Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

domenica 10 maggio 2015

U.S. Mineral Commodity Summaries 2013, 2014 e 2015. Ma danno i numeri anche allo USGS?


Il Servizio Geologico degli Stati Uniti credo sia lecito supporre che qualcosa ne sappia quanto a minerali, loro quantità estratte annualmente e risorse varie disponibili in giro per il mondo. Eppure ci sono alcune cosuccie che non mi pare tornino anche nei loro conteggi.

Ecco i link ad alcuni loro documenti recenti (sono pdf da 200 pagine ognuno in cui vengono brevemente trattati tutti gli elementi e materiali necessari al nostro moderno vivere):




In questi documenti potete trovare un pajo di pagine su praticamente ogni elemento o materiale, quanto ne è stato recentemente estratto negli USA, nel mondo, le Riserve stimate, gli usi, i possibili sostituti, ecc.

Vediamo l'Argento.

per l'anno 2013 (pagine 149-150 del pdf relativo):



per l'anno 2014 (pagine 149-150 del pdf relativo):



per l'anno 2015 (pagine 149-150 del pdf relativo):



ma vediamo che si intende per Riserve nei Mineral Commodity Summaries. Bisogna andare all'appendice C. Ecco come comincia la loro definizione di Riserve e Risorse:
APPENDIX C - Reserves and Resources

Reserves data are dynamic. They may be reduced as ore is mined and/or the extraction feasibility diminishes, or more commonly, they may continue to increase as additional deposits (known or recently discovered) are developed, or currently exploited deposits are more thoroughly explored and/or new technology or economic variables improve their economic feasibility. Reserves may be considered a working inventory of mining companies’ supply of an economically extractable mineral commodity. As such, the magnitude of that inventory is necessarily limited by many considerations, including cost of drilling, taxes, price of the mineral commodity being mined, and the demand for it. Reserves will be developed to the point of business needs and geologic limitations of economic ore grade and tonnage.

For example, in 1970, identified and undiscovered world copper resources were estimated to contain 1.6 billion metric tons of copper, with reserves of about 280 million metric tons of copper. Since then, almost 460 million metric tons of copper have been produced worldwide, but world copper reserves in 2013 were estimated to be 690 million metric tons of copper, more than double those in 1970, despite the depletion by mining of more than the original estimated reserves.

Future supplies of minerals will come from reserves and other identified resources, currently undiscovered resources in deposits that will be discovered in the future, and material that will be recycled from current in-use stocks of minerals or from minerals in waste disposal sites. Undiscovered deposits of minerals constitute an important consideration in assessing future supplies. USGS reports provide estimates of undiscovered mineral resources using a three-part assessment methodology (Singer and Menzie, 2010). Mineral-resource assessments have been carried out for small parcels of land being evaluated for land reclassification, for the Nation, and for the world.
e cioè:
APPENDICE C - Riserve e Risorse

I dati delle Riserve sono dinamici. Possono essere ridotti man mano che il minerale è estratto e/o la fattibilità dell’estrazione diminuisce, o più comunemente, possono continuare a crescere man mano che nuovi depositi (conosciuti o recentemente scoperti) vengono sviluppati, o che gli esistenti depositi già sfruttati vengono esplorati più approfonditamente e/o nuove tecnologie o le variabili economiche migliorano l’economicità della loro estraibilità. Le Riserve possono essere considerate un inventario da lavoro dell’offerta da parte delle compagnie minerarie di una commodity mineraria estraibile. Perciò la grandezza dell’inventario è necessariamente limitata da molte considerazioni, compreso il costo delle escavazioni, le tassazioni, i prezzi di mercato delle commodity minerarie estratte, e la domanda della suddetta commodity. Le Riserve saranno sviluppate (estratte) solo sino al punto in cui sia economicamente fattibile farlo e a seconda delle limitazioni geologiche della densità del minerale nelle rocce.

Per esempio nel 1970 le Risorse identificate e non scoperte di rame erano stimate ammontare a 1.600 milioni di tonnellate di rame, con Riserve ammontanti a circa 280 milioni di tonnellate di rame. Da allora circa 460 milioni di tonnellate di rame sono state prodotte a livello mondiale, ma le Riserve di rame nel 2013 erano stimate in 690 milioni di tonnellate, più del doppio che nel 1970, e ciò nonostante uno sfruttamento già avvenuto di più del doppio delle originarie Riserve stimate.

