale atutti gli "schieramenti". Sig. Sob. Non c'è speranza per l'umanità, la cazzoneria vincerà sempre e i poteri avranno probabilmente sempre gioco facilissimo a portare le masse dove vogliono.

∼∼∼

Aggiornamento: una traduzione in italiano del breve articolo del Council on Foreign Relations (che mi pare una versione soft del Club B.)
WSI | Grecia, come Italia e Spagna si sono 'sacrificate' per salvare le banche francesi
Pubblicato il 07 luglio 2015

Nessun commento:

Posta un commento