Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

giovedì 7 maggio 2015

Wall Street Journal: La produzione mineraria d'Argento sta perdendo vigore



Produzione mineraria d'argento finalmente in calo per il 2015, dopo 12 anni di nuovi record. Causa: i prezzi bassi e i tagli delle compagnie. Prezzi visti a 16,50 e 17,50 nel 2016. Questo almeno quanto detto dal Silver Insititute nel nuovo World Silver Survey. Di Peak Silver e contributo del reciclo al soddisfacimento della domanda nessun riferimento nelle parole dell'Istituto, solo l'ammissione di una effettivo deficit dell'offerta rispetto alla domanda. Ecco il sunto fatto dal Wall Street Journal:


Wall Street Journal - Silver Mine Supply Is Running Out of Steam
By Tatyana Shumsky, Bloomberg News - May 6, 2015

After 12 straight years of gains, global silver production is expected to fall in 2015 as lower prices take a toll.

Silver mine production rose 5% in 2014 to reach 877.5 million ounces, the 12th successive gain and a new record, according to the World Silver Survey, published by industry lobby group The Silver Institute and metals consultancy Thomson Reuters GFMS.

But this year will see silver output decline amid a dearth of new mines and as aging operations see their production fall, the report said.

“We’re just not seeing the investment in new mine capacity that would be needed to sustain continued record peak production,” said Andrew Leyland, an analyst with GFMS who worked on the report.

Falling silver prices are behind the trend. Silver prices tumbled 20% in 2014, and fell 36% in 2013, exceeding the losses in gold and other precious metals. In the year through Tuesday silver prices rose 6.2% but remain close to the five-year low of $15.365 a troy ounce set in March.
Dopo ben 12 anni di fila di produzioni crescenti, la produzione mineraria globale d'Argento nel 2015 segnerà un calo. E l'effetto dei prezzi bassi che impongono il loro pedaggio.

( Questo è certamente vero, i prezzi bassi hanno spinto le Companies ha tagliare le spese in ricerca di nuovi siti minerari per il futuro e lavorare di "high grading", sfruttare al massimo le vene più ricche ora, lasciandosi per il futuro solo le vene meno attraenti. Ma attenzione a come in tutto l'articolo non si lascia minimamente pensare al lettore che si possa anche trattare del Peak Silver storico. Er )

La produzione mineraria d'Argento è salita nel 2014 del 5% rispetto al 2013 sino a 877,5 milioni di once, il 12esimo record consecutivo e record di tutti i tempi, secondo i dati del World Silver Survey, pubblicato dal gruppo di lobby del The Silver Institute con la consulenza di Thomson Reuters GFMS.

Ma quest'anno assisteremo ad una diminuzione delle produzioni, insieme ad una scarsità di nuove miniere e all'invecchiamento delle miniere esistenti che vedono calare a loro volta le loro produzioni, dice il repporto.

"Non stiamo assistendo ad investimenti in nuova capacità mineraria, cosa che sarebbe necessaria per mantenere il recente picco record di produzione" ha detto Andrew Leyland, un analista che ha collaborato alla redazione del report per GFMS.

La caduta dei prezzi è la causa di questa nuova tendenza. I prezzi dell'argento sono caduti del 20% nel 2014 e del 36% nel 2013, ben più dei rispettivi cali degli altri metalli preziosi. Negli ultimi 12 mesi il prezzo è risalito del 6,2% ma resta pur sempre vicino al minimo degli ultimi 5 anni registrato a marzo a 15,36 dollari per oncia Troy.
With profits under pressure, silver mining companies have focused on cutting costs.

The so-called “cash cost of producing an ounce of silver – a measure that excludes capital expenditure, corporate overheads and exploration costs – fell 16% to $7.74 an ounce in 2014.
Coi loro profitti sotto pressione le compagnie minerarie si sono concentrate nel tagliare i costi.

Il cosidetto "Cash Cost" del produrre un'oncia d'argento - una misura che esclude i CapEx, le spese in ricerca e sviluppo, ecc. - è stata fatto scendere del 16% sino a 7,74 dollari l'oncia nel 2014.

( Pregasi notare che ormai dovrebbe essere più o meno accettato ovunque l'uso invece di un'altra metrica, gli All-In Sustaining Costs (AISC), ma qui, fra Silver Institute, Reuters e anche Wall Street Journal, tutti si ostinano a rappresentare l'argento come la cosa più economica del mondo.. quasi quasi costa, "vale", più una Coca media e un Cheese Burger che un'oncia d'argento puro, secondo quando passa quest'articolo! La cosa mi da da pensare sa anni.. cazzo, il Silver Institute, che è un'entità voluta e pagata dalle Compagnie Minerarie stesse, sembra sempre provarci gusto a smerdare da sola il prodotto che produce! Er )
While these cost-cutting efforts helped cushion the blow of weaker silver prices, they also suggest that producers are unlikely to tap the debt markets to fund new projects, Mr. Leyland said.

Roughly 70% of the world’s silver supply is produced while mining other metals, particularly Gold, Copper, Lead and Zinc. Declines in the prices of these commodities are also likely to weigh on silver supply going forward, the report said.
Anche se questi tagli dei costi hanno aiutato ad attutire il colpo dei prezzi bassi per l'argento, lasciano anche immaginare che i produttori siano poco prope4nsi ad attingere al mercato del debito per finanziare nuovi progetti di ricerca, ha detto Mr. Leyland.

