Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

martedì 12 maggio 2015

La Cina supera gli USA per import di petrolio

Sarà per il "miracolo" dello Shale ... o perchè i cinesi hanno buchi più grossi in cui stoccarlo ... o magari semplicemente perchè ormai (da mo, mi sa) ci sono più fabbriche li che negli USA ... o perchè i cinesi stanno cercando di bruciare un po' meno carbone dato che negli ultimi anni ormai, al mattino, quando si svegliavano, non riuscivano più a vedere il coniuge a letto causa fuliggine ... o perchè ...

fatto sta che i Tylers riprendono questo grafico del Financial Times:


senza stare a tradurre tutto, ecco la conclusione dei Tylers:
And that means that oil futures are tied intimately in with China and the future of the South China Sea.
E questo significa che i futures sull'oro sono legati profondamente alla Cina e al destino del Mare Cinese del Sud

zona contesissima fra parecchi stati e in cui i cinesi stanno costruendo un'isola artificiale:


(vedi tutto sempre dai Tylers)

Nessun commento:

Posta un commento