Ovvero: Pararsi un po' il cul* in questo pazzo pazzo mondo di carte filigranate, iperfinanza globalizzata e picco delle risorse

sabato 23 maggio 2015

BitGold si ingloba GoldMoney



Sticazzi!
BitGold - BitGold Inc. Announces CAD 51.9 Million Acquisition of GoldMoney.Com, Integrating Over CAD 1.5 Billion In Assets and Over 135,000 User Signups Onto the BitGold AURUM Network
05/22/2015
GoldMoney.com è nientemeno che la firm, fondata nel 2001, di James Turk, un tipo che mi è sempre parso molto più equilibrato di tanti suoi colleghi permabull.

Se la storia è vera è un passo mica da niente e accredita di quel poco BitGold ai miei occhi ... ma chi glieli ha dati 52 milioni di dollari canadesi per comprare GoldMoney (bastava così poco?), oltre a mettere su un ambaradan del genere, con vaults in giro per il mondo, qualcuno che fonde i suoi lingottini a cubetto da 10 grammi, ecc. ? Non è certo una cosuccia messa su da 4 gatti con una buona idea ...


Certo che mi gusta assai vedere l'oro insieme alle altre valute, trattato come un'altra valuta :)



Altra fonte sull'acquisizione: BusinessWire. Aggiornamento e delucidazioni: StockHouse:
BitGold and GoldMoney will host a joint conference call on Tuesday, May 26th, further information to be released.
altra cosuccia interessante:
The BitGold Platform will not initially be available to U.S. Residents and will be unavailable to residents of sanctioned countries
descrizione dell'attività di BitGold:
BitGold provides users with a secure vault account to purchase gold using a variety of electronic payment methods. The platform will also provide transaction capability including: instant cross-border gold payments, merchant invoicing and processing for gold, debit card spending of gold at traditional points of sale, conversions to a customer's external digital-wallet or bank, and physical gold redemptions.

All physical gold acquired through the platform is owned by the customer, stored in vaults administered by The Brink’s Company, acting through Brink’s Global Vault Services International, Inc. (“Brink’s”), which insures gold through third party insurance providers.
Vaults della Brink's in giro per il mondo .. sulle prime mi ero dimenticato che Brink's ora è anche una delle "bullion banks" del COMEX insieme a JP Morgan, Scotia Mocatta, HSBC, Brinks e la piccola Manfra, Tordella & Brookes ... COMEX? ahi, ahi, ahi, ahi .. beato chi si fida.
BitGold is a Canadian corporation with offices in Toronto, Canada, and Milan, Italy. BitGold has partnered with established professionals in bullion dealing, vault security and web security, payment processing, and is committed to best-practice systems for compliance with all applicable laws and regulations regarding anti-money Laundering (“AML”) and Know Your Customer (“KYC”).
con uffici a Toronto .. e Milano? e conclude:
No stock exchange, securities commission or other regulatory authority has approved or disapproved the information contained herein. Neither the TSX-V nor its Regulation Services Provider (as that term is defined in the policies of the TSX-V) accepts responsibility for the adequacy of this release.
Quest'articolo invece parla di "sa tanto di 1999": It feels a lot like 1999.


L'idea dei cubetti è interessante, geniale quasi. Mi sa di marketing ben congegnato.

PS: a se il titolo BitGold è questo [ CVE:XAU ] (quotato dal 14 maggio, una settimana appena), che capperi di titolo e di borsa sarebbe invece [ CNSX:LOV ] ? Hanno splittato le loro azioni da 1.000.000 a 16.485.587 (!?) il 13 maggio .. eppure sopra leggo che le azioni esistenti sono 9.160.000 ... e questo titolo quotato in euro [ FRA:9BT ]? Qualche vero trader mi/ci sa dare delucidazioni?

PPS: e che dire dell'IVAFE?

PPPS: e cheddire della SOROS BROTHERS INVESTMENT LLC fra i leading investors? Sprott è famoso e mi piace anche ma Soros, se è QUEL George Soros. grazie a Massi per averlo notato e avercelo fatto notare! .. fra l'altro ora Soros, l'avrete visto, prevede il rischio concreto di una terza guerra mondiale se gli americani non accetassero lo Yuan nel basket degli SDR dell'IMF (e se i cinesi non facessero a loro volta grosse concessioni agli USA in cambio, non si sa quali):
Sputnik Italia - Gli Stati Uniti dovrebbero fare delle "grandi concessioni" per includere la Cina e lo yuan nel paniere di valute del Fondo Monetario Internazionale. In caso contrario, Pechino andrà incontro a Mosca, si tratta di un'alternativa "molto spiacevole", ritiene Soros.
22 maggio 2015
...comunque cliccando sul non logo della Soros Bros si arriva ad un sito praticamente vuoto (!? per ora?)

Nessun commento:

Posta un commento