Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

mercoledì 3 giugno 2015

Durden: Email hackate rivelano Soros come burattinaio ucraino


Mah, io non ci credo, dai, è pazzesco, è puro complottismo ;) .. puro psyop come piace chiamarlo a qualcuno (che poi è sempre la solita vecchia propaganda).. propaganda russa ovviamente. eh!

Zero Hedge - Hacked Emails Expose George Soros As Ukraine Puppet-Master
Submitted by Tyler Durden on 06/01/2015

Pochi giorni appena dopo che George Soros ha ammonito dell'imminenza di una Terza Guerra Mondiale se Washington non si fosse arresa all'inclusione dello Yuan Renminbi cinese nel basket valutario dell'IMF (gli SDR del Fondo Monetario Internazionale), il collettivo di hacker CyberBerkut ha smascherato il miliardario come il puppet-master degli eventi ucraini degli ultimi anni.

In 3 eccezionali documenti (vedere in fondo al post dei Tylers) presumibilmente hackati dalla corrispondenza email fra il manager di hedge fund e l'attuale presidente ucraino Poroshenko, Soros delinea "una strategia globale di breve e medio termine per la nuova Ucraina", esprime la propria fiducia nel fatto che gli Stati Uniti avrebbero fornito all'Ucraina "lethal military assistance", un'assitenza militare letale "dello stesso livello di sofisticatezza delle armi difensive delle forze avversarie" e finisce con lo spiegare la frase di Poroshenko "la priorità è riguadagnare il controllo dei mercati finanziari" su cui Soros assicura che il Presidente ucraino che avrebbe potuto ricevere l'aiuto della Fed, aggiungendo che "sono pronto a chiamare Jack Lew del US Treasury per accertarmi della fattibilità dello swap agreement".

Il gruppo di hackers CyberBerkut dice di essere riuscito a penetrare nel sito presidenziale ucraino ed essere riuscito a ottenere la corrispondenza fra Soros e il presidente ucraino Petro Poroshenko, e poi aver pubblicato tutto sotto forma di pdf. Più dettagli da RT (aah! vedi che è tutta propaganda russa?! ;) ):
The hacktivists have published three files online, which include a draft of

1) “A short and medium term comprehensive strategy for the new Ukraine” by Soros (dated March 12, 2015);

2) an undated paper on military assistance to Kiev;

3) and the billionaire’s letter to Poroshenko and Ukraine’s Prime Minister Arseny Yatsenyuk, dated December 23, 2014.

According to the leaked documents, Soros supports Barack Obama’s stance on Ukraine, but believes that the US should do even more.

He is confident that the US should provide Ukraine with lethal military assistance, “with same level of sophistication in defense weapons to match the level of opposing force.”

“In poker terms, the US will ‘meet, but not raise,” the 84-year-old businessman explained, supposedly signing one of the letters as “a self-appointed advocate of the new Ukraine.”

The Western backers want Kiev to “restore the fighting capacity of Ukraine without violating the Minsk agreement,” Soros wrote.
Fra le altre cose i documenti fuoriusciti affermano che sarebbe stato chiesto alle autorità ucraine di "ristabilire la stabilità monetaria e il funzionamento del sistema bancario" e di "mantenere l'unità fra le varie parti del governo" come condizione per ricevere l'assistenza degli alleati stranieri.
Soros believes that it’s up to the EU to support Kiev with financial aid, stressing that “Europe must reach a new framework agreement that will allow the European Commission to allocate up to $1 billion annually to Ukraine.”

As for the current state of economy, the billionaire wrote that former Chilean finance minister, Andres Velasco, after visiting Ukraine on his request, returned with “a dire view of financial situation."

“The new Ukraine is literally on the verge of collapse” due to the national bank’s lack of hard currency reserves, Soros warned Poroshenko.

The correspondence shows that the billionaire has been in constant touch with the authorities in Kiev and consulting them.
Scavando nei documenti abbiamo trovato un pezzo particolarmente intrigante:
As you know, I asked Andrés Velasco, a prominent economist who was Chile’s very successful minister of finance from 2006-2010 to visit Kyiv where he met the Prime Minister; the President was in Warsaw at the time. Velasco came back with a dire view of the financial situation. The National Bank of Ukraine has practically no hard currency reserves. That means that the hryvnia has no anchor. If a panic occurred and the currency collapsed as it did in Russia, the National Bank could not stabilize the exchange rate even if only temporarily as Russia did by injecting $90 billion.

Your first priority must be to regain control over the financial markets—bank deposits and exchange rates. Unless you do, you will have no way to embark on deeper reforms. I believe the situation could be stabilized by getting the European Council to make a commitment in principle that they will pull together the new $15 billion package that the IMF requires in order to release the next tranche of its original package at the end of January 2015. Based on that commitment the Federal Reserve could be asked to extend a $15 billion three months swap arrangement with the National Bank of Ukraine. That would reassure the markets and avoid a panic.

(...) I am ready to call Jack Lew of the US Treasury to sound him out about the swap agreement.
C'è da domandarsi quali altre questioni di importanza nazionale hanno a che fare con George Soros che si mette a parlare col Segretario del Ministero del Tesoro USA per assicurare fondi virtualmente infiniti grazie alla US Federal Reserveper promuovere la propria agenda personale. Ed ecco un'altra teoria della cospirazione che diventa un fatto della cospirazione, ancora una volta.

Ironia: il primo documento che traccia "una strategia omnicomprensiva di breve e medio termine per la nuova Ucraina" e firmato da George Soros come "a self-appointed advocate of the New Ukraine",un sostenitore auto-nominato della nuova Ucraina, è stato creato daTamiko Bolton,la 40enne che è diventata la terza moglie dell'80enne Soros pochi anni fa.
---
"Massì, è solo sacrosanto lottare per portare via l'Ucraina dalle grinfie di uno spietato assassino come Putin. Soros è un eroe della democrazia, del mondo libero! Un monumento!" ... così com'è stato sacrosanto salvare gli iraqueni da Saddam, i Somali dai signori della guerra, la Libia da Gheddafi e chi più ne ha più ne metta. Tutti paradisi di pace e democrazia oggi. Ma quanto può la gente continuare a bersi queste panzane? per quanti anni, lustri, decenni dobbiamo sentire la tv che ci indica il nuovo nemico da temere e tutti pronti a buttarci nell'ennesima guerra che alla fine non fa altro che peggiorare le cose? Se dovesse scapaprci davvero una terza guerra mondiale, di chi sarebbe stata la colpa? Ma di Putin, certo.

PS: L'Antidiplomatico: Esperto di missili Buk: "Solo l'esercito di Kiev possedeva il missile che ha abbattuto l'aereo malese"

Nessun commento:

Posta un commento