Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

mercoledì 6 maggio 2015

La finanza approva l'Italicum di Renzie


E tu continua pure a chiamarli cattoCOMUNISTI se proprio non puoi farne a meno (anche Bombassei, per poco non eletto a boss di Confindustria al posto di Squinzi, immagino sia comunista, come tutto il suo partito ...e Alfano, Lupi, Mario Mauro e tutta CL anche .. hanno proprio la faccia da comunisti ... anzi quasi da terroristi ..)


L'AntiDiplomatico - La finanza internazionale sostiene l'Italicum di Renzi: arriva la fiducia (la sola) che il premier aspettava

Per Renzi arriva la fiducia, l'unica, che aspettava veramente sull'Italicum. Del Parlamento o del Presidente della Repubblica? No non servono più nel sistema post-democratico ormai in vigore. Il sostegno che il premier italiano attendeva è quella dei suoi reali punti di riferimento in termini di fiducia per il mantenimento del suo posto. In un rapporto pubblicato oggi, l'agenzia di rating Fitch si complimenta per l'approvazione della legge elettorale.

Si legge: "Il passaggio della nuova legge elettorale in Italia rappresenta un progresso nel cammino delle riforme istituzionali e strutturali che se portato avanti porterebbe a un rafforzamento nel medio termine del profilo di credito sovrano riducendo il rischio politico che grava sulle decisioni di natura politica ed economica”. Lo riporta la Repubblica.

Nessun commento:

Posta un commento