All'incirca il 70% di tutto l'argento minerario prodotto ogni anno arriva come sottoprodotto di miniere di altri metalli, in particolare da minere d'Oro, di Rame, di Piombo e di Zinco. Il calo dei prezzi anche per queste commodities sicuramente non depone a favore di future crescenti produzioni anche d'argento, ha detto il rapporto.
Global physical demand for silver fell 4.1% in 2014, largely due to a 19.5% drop in demand for silver coins and bars, according to the report.

Weaker prices spurred demand for silver jewelry, as jewelers switched to making larger-format, heavier pieces made of sterling silver.

A similar trend was spotted in silverware, where fabricators switched to sterling silver and away from plated products.

Demand for silver from industrial sources, which accounts for 56% of total physical demand, slipped 0.5% as silver use in electronics and photography decreased.

In 2015, silver demand should tick higher as demand for coins and bars improves, Mr. Leyland said. Sales of silver bars and coins have already pushed higher in the first quarter, auguring a rebound, he said. “I think we’ll see a stronger year for coin and bar demand, but not a record year,” he said.

Demand from the jewelry sector should also continue to improve, while industrial demand for silver will remain broadly flat as gains in solar power and electronics offset weakness due to manufacturers’ continued efforts to reduce per-unit silver content.

As a result of falling mine supply and firmer demand, the global silver market should see the supply shortfall increase in 2015, from the slight shortfall recorded in 2014, Mr. Leyland said.
La domanda globale d'Argento è scesa del 4,1% nel 2014, in gran parte per un calo del 19,5% della domanda di monete e lingotti, secondo il rapporto.

!? Veramente mi pareva che avessimo registrato nuovi record di sempre per le coniazioni e vendite di Maple, Eagle, ecc. Er

I prezzi più bassi hanno stimolato la domanda nel settore giojelliero, visto che i giojellieri hanno preso a produrre pezzi più pesanti e grossi in Argento Sterling (925/1000).

Un trend simile si è notato anche nell'argenteria dove le produzioni sono passate più all'Argento Sterling che ai prodotti solo placcati.

La domanda industriale d'argento, che ha contato per il 56% del totale, è scesa un po', dello 0,5%, visto che l'uso di argento nell'elettronica e nel settore della fotografia è calato.

Nel 2015 la domanda d'argento dovrebbe salire, con una ripresa della domanda di monete e lingotti d'argento. ha detto Mr Leyland. Le vendite di lingotti e monete è già ripresa a salire nel primo trimmestre del 2015, il che lascia ben sperare. "Credo che vedremo un annata di forte domanda per lingotti e monete, anche se non un anno record." ha detto.

La domanda da parte del settore giojelliero dovrebbe salire anch'essa, mentre quella industriale dovrebbe restare piatta perchè la crescita dell'uso in solare ed elettronica sarà controbilanciata dallo sforzo da parte dei produttori di ridurre le quantità di argento per unictà di prodotto.

In definitiva, come risultato di una produzione mineraria in calo e di una domanda stabile, il mercato globale dell'Argento dovrebbe vedere nel 2015 un aumendo del deficit di offerta, che già si era visto anche nel 2014.

( Ah! ma va?! Vedi che delle verità saltano fuori.. non ho ancora sentito una parola su come il deficit di offerta è sempre più strutturale e come negli ultimi tempi sia stato riempito solo con il reciclo .. ma per quanto tempo il reciclo continuerà ad offrire grosse quantità al mercato? Perchè mi sa che una bella fetta venga dalle monete d'argento in uso un po' in tutto il mondo nella prima metà del XX secolo. Er)
Silver mine supply lagged demand by 4.9 million ounces last year, the World Silver Survey said, or about 0.5% of total demand, which stood at 1,066.7 million ounces. As a result, silver prices should tick higher throughout 2015.

“We view this year as being the nadir for pricing on an annual average basis,” Mr. Leyland. There’s still potential for another selloff in the next few months to send us lower, after that our base case is for a modest rally going into next year,” he added.

GFMS expects silver prices to average $16.50 an ounce in 2015, and $17.50 an ounce in 2016.

Silver for July delivery rose 0.8% to close Tuesday trade at $16.579 a troy ounce on the Comex division of the New York Mercantile Exchange.
La produzione mineraria d'argento non è riuscita a soddisfare la domanda per 4,9 milioni di once l'anno scorso, ha scritto il World Silver Survey, e cioè circa lo 0,5% della domanda totale, che è arrivata a 1,066,7 milioni di once. Per questo i prezzi dovrebbero salire nel corso del 2015.

( Aridaje! Qui lasciano intendere che la produzione mineraria nbasti quasi da sola a soddisfare tutta la domanda ... quando basta guardare sul sito del Silver Insitute per vedere che negli ultimi anni dei 1000 milioni di once circa del lato offerta circa 200-250 milioni sono venuti dallo "scrap", rottami e reciclo. 1/4 - 1/5 di tutta l'offerta quindi. Er)

"Vediamo quest'anno come come il punto minimo degli ultimi anni del prezzo dell'argento." ha detto il Sig. Leyland. "C'è sempre il potenziale per un altro calo dei prezzi nei prossimi mesi ma dopo di quello ci aspettiamo un modesto rally, una moderata risalita nel resto dell'anno." ha aggiunto.

Il GFSM si attende un prezzo medio di 16,50 dollari l'oncia nel 2015 e di 17,50 dollari l'oncia nel 2016.

Nessun commento:

Posta un commento