L’offerta futura di minerali verrà dalle Riserve e da altre Risorse identificate, da altre Risorse attualmente non scoperte in depositi che saranno scoperti in futuro, e da materiale che sarà reciclato a partire dagli stock attualmente in uso di quel dato minerale o da minerale attualmente finito nelle discariche di immondizia. I depositi non scoperti di minerale costituiscono una importante considerazione quando ci si trova a stimare l’offerta futura. I report dell’USGS forniscono stime delle quantità di Risorse minerali non ancora scoperte usando una metodologia di valutazione in tre parti (Singer e Menzie, 2010). Le valutazioni delle Risorse di minerali sono state create usando piccoli lotti di terreno stimati degni di rivalutazione, a livello nazionale e a livello mondiale.
Ok, ora abbiamo tutti gli elementi per fare il mio ragionamento.

1) se ogni anno ne vengono estratti sulle 24.000-26.000 tonnellate di 'sto benedetto Argento le Riserve, sempre valutate dall'USGS in poco più di 500.000 tonnellate a livello planetario, basterebbero per una ventina d'anni.

2) ma se ogni anno ne viene estratto un 20simo di queste Riserve, come piffero è che la quantità delle Riserve resta sempre uguale? Uno potrebbe dire che le Riserve restano costanti perchè, secondo quanto letto qui sopra nell'Appendice C, ogni anno si scoprono nuovi giacimenti e quindi nuove potenziali miniere (fra scoperta, studi di fattibilità, un cazzo e l'altro possono passare anche decenni fra scoperta e messa in produzione, però).

Peccato che però pare proprio che la quantità di nuovi giacimenti scoperti sia in calo costante da anni, specie per l'oro, ma direi anche per l'Argento.

Inoltre sappiamo come 2-3 anni di prezzi dimezzati rispetto ai picchi precedenti hanno costretto le compagnie minerarie a tagliare i costi di esplorazione e ricerca di nuove Riserve appunto.

Quindi? Delle due, il doc del 2015 avrebbe dovuto considerare piuttosto un calo delle Riserve future, vi pare?

E che dire del prezzo dimezzato? Dalla definizione stessa di Riserve qui sopra fatta dallo USGS stesso impariamo che il prezzo di mercato della commodity in esame influisce sulla quantità di minerale annoverabile fra le Riserve piuttosto che fra la Risorse. Ora, vi pare che se il prezzo di una commodity crolla non debba anche crollare la quantità di minerale considerabile Riserva? Non vi pare che dovrebbe essere declassato a Risorsa visto che probabilmente non è più economico estrarlo?

Le anomalie di questi numeri mi pajono evidenti. L'impressione che ho è che si voglia "non dare adito ad allarmismi", continuare a dire che "tutto è normale, tutto è sotto controllo".. come probabilente dicevano anche gli ufficiali a bordo del Titanic.

Scherzi a parte, non credo che l'anno prossimo la produzione d'argento mineraria crollerà a zero, ovviamente, ma, cazzo, un calo delle "Riserve" mi sarebbe sembrato come minimo dovuto con l'Argento passato da 30-40 dollari l'oncia a 15-20 l'oncia da un anno o due a questa parte. O no?

A me fa ridere. Guardate le Riserve stimate degli Stati Uniti. Ogni anno ne vengono estratte più di 1000 tonnellate e la quantità delle Riserve resta sempre fissa a 25.000 tonnellate (eh!?). Guargate i numeri del Messico. Ogni anno ne vengono estratte 4-5000 tonnellate e ... le Riserve sono sempre li, sempre fisse anche loro, a quota 37.000 tonnellate. Guardate il Canada. Ogni anno ne estraggono 6-700 tonnellate, che il linea di massima dovrebbero essere sottratte dalle Riserve. Mica sono mele che ricrescono ogni anno sui rami dei meli! E le Riserve che fanno? Niente, bloccate, cristallizzate a quota 7.000 tonnellate. E così via. E' bellissimo. Specie alla luce di tutti i recenti studi universitari e persino dell'Accademia delle Scienze degli Stati Uniti.

Mah!

Nessun commento:

Posta un commento